Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Per Conoscere
    • Ricette
    • Sport
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 giugno 2021 - Aggiornato alle 05:00
Live
  • 22:05 | Basket, ad Amburgo l’Italia stende anche la Repubblica Ceca 83-71
  • 21:05 | Ewan McGregor e il film sulla scalata dell’Everest
  • 20:38 | Matteo Berrettini è in finale sull’erba del Queen’s
  • 19:09 | Covid: quanti sono i morti, regione per regione
  • 19:03 | MotoGP 2021, Germania: Rossi 'vede nero' per la gara e il 2022
  • 19:02 | Chi vuole, potrà avere la seconda dose di AstraZeneca
  • 17:30 | In Italia 1.197 nuovi positivi su 250mila tamponi. 28 i morti
  • 17:24 | Covid, come ottenere il Green pass sull’app Immuni
  • 17:01 | Iran, il nuovo presidente è l'ultraconservatore Raisi
  • 15:59 | MotoGP 2021, Germania: Zarco centra la pole position al Sachsenring
  • 15:45 | La nuova fondazione di Kate Middleton
  • 15:27 | Il Museo Etnografico di Sassari diventa un atelier
  • 14:13 | Edoardo e Sophie di Wessex festeggiano 22 anni di matrimonio
  • 13:15 | Litosfera: com'è fatta la Terra
  • 12:15 | Filetto di salmone al forno con patate
  • 12:15 | Estate 2021: le soluzioni preferite dagli italiani
  • 12:07 | Ibrahimovic operato al ginocchio
  • 11:56 | Mancini pensa a un po’ di turnover per il Galles
  • 11:45 | Chi è Florin Vitan, tiktoker che sogna di fare l'attore
  • 11:45 | Tabella tempi di cottura sottovuoto bassa temperatura
Roland Garros, Musetti sfiora l’impresa contro Djokovic Lorenzo Musetti - Credit: CHRISTOPHE SAIDI/SIPA / IPA / Fotogramma
TENNIS 8 giugno 2021

Roland Garros, Musetti sfiora l’impresa contro Djokovic

di Giovanni Teolis

Anche Jannik Sinner sconfitto: Nadal non dà scampo e vince per 3-0

Niente impresa per Lorenzo Musetti e Jannik Sinner contro i mostri sacri del tennis mondiale Nole Djokovic e Rafa Nadal.

Sebbene nessuno dei due giovani italiani sia riuscito a strappare il biglietto per i quarti di finale, entrambi hanno dato segnali più che incorggianti rispetto alla loro crescita. Soprattutto Musetti contro il numero uno al mondo Nole Djokovic nei primi due set ha impressionato per giocate e intensità.


Musetti ha cullato l’idea di poter battere Djokovic. Il giovane tennista toscano si è imposto in maniera convincente nei primi due set, vincendo in entrambe le occasioni al tie-break. 6-7(7) 6-7(2) 6-1 6-0 4-0 però il risultato finale dopo quasi tre ore e mezza di battaglia, con il campione serbo Novak Djokovic capace di ribaltare una partita che sembrava ormai pronta scivolargli via. A Musetti resta il rammarico di non essere riuscito a giocare, per motivi fisici (noie all’inguine), al massimo i tre set finali tanto doversi addirittura anche ritirare. Ora Djokovic se la vedrà contro Matteo Berrettini.


Nessun rammarico per Musetti che a fine partita ha commentato così la sua prestazione:

"È stata un' esperienza fantastica, ho giocato il mio miglior tennis di sempre per oltre due ore. Mi dispiace perché fisicamente non sono riuscito a reggere sulla lunga distanza, ed é qualcosa su cui dovrò lavorare. I dolori sono iniziati al terzo set, poi è andata sempre peggio nel quarto, finché nel quinto mi sono venuti i crampi. Non riuscivo più a gestire lo scambio. In ogni caso non posso non essere contento di questa settimana. Se mi avessero detto che avrei vinto due set contro Nole sul centrale, non ci avrei creduto".
 

A fine gara sono arrivati i complimenti di Djokovic che così ha parlato in conferenza stampa della partita:

“Tra la fine del terzo e l’inizio del quarto set ho capito che lui non stava bene fisicamente e questo mi ha dato motivazione per cercare di finire in fretta. Certo è un peccato per un giovane trovarsi due set a zero sopra sul Centrale nel suo primo ottavo di finale e non poter avere la chance di vincere l’incontro. Era sicuramente al comando delle operazioni nei primi due set. All’inizio della mia carriera, anch’io sono stato in difficoltà con gli infortuni negli Slam. Non è divertente, non è proprio qualcosa che vuoi come giovane giocatore. Giocare sul Campo Centrale contro un top player per lui è stata un’esperienza nuova. Ma l’esperienza è sempre l’insegnante migliore.“


E come è andato Sinner?

Jannik Sinner dà battaglia a Rafa Nadal per due set, poi di fatto alza bandiera bianca. 7-5 6-3 6-0, in due ore e 17 minuti, il risultato finale a favore dello spagnolo deciso più che mai a conquistare per la quattordicesima volta in carriera lo Slam parigino. Il rimpianto di Sinner è tutto nella mancata vittoria del primo set: con il turno di servizio e sul risultato di 5-3, Nadal è stato capace di annullare il pericolo vincendo quattro giochi consecutivamente. Così Sinner a fine gara ha parlato di quel momento chiave: 

 

“Rafa ha giocato bene i punti importanti ed è stato abile a farmi giocare in zone del campo che non amo. La strada è ancora lunga: non sono riuscito ancora a vincere un set e non ho vinto un set neppure quando ho affrontato Nole. Ho avuto la chance di conquistare il primo set quando sono andato a servire avanti sul 5-4, ma lui mi ha iniziato il game mettendomi pressione con un dritto lungolinea, poi ho messo io un dritto in rete e la partita è girata. Ho perso due volte 8 game di fila ma questo non perchè non ho lottato, ma perchè lui è stato molto più aggressivo di me”.

 

I più visti

Leggi tutto su Sport