TimGate
header.weather.state

Oggi 07 agosto 2022 - Aggiornato alle 10:15

 /    /    /  Il Settebello batte l'Ungheria e vola in semifinale mondiale
Il Settebello batte l'Ungheria e vola in semifinale mondiale

- Credit: Federnuoto media

a budapest30 giugno 2022

Il Settebello batte l'Ungheria e vola in semifinale mondiale

di Franco Porto

Gli azzurri sfideranno la Grecia venerdì 1º luglio

L'Alfred Hajos è una bolgia. Quasi seimila spettatori e un tifo da girone dantesco. Le telecamere di Raidue trasmettono la diretta in Italia. Il Settebello compie l'impresa e divora l'Ungheria 11-10 (2-3, 4-2, 2-1, 3-4) dopo essere stato avanti 11-7 a due minuti dalla fine; piazza il break nella parte centrale del match col collettivo che esalta Di Fulvio, premiato mvp ed autore di quattro gol.

 

A segno pure Echenique e Di Somma, che segnano una doppietta, Cannella, Bruni e Dolce. Ottima difesa, guidata da capitano Del Lungo, che salva 11 inferiorità numerica su 16. L'Ungheria, fermato Varga, si affida a Vamos che realizza una tripletta, ma con lo scorrere del cronometro accorcia i tempi delle giocate, si affida alle individualità e non trova più l'Italia.

 

In semifinale, venerdì 1º luglio, alle 16, i campioni del mondo affronteranno la Grecia che ha regolato gli Stati Uniti 16-11 con la manita di Argyropoulos Kanakakis (100% di media realizzativa, 5 tiri/5 gol). L'altra semifinale è Spagna-Croazia.

 

'La sensazione – commenta il ct Alessandro Campagna – è stata subito quella di una squadra che è entrata immediatamente dentro la partita. Ad eccezione dell'ultimo minuto, dove siamo calati un po' di concentrazione, ma ci può stare quando sei in vantaggio di quattro gol, siamo stati quasi perfetti. Abbiamo girato il fattore ambientale a loro sfavore; infatti hanno sbagliato molto, soprattutto nei momenti decisivi. Tra 48 ore questa partita sarà cancellata perché ci sarà una semifinale mondiale da affrontare. Con la Grecia ci attende un match più difficile dal punto di vista emotivo e psicologico. Loro hanno tanti giocatori di esperienza, ma noi siamo pronti'.

 

'È stata una partita emozionantissima – prosegue il difensore azzurro Andrea Fondelli – in uno stadio fantastico che ha spinto l'Ungheria fino alla fine. Sapevamo che era alla nostra portata; siamo stati fenomenali tutti. Abbiamo giocato come dei fratelli e questa è la nostra forza. Oltre ad essere compagni di squadra siamo veri amici e ci aiutiamo l'un l'altro il più possibile. La partita l'abbiamo giocata bene. All'inizio l'obiettivo era non prendere imbarcate. Giocare punto a punto. Spegnere l'entusiasmo e poi colpire. Pensavamo di arrivare alla fine in equilibrio, invece abbiamo raggiunto un 11-7 incredibile. Campagna ci aveva ricordato di quando aveva vinto da giocatore, ci aveva detto di non avere timore reverenziale, di giocare la nostra pallanuoto senza farci intimorire, di giocare divertendoci. Penso che ci siamo riusciti. In semifinale giocheremo con la Grecia vice campione olimpica. È una signora squadra, si parte alla pari. Noi vogliamo arrivare sino in fondo'.