Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 01 ottobre 2020 - Aggiornato alle 02:00
Live
  • 00:03 | Roland Garros, con Berrettini 9 azzurri al secondo turno
  • 23:26 | Prova di forza dell'Atalanta all'Olimpico: 4-1 alla Lazio
  • 21:00 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 20:56 | Il 40% della flora mondiale è a rischio di estinzione
  • 20:52 | Calcio, Genoa, salgono a 15 i positivi al Covid
  • 20:48 | Le certezze dell’Inter dopo il 5-2 al Benevento
  • 20:00 | WhatsApp: come avere un suono di notifica diverso per un contatto
  • 19:55 | Le accuse di Netanyahu a Hezbollah: "Un deposito di armi a Beirut"
  • 19:54 | Inter a valanga a Benevento, colpo Spezia a Udine
  • 19:37 | Google Meet, chiamate gratuite senza limiti di tempo fino a marzo 2021
  • 19:16 | Twitter: tweet vocali disponibili per Android e Web nel 2021
  • 19:15 | Shannen Doherty e il suo amore per la vita
  • 18:47 | NBA: il programma delle Finals 2020 tra Los Angeles Lakers e Miami Heat
  • 18:40 | Napoli, tutti negativi i test effettuati
  • 18:09 | Random dedica "Ritornerai 2" a una ragazza speciale
  • 17:56 | “Mank”, l’atteso nuovo film di David Fincher
  • 17:55 | MotoGP, Francesco Bagnaia passerà alla Ducati ufficiale nel 2021
  • 17:37 | Zendaya girerà un biopic su Ronnie Spector
  • 17:35 | Patate dolci al forno, fritte o in padella
  • 17:30 | Le idee del governo per l'economia italiana
NBA: Suns implacabili, Lillard dice 61 e Portland sorride Damian "Dame" Lillard - Credit: Ron Chenoy / IPA / Fotogramma
BASKET NBA 2019-2020 12 agosto 2020

NBA: Suns implacabili, Lillard dice 61 e Portland sorride

di Federico Bandirali

I Grizzlies perdono ancora e sono quasi fuori dai playoff, vittoria importante per gli Spurs di Belinelli

Nella notte tra martedì 11 e mercoledì 12 agosto, la famigerata “bolla” del Disney World Resort di Orlando (Florida) ha visto andare in scena ben 7 match, alcuni cruciali per definire la situazione in vista dei playoff a Ovest con una bagarre inattesa e entusiasmante per strappare ottavo e nono posto e giocarsi il play-in (spareggio) per conquistare la postseason ormai inevitabile, altri comunque forieri di indicazioni utili in vista del momento topico della stagione.

I risultati delle partite della notte Nba

Orlando Magic-Brooklyn Nets 96-108

Ad aprire le danze, nella serata italiana di martedì 11, la sfida tra la settima e l’ottava in classifica ad Est, ovvero quella tra Orlando Magic e Brooklyn Nets.

I newyorkesi, nonostante le numerose assenze che hanno decimato la squadra per la ripartenza della stagione, si impongono sui Magic assicurandosi matematicamente il 7° posto e la sfida contro Toronto nel primo turno dei playoff.

Per Orlando 18 punti di un sempre più convincente Markelle Fultz, ma al cospetto della coppia “sorprendente” dei Nets composta da Luwawu-Cabarrot e Jeremiah Martin (48 punti in due) non è bastato, e adesso i Magic sono attesi dai Bucks nella postseason in una serie nella quale l’obiettivo sarà evitare il “cappotto”.

 

San Antonio Spurs-Houston Rockets 123-105

Continuano a lottare i San Antonio Spurs di un positivo Marco Belinelli (13), ma a far la differenza per gli uomini di Gregg Popovich è il collettivo (sette uomini in doppia cifra) e la prestazione da antologia del rookie Keldon Johnson, ennesima scoperta al draft degli “Speroni” (24+11) e i 23 del solito DeRozan.

Coach D’Antoni ha tenuto a riposo Harden, mentre Westbrook pur giocando ha fatto solo disastri, palesando le difficoltà che lo accompagnano dalla ripresa della stagione. La vittoria degli Spurs è di quelle che pesano, soprattutto per rimanere ancora nel pieno della bagarre a Ovest per provare a conquistare, una volta di più, i playoff.

 

Philadelphia 76ers-Phoenix Suns 117-130

Non si arresta la marcia quasi trionfale dei Phoenix Suns, che piegano anche Philadelphia (senza Embiid e con Simmons che rischia di saltare anche la postseason causa infortunio al ginocchio) e restano l’unica franchigia imbattuta nella “bolla”. A brillare, una volta di più, Devin Armani Booker, autore di 35 punti in un successo mai in discussione che permette ai Suns di salire fino al nono posto a Ovest con un solo match ancora da giocare. Impronosticabile alla vigilia, ma Phoenix non vuol smettere di stupire.

 

Memphis Grizzlies-Boston Celtics 107-122

Cadono ancora i Memphis Grizzlies, che hanno vinto solo uno dei sette match giocati nella “bolla”. Boston, che ha motivazioni extra visto che avrà una prima scelta al draft proprio da Memphis che, tenendoli fuori dai playoff, diventerà “unprotected” nel draft 2021. Arrivati a Orlando come ottava forza a Ovest, i Grizzlies sono ora fuori anche dal play-in e si ritrovano al decimo posto nella Western Conference. Sommersi dai 29 di Tatum, la qualificazione alla postseason di Morant e soci è utopia pura.

 

Dallas Mavericks-Portland Trail Blazers 131-134

Portland, invece, non ne vuole sapere di mollare e resta agganciata alla zona playoff grazie soprattutto al talento sconfinato di “Dame” Lillard, che dopo aver detto 51 nella precedente uscita sale ancora di livello con 61 punti a referto conditi da 8 assist. Il play dei Blazers, quando la palla scotta, non trema mai, e il supporto di un Carmelo Anthony (26) presentatosi nella “bolla” tirato a lucido, servono a Portland per piegare la tenace resistenza dei MAvs, guidati al solito da Luka Doncic (25 con 10 assist) e da Porzingis (36+6).

 

Sacramento Kings-New Orleans Pelicans 112-106

I Kings battono New Orleans nella sfida tra due squadre che, tempo 3 giorni, abbandoneranno la “bolla” pensando alla prossima stagione. Barnes ne mette 25 e bastano per sconfiggere i Pelicans, nonostante i 21 di Jahlil Okafor Successo anche per i Sacramento Kings, nella penultima partita nella bolla. I Kings passano contro i New Orleans Pelicans grazie ai 25 punti di Harrison Barnes. Mentre per la franchigia della Louisiana non bastano i 21 punti di Jahlil Okafor.

 

Washington Wizards-Milwaukee Bucks 113-126

Washington, ormai fuori dai giochi da tempo, incassa l’ennesima sconfitta per mano dei Bucks, con Brook Lopez a metterne 24 e Sterling Brown in uscita dalla panchina ad aggiungerne 23, con frank Mason terzo violino e al career high per punti segnati. Inutili i 20 della matricola Rui Hachimura, che comunque rappresenta la vera speranza degli Wizards per la prossima stagione quando, come da programma, ritroveranno anche le due stelle John Wall e Bradley Beal.

Leggi tutto su Sport