Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 07 agosto 2020 - Aggiornato alle 06:00
Live
  • 08:46 | Ora Twitter permette di scegliere chi può replicare ai propri tweet
  • 21:40 | La Roma dà primo dispiacere a Friedkin, fuori dall'Europa League
  • 19:50 | Stai pensando di acquistare un divano colorato?
  • 18:00 | Buon compleanno Marco Liorni
  • 17:51 | Barcellona-Inter, lo scambio di Lautaro dipende da Suarez
  • 17:16 | Sarri pensa oltre il Lione: 'Non credo sarà mia ultima partita'
  • 17:00 | TIM FLEXY: Internet veloce per le seconde case, solo quando serve
  • 17:00 | Scuola: quando si ricomincia, regione per regione
  • 16:52 | Milan, arriva Kalulu (classe 200) a parametro zero
  • 16:50 | Distanza su bus e treni: cosa è stato deciso finora
  • 16:45 | Inter, 3 motivi per cui Conte può essere soddisfatto
  • 16:24 | La Premier League torna alle tre sostituzioni
  • 16:23 | Barcellona-Napoli? 'Maradona tiferà per gli azzurri'
  • 16:20 | L’Udinese ha deciso: si va avanti con Gotti
  • 16:20 | Sondaggi Usa 2020: Biden in testa negli Stati chiave
  • 16:00 | L’omaggio di Kate a nonna Valerie
  • 15:30 | Coronavirus: il punto sulla pandemia
  • 14:59 | Instagram Reels disponibile in Italia, la sfida a TikTok è globale
  • 14:18 | Atalanta e Moioli tornano a scusarsi con tifoso Napoli insultato
  • 13:18 | Ferrari, il bis di Silverstone per migliorarsi ancora
qualifiche-disastrose-ferrari-austria - Credit: Fotogramma/IPA
formula 1 11 luglio 2020

Qualifiche disastrose per la Ferrari in Austria

di Pierfrancesco Catucci

Vettel partirà 10º, Leclerc 14º. Pole position per Hamilton

Quando sembrava che stesse provando a rialzarsi (dopo la discreta prestazione nelle due sessioni di prove libere del secondo gran premio d’Austria), la Ferrari è crollata nelle qualifiche, ha portato solo un pilota in Q3 (questa volta Vettel, la scorsa settimana Leclerc) ed è stata anche penalizzata.

Vettel, dunque, partirà dalla 10ª posizione, Leclerc dalla 14ª. In pole position Lewis Hamilton (89ª in carriera) su Mercedes che ha scavato il solco su tutti gli inseguitori: Verstappen (secondo) è a 8 decimi, Sainz (terzo) a quasi un secondo, per 30 millesimi davanti all’altra Mercedes di Bottas che domenica scorsa ha vinto il GP.

 

Quinto posto per la Renault di Ocon, seguita dalla McLaren di Norris, dalla Red Bull di Albon, dall’Alpha Tauri di Gasly, dall’altra Renault di Ricciardo e dalla Ferrari di Vettel. E Leclerc, che ha chiuso undicesimo, è stato poi penalizzato di 3 posizioni per aver ostacolato l’Alpha Tauri Kvyat nella Q2.

 

Va detto, però, che sono state qualifiche fatte in condizioni estreme, con una pioggia torrenziale che ha addirittura costretto l’organizzazione ad annullare le terze libere del mattino e a posticipare le qualifiche di tre quarti d’ora.

 

La Ferrari, però, è apparsa subito in grossissima difficoltà, come se avesse completamente scaricato l’assetto aerodinamico in funzione della gara che dovrebbe corrersi in condizioni di asciutto.

 

Nessun calcolo particolare, invece, per le Mercedes che hanno dimostrato ancora una volta di essere le più veloci di tutti. La gara di domenica, però, promette spettacolo come quella della scorsa settimana quando i problemi di affidabilità hanno condizionato quasi tutti ad eccezione delle due Rosse, una delle quali è finita anche sul podio con Leclerc.

Leggi tutto su Sport