Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 15 maggio 2021 - Aggiornato alle 03:00
Live
  • 23:10 | Per la Giornata delle Api su TIMGAMES i clienti TIM giocano gratis a Bee Simulator
  • 00:49 | Il regista di "Parasite" dirigerà un lungometraggio animato
  • 00:02 | Basket, playoff Serie A: la Virtus soffre ma batte Treviso 88-83 in gara 2
  • 00:01 | Basket, playoff Serie A: Brindisi demolisce Trieste 86-54 in gara 2
  • 21:55 | Basket, playoff Serie A: l’Olimpia Milano piega Trento 93-79 in gara 2
  • 20:34 | Basket, playoff Serie A: Venezia ribalta Sassari e vince 83-78 gara 2
  • 18:40 | Giro d’Italia, Caleb Ewan fa il bis: sua la settima tappa
  • 18:23 | Italia: stop alla quarantena per chi arriva dall’Ue
  • 18:20 | Israele continua il bombardamento di Gaza
  • 18:16 | Le canzoni del disco di debutto di Sangiovanni (e una sorpresa)
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 182 morti
  • 18:00 | Cindy Crawford: 55 anni di pura bellezza
  • 16:56 | MotoGP 2021, Francia: Zarco svetta nelle libere del venerdì a Le Mans
  • 16:55 | I protagonisti di "Supermercati che Passione", i video che spopolano su YouTube
  • 16:30 | Crollo delle nascite in Italia: 'Non ci sono i presupposti per fare figli'
  • 16:15 | Si è dimesso il segretario che accusò Meghan Markle di bullismo
  • 16:15 | Cena per famiglie: idee e menu per una serata insieme
  • 16:11 | "Electric", la nuova canzone di Katy Perry è un omaggio ai Pokémon
  • 15:36 | Dardust, ecco le date del tour "Storm and Drugs Live"
  • 15:35 | Vaccini anti-Covid: il nuovo record della Germania
MotoGP, la Suzuki correrà nella classe regina fino al 2026 Joan Mir - Credit: LM / Alessio Marini / IPA / Fotogramma
MOTOMONDIALE 21 aprile 2021

MotoGP, la Suzuki correrà nella classe regina fino al 2026

di Redazione

La Casa giapponese, iridata nel 2020 con Mir, ha firmato un contratto con Dorna. Obiettivo? Vincere ancora

La Suzuki, dopo aver vinto nuovamente il mondiale piloti MotoGP con Joan Mir nella strana stagione 2020 (segnata da Covid e assenza di Marquez) 20 anni dopo quello conquistato nell’allora classe regina (500cc) fortunosamente da Kenny Roberts JR.

e a 27 dal titolo iridato vinto dal fenomenale e spericolato statunitense Kevin Schwantz, ora non intende fermarsi e resterà in MotoGP fino al 2026.

 

Nonostante l’addio dell’artefice principale dell’impresa della casa di Hamamatsu nel 2020, ovvero quel Davide Brivio che portò Valentino Rossi in Yamaha e ora in Formula 1 alla guida del reparto corse Renault, il costruttore giapponese e Dorna – società organizzatrice del Motomondiale – il 21 aprile hanno annunciato il nuovo accordo, che permetterà a Suzuki di restare nella classe regina e provare a bissare il titolo piloti e team, dando inoltre l’assalto a quello Costruttori.

 

- LEGGI ANCHE: MotoGP: Davide Brivo ha lasciato Suzuki per passare in F1 con Renault

- E ANCHE: MotoGP, Suzuki: decisione su un team satellite nel 2022 “entro aprile”

 

Peraltro, nel 2020 la Casa nipponica ha celebrato i 100 anni dalla sua fondazione, dei quali 60 nelle gare agonistiche a due ruote, come meglio non poteva. E, come chiarito dal team director Suzuki Shinichi Sahara, “è questo il motivo per cui abbiamo deciso di continuare in MotoGP”, visto che in soli sei anni “dal rientro nel Motomondiale nel 2015, abbiamo vinto il campionato e siamo ancora più affamati di successi e di sviluppi tecnologici” da riproporre sulle moto di serie.

 

Per la gioia di Mir, che anche in questo 2021 sta facendo bene, mentre il compagno e connazionale Alex Rins sente la “sella” scricchiolare.

I più visti

Leggi tutto su Sport