Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie Clicca Qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

menu
Oggi 26 maggio 2020 - Aggiornato alle 00:10
Live
  • 21:15 | Il costo di Harry e Meghan ai britannici
  • 20:44 | La Spagna riaprirà ai turisti da luglio
  • 20:13 | Brasile, Bolsonaro e la passeggiata con hotdog e Coca-cola
  • 19:39 | Google Messaggi userà la crittografia end-to-end per gli RCS
  • 19:25 | Ad Hong Kong sono ricominciate le proteste
  • 19:22 | Luca Zaia conferma la Mostra del Cinema di Venezia 2020, ecco come sarà
  • 19:11 | Zoom: sospesa “temporaneamente” l’integrazione con Giphy in chat
  • 19:03 | Brian May ha avuto un infarto: "Sono stato a un passo dalla morte"
  • 19:00 | La confusione amorosa di Elena Morali
  • 18:52 | OneRepublic e Negramaro insieme in "Better Days-Giorni Migliori"
  • 17:45 | La Milano Digital Week online edition
  • 17:43 | "Bella così", l'inno per le donne di Chadia Rodriguez e Federica Carta
  • 17:36 | Coronavirus: l’app Immuni sarà disponibile a inizio giugno
  • 17:34 | Ricetta canederli
  • 17:05 | Le 50 canzoni più ascoltate della settimana su TIMMUSIC
  • 16:55 | Purè di patate con bimby
  • 16:46 | Covid-19 alle spalle, Coverciano torna completamente alla Figc
  • 16:33 | Positivo al Covid-19 giocatore del Torino, ora è guarito
  • 16:30 | Basket, stop alle coppe: cancellate ufficialmente EuroLega ed EuroCup
  • 16:28 | Euro 2020 virtual, l'Italia è campione d'Europa
MotoGP: pronto un nuovo calendario, 7 GP su 12 in Spagna - Credit: pixathlon / HZ/SIPA / IPA / Fotogramma
MOTOMONDIALE 2020 11 maggio 2020

MotoGP: pronto un nuovo calendario, 7 GP su 12 in Spagna

di Federico Bandirali

Partenza da Jerez, tanti doppi GP (compresa Misano) e finale a Valencia con la speranza "porte aperte"

Il Motomondiale 2020 si aggrappa letteralmente alla Spagna per salvare la stagione, dopo che la pandemia da coronavirus ha spazzato via la prima metà del calendario originale.  Ora però la Dorna, società spagnola che organizza il Mondiale, ha stilato un nuovo calendario, che si dipanerà su 12 GP, di cui 7 proprio in territorio iberico.

Si parte, quindi, con la “doppia tappa” in Andalusia il 19 e il 26 luglio sul circuito di Jerez de la Frontera (ammesso che arrivi l’ok del governo spagnolo), con altri tracciati che ospiteranno due GP e alcuni soltanto uno. A seguire, infatti, il Motomondiale si trasferirà in Repubblica Ceca sul tracciato di Brno, quindi altra tappa al Red Bull Ring in Austria che, come Jerez, ospiterà due Gran Premi.

 

A seguire il rientro in Spagna con il GP di Catalogna al Montmelò, con una gara sola, e quindi l’Italia, con Misano nel calendario e il Mugello fuori ma una succosa sequenza di gare, ovviamente a porte chiuse, il 13 e il 20 settembre.

Scartata per il momento la possibilità di viaggiare fuori dall’Europa e salvo ulteriori modifiche, la stagione si chiuderà con due tappe in terra iberica, entrambe con due GP: prima al Motorland di Aragon, infine la tradizionale conclusione, benché “doppiata”, a Valencia sul circuito Ricardo Tormo a “porte aperte” nelle speranze della Dorna e non solo.

In attesa della luce verde del Ministero della Salute di Madrid, che ovviamente ha l’ultima parola in merito e soppeserà la decisione tenendo conto dell’evoluzione della curva dei contagi durante la settimana: se non ci saranno incrementi significativi, il sì pare scontato.

 

Ovviamente restano le misure di sicurezza già previste da Dorna, con un massimo di 1.300 persone nel paddock rispetto alle tradizionali 4.000 e tamponi a ripetizione prima e durante i GP, con la remota possibilità che, qualora si creassero le condizioni per uscire dal Vecchio Continente, si possano recuperare almeno 3 o 4 GP che al momento restano solo “rinviati” tra Asia e Sud America, prolungando quindi la stagione fino a novembre e, se necessario, a dicembre.

 

Leggi tutto su Sport