Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 ottobre 2020 - Aggiornato alle 12:00
Live
  • 11:40 | Tenere aperte le finestre a scuola aiuta davvero a disperdere il virus
  • 11:16 | Dua Lipa: in arrivo un nuovo singolo, alcuni duetti e una sorpresa per i fan
  • 11:14 | La presentazione di Hauge e Dalot al Milan
  • 11:00 | Roger Federer mette nel mirino gli Australian Open
  • 11:00 | I 57 Cavalieri della Repubblica nominati da Mattarella
  • 10:11 | La bella vittoria della Lazio sul Borussia Dortmund
  • 09:52 | La vittoria della Juventus a Kiev
  • 09:46 | "Ma Rainey's Black Bottom", l’ultimo film di Chadwick Boseman
  • 09:00 | “The Theory Of The Absolutely Nothing” è l’album di debutto di Alex the Astronaut
  • 09:00 | Che fine hanno fatto i Righeira?
  • 09:00 | Come calcolare classe energetica di casa
  • 09:00 | Come si formano i buchi neri
  • 09:00 | Citazioni per biografia Instagram
  • 09:00 | Perché gli italiani gesticolano tanto?
  • 09:00 | Chi ha inventato la scuola
  • 06:00 | I titoli dei giornali di mercoledì 21 ottobre
  • 00:36 | Che cosa sta succedendo in Nigeria
  • 22:58 | Champions League, la Lazio affonda il Borussia Dortmund
  • 22:56 | Champions, Manita del Barcellona, lo Utd vince a Parigi
  • 20:53 | Champions League, Dinamo Kiev-Juventus 0-2, doppietta di Morata
SBK 2020, Teruel: Jonathan Rea ha vinto Gara 2 ad Aragon, Rinaldi 2° Jonathan Rea - Credit: Bradley Collyer / IPA / Fotogramma
SUPERBIKE 2020 6 settembre 2020

SBK 2020, Teruel: Jonathan Rea ha vinto Gara 2 ad Aragon, Rinaldi 2°

di Federico Bandirali

Redding, solo 3° dopo aver vinto la Superpole Race su Rea e Rinaldi, sprofonda a -36 nel mondiale

Dopo aver mostrato segni di cedimento nella Superpole Race del mattino - vinta da Scott Redding con la Panigale V4 R ufficiale lasciando presumere una possibile riapertura del mondiale da parte del britannico (scivolato a meno 30 in classifica dopo la caduta di Gara 1)  -, Jonathan Rea si è rifatto con gli interessi al pomeriggio e ha vinto Gara 2 del Round di Teruel sul circuito di Aragon valevole per il campionato Superbike 2020, allungando nuovamente nella graduatoria iridata.

Il nordirlandese della Kawasaki, alla 96esima vittoria in carriera, ha faticato e non poco per piegare la resistenza di Michael Ruben Rinaldi con la Ducati del team GoEleven, prendendo la testa della corsa a poche tornate dal termine dopo uno spettacolare e acceso duello con il 24enne riminese vincitore di Gara 1.

 

La gara

Si parte con Redding a prendere il comando delle operazioni seguito da Rea e Rinaldi, con Bautista a portare la sua Honda Fireblade in quarta posizione precedendo la seconda Ducati ufficiale di Chaz Davies. Il gruppo di testa si sgrana con i primi tre a fare la differenza e Davies in difficoltà, ma Redding dopo una battaglia forsennata con Rea cede la testa della corsa e si vede sfilare anche dal suo prossimo compagno di team.

 

Che, non domo, passa anche il cinque volte iridato e prende il comando delle operazioni, con Rea sempre incollato guidando al limite (e oltre), e Redding che sprofonda a un secondo di distanza dai due senza mai dare la sensazione di poter rientrare sul duo di testa.

 

Alle loro spalle, mentre Rea insiste abbozzando sorpassi senza mai provarci davvero nel tentativo di indurre Rinaldi all’errore, cadono sia Davies (dopo 12 giri) che Bautista, evidentemente oltre il limite per tenere la nuova CBR1000RR-R nelle posizioni che contano. Seconda caduta per lo spagnolo dopo quella del sabato e la netta sensazione che le tante scivolate costategli il mondiale nel 2019 non siano state episodi unici, come conferma anche la modesta carriera dell’iberico in MotoGP.

 

Rea, mentre si avvicina la fine della gara, prova ad affondare il colpo rischiando di cadere almeno due volte, anche perché la Ducati in rettilineo è un osso duro da superare e nel guidato le staccate al limite di Rinaldi complicano e non poco i piani del “Cannibale”. Che, ad ogni modo, riesce a trovare lo spunto per affondare il colpo in una mezza chicane e non si volta più indietro fino al traguardo, con l’ottimo Rinaldi e Redding (lontano 5” e in crisi con le gomme) a fargli compagnia sul podio di Aragon.

 

Leon Haslam risale dalle retrovie e porta la Honda al quarto posto piegando la resistenza della seconda Kawasaki di Lowes, con la Yamaha ufficiale di Michael van der Mark in sesta posizione e il compagno di team Razgatlioglu sesto.

 

Settima piazza per la R1 del team Ten Kate del francese Loris Baz, con la Casa di Iwata che si prende anche nona e la decima posizione grazie ad un ottimo Federico Carasciulo (9°) e al sempre più sorprendente statunitense Gerloff, con la BMW di Laverty a mettere una pezza (se tale si può definire) al ritiro del compagno Tom Sykes chiudendo in undicesima posizione davanti al redivivo Marco Melandri con la Ducati del team Barni.

 

Superpole Race: la vittoria di Redding su Rea e Rinaldi

Al mattino, come detto, la seconda giornata del Round del Teruel si è aperta con la Superpole Race vinta da Scott Redding, in grande spolvero dopo la caduta del sabato e capace di battere nella gara sprint sia Rea che Rinaldi. Alle loro spalle, nell’ordine, Bautista, Davies e Lowes, con Razgatlioglu settimo a precedere Haslam, Sykes e van der Mark, lasciando fuori dalla top ten Baz e Caricasulo (12°).  

 

La classifica del mondiale SBK dopo il Round di Teruel: Rea prende il largo su Redding

In classifica, “girata la boa” del campionato, Rea comanda con 243 punti allungando su Redding, fermo a quota 207: difficile per il ducatista recuperare 36 punti nelle restanti nove manche al nordirlandese, salvo errori o cadute del “Cannibale”, che non volendone mai sapere di accontentarsi del secondo posto non sono da escludere.

 

Lotta intensa anche per il terzo posto, con Razgatlioglu 3° a quota 147 davanti a Davies (141), van der Mark (133), Rinaldi (131) e Alex Lowes (127). Saranno questi i cinque piloti a giocarsi il podio iridato, con l’italiano in grande ascesa e le Yamaha in parabola discendente. Troppo lontano Bautista, ottavo con 83 punti. Troppi per poter impensierire il gruppone che lo precede.

Leggi tutto su Sport