Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 02:00
News
  • 06:23 | Eurolega: Milano lotta ma cade a Monaco con il Bayern 83-77
  • 23:18 | Perché Amnesty International chiuderà gli uffici di Hong Kong
  • 23:06 | EuroCup: Venezia crolla nel finale e perde 62-70 contro il Bursaspor
  • 22:56 | La concentrazione record di gas serra nell'atmosfera
  • 21:37 | Supercoppa Inter-Juventus a San Siro a gennaio
  • 19:00 | SBK, Lecuona e Verge correranno con Honda nel 2022
  • 18:50 | Perché la transizione ecologica è un'opportunità per l'economia
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 ottobre: tasso di positività allo 0,6%
  • 16:15 | Verratti infortunato, salterà la sfida contro la Svizzera
  • 16:15 | Lega Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
  • 15:14 | Vaccino, la terza dose per tutti da gennaio
  • 15:08 | Sarri: 'Troppi alti e bassi. Ritiro? Momento di riflessione'
  • 14:26 | L’Inter pensa a Bartosz Bereszynski della Sampdoria
  • 14:07 | Vaccino, perché è importante arrivare a una copertura del 90%
  • 14:05 | Allegri: 'Giocano Dybala e Chiesa. Anche Perin titolare'
  • 13:40 | In Giappone parte la vendita delle prime moto volanti
  • 13:13 | La Nazionale femminile contro la Lituania per il Mondiale
  • 12:42 | Dopo la Roma anche l'Udinese lancia la campagna abbonamenti
  • 12:30 | La Fondazione Maeght approda a Torino
  • 12:07 | Coni, collare d'oro al Lecce
Perché i Milwaukee Bucks hanno vinto il titolo NBA 2021 Giannis Antetokounmpo - Credit: Dale Zanine / IPA / Fotogramma
BASKET FINALI NBA 2021 23 luglio 2021

Perché i Milwaukee Bucks hanno vinto il titolo NBA 2021

di Federico Bandirali

Rimonta e vittoria in finale 4-2 contro i Suns a 50 anni dal primo trionfo, con Giannis Antetokounmpo MVP e molto altro

I Milwaukee Bucks, battendo 105-98 in Gara 6 delle Finals 2021, hanno vinto l’anello di campioni NBA 2021 centrando il secondo titolo della loro storia nella Lega Professionistica di basket americano a 50 anni di distanza esatti da quando, nel 1961, il fuoriclasse Lew Alcindor (meglio noto come Kareem Abdul-Jabbar) prima di passare ai Los Angeles Lakers venendo raggiunto da Magic Johnson guidò la franchigia al suo primo successo.

Successo arrivato al termine di una stagione “strana” e pesantemente condizionata da infortuni e protocolli anti-Covid, che hanno eliminato via via le favorite ovvero i Nets del trio Durant-Irving-Harden (oltre a Blake Griffin) e i Los Angeles Clippers nella postseason, preceduti dai campioni in carica: i Los Angeles Lakers del duo Davis-LeBron James.

 

 

Un cammino tortuoso per la formazione di coach Budenholzer, aperto da due sconfitte nella serie finale contro i Suns dell’eterno secondo Chris Paul e dell’astro nascente Devin Armani Booker a Phoenix, e concluso con una secca rimonta guidata, ovviamente, dall’MVP delle Finals Giannis Antetokounmpo, che insieme a Chris Middleton e col supporto del neo arrivato Holiday ha compiuto l’atteso salto di qualità a livello mentale, ancor prima che tecnico (il tiro da tre resta un problema da risolvere per The Greek Freak).

 

Partiti male, i Bucks l’hanno spuntata aggrappandosi alla difesa, ispirata dal campione greco e da Holiday con il supporting cast a lavorare egregiamente, sfruttando anche l’infortunio del lungo croato dei Suns Dario Saric.

 

L’atto conclusivo ha visto Milwaukee avanti per lunghi tratti di partita e, contrariamente al solito, un uso da ambo le parti del tiro dalla lunga distanza contenuto, con i padroni di casa sotto nel secondo quarto e poi capaci di prendere il controllo di partita e serie arrivando all’anello senza mai permettere ai rivali di rientrare davanti al pubblico amico del  Fiserv Forum chiudendo la serie sul 4-2 dopo sempre in rimonta.

 

Consacrazione definitiva per il greco Giannis Antetokounmpo, miglior giocatore delle finali (nell’arco delle 6 partite della serie) e capace di mettere a referto 50 punti, conditi da 14 rimbalzi e bn 5 stoppate, nell’ultimo atto della sua prima apparizione nelle Finals NBA, vincente.

 

The Greek Freak, supportato da un ottimo Middleton e dai compagni, all’ottava stagione NBA dopo essere nato 26 anni addietro in Grecia da genitori nigeriani emigrati nel paese ellenico, è un vero e proprio prodotto dei Bucks, che dopo averlo scelto con la chiamata numero 15 al Draft 2013 (dietro a giocatori già scomparsi dai radar dell’Association e non comparabili per fisicità e tecnica) ha coronato il percorso iniziato con la canotta biancoverde, pronto però a ripetersi anche l’anno prossimo.

 

Una crescita costante che è valsa la nomina per due volte ad MVP della regular season, salvo improvvisi crolli nei playoff che nel 2021 non si sono visti. Merito anche delle scelte della dirigenza e di coach Budenholzer, abile nel plasmare finalmente una squadra mentalmente solida senza stravolgimenti e con rotazioni più corte, sfruttando la capacità di allargare le difese grazie all’aticipità di lunghi come Brook Lopez e Bobby Portis, pericolosi dalla lunga e perfetti nell’allargare le difese altrui a beneficio anche dell’italo-statunitense  Donte Di Vincenzo.

 

In un’annata segnata dalla pandemia e da quella che sembra una lenta uscita dalla fase più critica, dopo aver inserito Holiday lasciando partire in direzione New Orleans Eric Bledsoe i Bucks sono dunque tornati a conquistare il trofeo cestistico più importante del globo, e nulla sembra precludere un bis negli anni a venire vista l’età media degli uomini a disposizione dell’ex allenatore degli Atlanta Hawks.

 

Poco da fare per Chris Paul e soci, con il veternao play ex Rockets, Clippers e OKC a vedere ancora una volta l’anello sfuggirgli dalle mani, senza avere molte altre chance a disposizione vista l’età a differenza del duo delle meraviglie di Phoenix composto da Booker e Ayton.

I più visti

Leggi tutto su Sport