Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 settembre 2020 - Aggiornato alle 12:07
Live
  • 12:00 | Polpette di patate
  • 11:30 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 11:14 | I fratelli Inzaghi vincono all’esordio e si “abbracciano” in tv
  • 11:06 | L'uomo arrestato per sbaglio nell'attacco di Parigi
  • 11:00 | Perché sorridere fa bene?
  • 10:37 | La corsa al titolo di capocannoniere sarà bellissima
  • 10:12 | Elettra Lamborghini e Afrojack si sono sposati
  • 10:00 | È subito pazza Inter, rimontata 4-3 la Fiorentina
  • 10:00 | Riconoscere il diabete nei cani: quali sono i segnali?
  • 09:30 | L’Atalanta riprende a volare. Gasp: “Più forti di un anno fa”
  • 09:00 | Distinguere un nido di api da un nido di vespe
  • 09:00 | Come avvengono le previsioni meteorologiche?
  • 07:49 | Pazza Inter, Con la Fiorentina è 4-3, Conte:'Orgoglioso dei miei'
  • 01:18 | Commisso apre alla cessione di Chiesa alla Juve
  • 23:04 | “Patria”, la prossima serie spagnola di cui si parlerà tanto
  • 19:58 | La Lazio vince a Cagliari, Il Benevento manda ko la Sampdoria
  • 19:30 | Cibo per gatti fai da te
  • 19:04 | “Black Adam”, cosa sappiamo del nuovo cinecomic
  • 18:16 | Pubblico negli stadi: il comitato degli scienziati blocca tutto
  • 17:58 | Hamilton in pole in Russia, Vettel a muro, Leclerc 11º
Nba: Toronto manda ko i Lakers, vittorie per Pacers e Heat LeBron James - Credit: Robert Hanashiro / IPA / Fotogramma
BASKET NBA 2020 2 agosto 2020

Nba: Toronto manda ko i Lakers, vittorie per Pacers e Heat

di Federico Bandirali

Vincono anche i Thunder di Gallinari, riscatto Clippers contro i Pelicans di un opaco Nicolò Melli

 

Cinque le partite Nba disputatesi nella “bolla” del Disney World Resort di Orlando tra sabato 1° agosto e domenica 2 (notte italiana, sera negli Usa), con l’esordio vincente di Danilo Gallinari e dei suoi Thunder e la seconda sconfitta in altrettante uscite dalla ripresa della stagione per i Pelicans e Nicolò Melli.

Cadono i Lakers contro i Toronto Raptors, mentre l’MVP di giornata è senza dubbio l’ala dei Pacers TJ Warren, capace di metterne a referto 53 con precisione dal campo quasi incredibile. In campo, a sorpresa, anche Oladipo, dato out fino alla fine della stagione e invece a disposizione di coach McMillan, con Philadelphia Embiid dipendente e costretta a lasciare ad Indiana una vittoria fondamentale per definire il seed dei playoff.

 

Bene anche i Clippers, che dopo aver perso il derby contro i Lakers all’esordio si sono rifatti con gli interessi annientando letteralmente New Orleans, con Miami ad imporsi senza particolari difficoltà sui Nuggets.

 

Toronto Raptors-Los Angeles Lakers 107-92

Dopo il successo nel derby di Los Angeles contro i Clippers, i Lakers alzano bandiera bianca nel finale del match con i Toronto Raptors, campioni Nba in carica. La franchigia canadese, che rispetto allo scorso anno ha “perso” Kawhi Leonard, non è entrata nella bolla per fare da comparsa con un ruolo da outsider riconosciutole da tutti gli addetti ai lavori, e la conferma è arrivata nel match d’esordio nella “bolla” Disney World Orlando

 

33 per Kyle Lowry con 5 triple e, incredibile, 13 rimbalzi, con OG Anunoby ad assecondarlo con 24 punti, incluso l’appoggio su assist di Van Vleet (13 con 11 assistenze) che ha, di fatto, mandato i titoli di coda nel maxi-break di 21-5 piazzato dai canadesi nel finale. Non brillantissimo Paskal Siakam, comunque con 15 punti e 9 rimbalzi a referto.

 

Difficoltà offensive e fatica per i Lakers (35% dal campo e 17 assist di squadra oltre ad un osceno e insensato 10/40 dalla lunga distanza), con il solo LeBron James a rendere come di consueto o quasi (20 con 10 rimbalzi e 5 assist). Male Anthony Davis, abulico e poco servito nel pitturato, con Kuzma (16), Waiters (12) e Caruso (11) in uscita dalla panchina in doppia cifra per punti segnati.

 

Indiana Pacers-Philadelphia 76ers 127-121

In una sfida da playoff, i Pacers privi di Domantas Sabonis e Malcom Brogdon ma con Oladipo disponibile dopo gli annunci in senso opposto delle settimane precedenti, acciuffano una vittoria rilevante contro Philadelphia. Gli uomini di coach McMillan, trascinati da un sontuoso TJ Warren, capace di chiudere con il career high mettendone 53 con un impressionante 20/29 dal campo (9/12 dall’arco), hanno ben coadiuvato l’ex ala dei Suns con Oladipo e Aaron Holiday a quota 15 (conditi da 10 assist per il secondo).

 

I Sixers si confermano invece “Embiid-dipendenti”. Con il loro centro sul parquet, il saldo dice +21 Philly, che nel quarto conclusivo sembrava aver chiuso i conti arrivando sul +10 proprio grazie alle sfuriate di Embiid (41 con 21 rimbalzi in 34’ sul parquet) e Simmons (19 e 13), padroni del verniciato. Pessima la prestazione di Al Horford, con Tobias Harris a metterne 30 prendendosi però la bellezza di 29 tiri per “aggiustare” il tabellino, con il solito inutile contributo delle second unit a determinare la sconfitta finale.

 

Oklahoma City Thunder-Utah Jazz 110-94

Parte bene l’avventura dei Thunder di Danilo Gallinari nella “bolla”: 11 punti in un primo quarto sublime per il “Gallo” contro i Jazz, salvo poi lasciar spazio ai compagni con il solito Chris Paul a illuminare l’attacco e il duo Adams Gilgeous-Alexander ad approfittarne.

 

“No comment” rispetto alla partita di Utah, evidentemente svuotata dopo la maxi rimonta contro i Pelicans della notte precedente e incapaci di opporre una resistenza degna di essere definita tale davanti OKC.

L.A. Clippers-New Orleans Pelicans 126-103

Troppo forti i Clippers o troppo deboli i Pelicans? Questa è l’unica domanda da porsi al termine di un match a senso unico, con la difesa di New Orleans più tenera del burro e l’attacco dei Clippers a girare a meraviglia con 16 triple a bersaglio (su 24 tentativi) a metà gara e il risultato già in ghiacciaia.

 

Malino anche Nicolò Melli, che ha chiuso con 8 punti e 3 assist ma anche con un pessimo 2/9 dal campo in 25’ sul parquet, tutti arrivati a partita già finita nel secondo tempo. Poco di più per Zion Williamson, ancora frenato dai problemi fisici a cui ha aggiunto una distorsione alla caviglia: 7 punti e 5 rimbalzi per la prima scelta assoluta al draft 2019 e addio sogni di playoff per New Orleans, che comunque può guardare al futuro con fiducia.

 

Denver Nuggets-Miami Heat 105-125

Parte male invece Denver, mai in partita e schiacciata dai Miami Heat trascinati dal duo Butler-Adebayo, autori di 22 punti a testa, Curioso siparietto tra lo stesso Butler e la terna arbitrale, presentatosi sul parquet senza nome o scritte per promuovere l’equità sociale sulla canotta e rispedito dai grigi - dopo consulto con l’Nba – negli spogliatoi per ovviare al problema.

 

Poco da salvare invece per i Nuggets, che puntano chiaramente ad essere al top della forma per i playoff e, senza Jamal Murray, affidatisi solo all’estro di uno Jokic ancora un po’ rallentato e autore di 19 punti con 7 carambole conquistate in una sconfitta che difficilmente avrebbe potuto essere più netta.

Leggi tutto su Sport