TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:40

 /    /    /  MotoGP 2021, Misano: Marquez vince, Quartararo è campione del mondo
MotoGP: Fabio Quartararo è campione del mondo

Fabio Quartararo- Credit: Cordon Press / IPA / Fotogramma

sport24 ottobre 2021

MotoGP: Fabio Quartararo è campione del mondo

di Federico Bandirali

A Misano ha vinto Marquez. Bagnaia caduto quando ;era in testa a 4 giri dal termine


Pecco Bagnaia, dopo aver letteralmente dominato il GP dell’Emilia Romagna e del Made in Italy a Misano tenendo a bada Marc Marquez, getta alle ortiche la chance per riaprire il discorso iridato cadendo a quattro tornate dal termine. Il tutto ha permesso allo spagnolo della Honda di centrare una vittoria in solitaria, la terza in stagione, e al francese della Yamaha Fabio Quartararo di laurearsi campione del Mondo MotoGP 2021 con due gare d’anticipo nonostante il quarto posto finale.

 

Gara subito accesa con la Ducati di Bagnaia a scattare bene dalla prima posizione in griglia trovandosi però alle spalle un Marquez determinato, sempre sul codone della Desmosedici prima della caduta del piemontese in curva 15 per una anomala perdita dell’anteriore viste le gomme dure. Ad approfittarne anche Quartararo, che dopo essere partito dalla 15esima casella in griglia era già risalito fino alla quarta posizione, salvo vedersi beffare nella tornata finale da Enea Bastianini, ancora sul podio nella “sua” Misano.

La gara

Miller e Bagnaia scattano bene allo spegnersi dei semafori, Oliveira si infila in terza posizione mentre Marini scala in settima con Quartararo addirittura 17°. Il francese inizia la sua lenta ma inesorabile rimonta, Mir e Petrucci sono i primi a cadere e, con il trio di testa compatto, il francese della Yamaha agguanta la 12esima posizione dopo tre tornate. Miller, in Curva 15, vola via insieme alla sua Ducati per una chiusa all’anteriore, Marquez ne approfitta e si rimette in scia a Bagnaia, mentre nel corso della sesta tornata Quartararo rientra nella top ten.

 

Il duello in testa è entusiasmante, Pol Espargaro con la seconda Honda ufficiale passa Oliveira, seguito a distanza da Morbidelli, Aleix Espargaro, Marini e Rins.

 

Fuori anche Alex Marquez (problemi alla moto) e Lecuona, imitato poco dopo da Martin. Rins passa Morbidelli, Quartararo resta in agguato e mette pressione a Marini, con i due rispettivamente settimo e ottavo.

 

Bagnaia prova ad allungare, Marquez non si lascia intimorire ma perde qualche decimo, mentre da dietro risale Enea Bastianini con un ritmo forsennato mettendosi alle spalle di Rins. Pecco, apparentemente destinato a vincere, cade all’improvviso e altrettanto fa Oliveira a quattro giri dalla fine.

 

Marquez amministra e vince in solitaria, Pol Espargaro si accomoda alle sue spalle mentre nell’ultima tornata Bastiani prima mette nel mirino e poi sorpassa un Quartaro già iridato. Finisce così, con Rossi decimo più per cadute altrui che altro nell’ultima uscita davanti al pubblico italiano presente a Misano preceduto da Marini, Vinales, Aleix Espargaro, Zarco e Rins.