Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 22 ottobre 2020 - Aggiornato alle 08:00
Live
  • 06:00 | I titoli dei giornali di giovedì 22 ottobre
  • 23:03 | Champions, Fantastica Atalanta, 4-0 in Danimarca
  • 22:58 | Champions, il Bayern strapazza l'Atletico, ok City e Liverpool
  • 20:58 | Champions, flop Real, battuto in casa 3-2 dallo Shakhtar
  • 20:15 | TIM Super WiFi: fibra sicura e WiFi certificato
  • 19:50 | Pioli: 'Ci teniamo a cominciare bene l'Europa League
  • 19:48 | Juventus, Chiellini, nessuna lesione muscolare
  • 19:15 | Lady Gaga ha lanciato il face tattoo
  • 18:15 | "L'ultima volta" di Emis Killa, Jake La Furia e Massimo Pericolo
  • 18:08 | Un racconto fotografico per la regina Elisabetta
  • 18:00 | Covid-19, Italia: 15.199 nuovi contagi in 24 ore
  • 17:53 | Le Storie di LinkedIn disponibili anche in Italia
  • 17:24 | Twitter ha cambiato i retweet negli Usa in vista delle elezioni
  • 17:18 | Fonseca: 'Con lo Young Boys tanto turnover'
  • 17:18 | Sanremo 2021, pioggia di novità (e spunta il nome di Morgan)
  • 17:04 | Inter, Achraf Hakimi positivo al covid, salta il Borussia
  • 16:54 | Antigenico, molecolare, faringeo, salivare: le differenze fra i test
  • 16:50 | Tenere aperte le finestre aiuta davvero a disperdere il virus
  • 16:49 | La playlist di TIMMUSIC con le più grandi hit del millennio
  • 16:45 | L'inquinamento ha ucciso 500mila neonati in un anno
Playoff NBA, Herro guida Miami alla vittoria su Boston: serie sul 3-1 - Credit: Kevin C. Cox / IPA / Fotogramma
BASKET PLAYOFF NBA 2020 24 settembre 2020

Playoff NBA, Herro guida Miami alla vittoria su Boston: serie sul 3-1

di Federico Bandirali

Heat a un passo dalle Finals, Celtics spalle al muro

Dopo la vittoria di Denver in Gara 3 della finale a Ovest contro i Lakers, nella notte italiana tra mercoledì 23 e giovedì 24 agosto i playoff NBA 2020 sono proseguiti con il quarto episodio della finale della Eastern Conference tra Miami Heat e Boston Celtics, con la franchigia della Florida avanti 2-1 nella serie.

E, come nei precedenti episodi, in Gara 4 l’equilibrio l’ha fatta da padrona in un match tirato fino all’ultimo e risolto da una prestazione superlativa di Tyler Herro. Il rookie degli Heat, infatti, dopo aver mostrato sprazzi di talento e faccia tosta invidiabile per una matricola in tutta la postseason, ha messo a referto 37 punti con 14/21 dal campo (5/10 da 3), con 17 punti nel quarto conclusivo, regalando a Miami vittoria in volata e ipoteca sulle Finals,

 

Boston è ora chiamata all’impresa per provare rimonta dal 3-1 nella serie e sperare di tornare a giocarsi l’anello a 10 anni di distanza dalle Finals del 2010 perse contro i Lakers di Kobe Bryant e Pau Gasol: missione quasi impossibile.

 

24 settembre: Gara 4 finale Eastern Conference

Boston Celtics (3) – Miami Heat (4) 109-112

Serie sull’1-3

 

Ci si aspettava un quarto episodio della serie combattuto e risolto sul filo di lana dopo i primi tre atti della serie tra Celtics e Heat, e puntualmente così è stato. Nella prima metà di gara nessuna delle due squadre riesce a scappar via, con tensione palpabile e equilibrio a farla da padrona, anche se in chiusura di secondo periodo gli uomini di coach Spoelstra provano a dare la prima spallata al match rientrando negli spogliatoi sul +6 (44-50).

 

Al rientro sul parquet gli Heat tentano di assestare il colpo del ko arrivando sul +12, ma Jayson Tatum non è esattamente d’accordo e piazza 16 punti nel quarto (dei 28 totali, con 9 rimbalzi e 4 assist) utili a riportare a contatto Boston alla penultima sirena (76-77).

 

Nel quarto conclusivo, però, Herro decide di fare il fenomeno e ne imbuca 17 (record di franchigia in postseason) dei suoi 37 (rookie con più punti segnati in una finale di Conference di sempre, superando i 35 di Andrew Toney) e, con il supporto della coppia Butler (24+9) – Dragic (22) e il solito dominio nel pitturato di Bam Adebayo (20+12) dà il via al break che sembra chiudere il match a 2’ dalla fine.

 

 

Jaylen Brown (21) e Kemba Walker (20), non demordono, i Celtics rientrano in scia tornando a -2. Butler trema dalla lunetta imbucando un solo tiro libero, ma la tripla della disperazione dei biancoverdi non trova il fondo della retina.


 

Il cammino nei playoff della truppa di coach Stevens sembra ormai destinato ad andare in archivio ad un passo dalle Finals, nonostante il rientro del neo papà Gordon Hayward (14 nella seconda uscita dopo l’infortunio alla caviglia) possa essere un’arma in più per credere ancora nel miracolo. Con il libro di storia della NBA che, nella “bolla” del Disney World Resort di Orlando, è già stato riscritto svariate volte.

Leggi tutto su Sport