• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 gennaio 2022 - Aggiornato alle 21:21
News
  • 18:16 | Tennis, Malagò: Berrettini orgoglio azzurro, Goggia ci proverà
  • 18:11 | Udinese, ricorso respinto: resta il ko con l'Atalanta
  • 18:07 | Crisi ucraina, torna la “politica di potenza”
  • 16:43 | Feste a Downing Street, indaga la polizia: bufera su Johnson
  • 15:31 | Australian Open, Berrettini sfiderà Nadal in semifinale
  • 15:02 | Drammatico sbarco a Lampedusa
  • 13:18 | Juventus-Vlahovic accordo in chiusura. Per Sky a 75 milioni
  • 13:15 | Vlahovic verso la Juventus, striscioni di insulti a Firenze
  • 11:26 | Con Vlahovic alla Juve, la Fiorentina si butta su Cabral del Basilea
  • 11:22 | L’Inter ci prova per Gosens
  • 10:53 | In arrivo una modifica della quarantena alle elementari
  • 10:42 | La classifica delle città più care d'Italia
  • 10:29 | Il Milan ha preso il giovane attaccante Marko Lazetic
  • 10:07 | I 35 convocati per lo stage azzurro
  • 10:00 | Fascia d'età 5-11 anni: come vanno le vaccinazioni
  • 09:52 | Per la prima volta in 3 mesi sono calati i positivi totali
  • 09:38 | Omicron, potremmo aver raggiunto il plateau della curva
  • 09:15 | Tragedia fuori dallo stadio in Coppa d’Africa
  • 08:55 | La Fiorentina apre alla cessione di Vlahovic: c’è la Juve
  • 08:45 | Coppa d'Africa, Comore con 3 portieri positivi, difensore in porta
MotoGP, Marquez su Rossi: “Impossibile imitarlo” Marc Marquez - Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma
MOTORSPORT 2 gennaio 2022

MotoGP, Marquez su Rossi: “Impossibile imitarlo”

di Samuele Ghidini

Ma lo spagnolo, dopo parole al miele, non intende sotterrare l’ascia di guerra nonostante il ritiro del Dottore

Il 2022, dopo oltre 20 anni, non vedrà correre in sella a una MotoGP Valentino Rossi, segnando di fatto un evento storico per tutto il Motomondiale stante il ritiro della sua icona più splendente su scala globale.

Dopo una carriera durata 26 anni, la decisione del Dottore di appendere il casco al chiodo inevitabilmente lascerà un vuoto – anche nelle casse degli organizzatori – al quale sarà inizialmente difficile abituarsi.

 

Di certo, però, quanto fatto da Rossi per attirare spettatori e tifosi con successo negli anni, non andrà disperso. Idea di molti, che per una volta vede l’ultimo vero rivale di Valentino, ovvero Marc Marquez, concorde. Il quale, nonostante rapporti tesi e scontri in pista (2015) e verbali con il Dottore, non si esime dal riconoscere il ruolo di campione assoluto la grandezza del nove volte iridato.

 

Marquez, come dichiarato a Motorsport-total, confida che – pandemia permettendo – le tribune degli autodromi non saranno vuote nel 2022: “Rossi non ci sarà ma sono sicuro che il colore giallo continuerà a dominare le piste. Più della metà delle tribune saranno gialle. Quello che Valentino ha fatto per la MotoGP è unico. Ripeterlo non è alla portata di alcun pilota”.

 

Il numero 93 della Honda, reduce da due stagioni complesse e ancora alle prese con la diplopia, ha aggiunto: “Valentino ha vinto, ma soprattutto ha entusiasmato molti fan avvicinandoli al nostro sport. È qualcosa che non si può ripetere e per la quale la MotoGP dovrebbe ringraziarlo”.

 

Dopo i complimenti, però, le solite tensioni, figlie del finale di stagione 2015 e mai sopite per entrambi i piloti. “Non abbiamo un buon rapporto, ma non ho problemi a riconoscere quanto sia stato importante per lo sport - l’ammissione di Marquez -. Non siamo stati rivali diretti negli ultimi anni e non dipende da me se il nostro rapporto cambia. Non mi interessa molto”. Come dire, se Rossi farà il primo passo bene, altrimenti tra i due tensioni e gelo nei rapporti interpersonali proseguiranno in eterno.

I più visti

Leggi tutto su Sport