Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 03 dicembre 2021 - Aggiornato alle 11:03
News
  • 10:12 | Lavoro, la ripresa è precaria
  • 09:45 | Le dimissioni del cancelliere austriaco Schallenberg
  • 09:29 | Tutti i nomi per sostituire Kjaer
  • 09:16 | Merkel lascia aprendo all’obbligo vaccinale
  • 09:16 | SBK 2022, Razgatlioglu continuerà a correre col numero 54
  • 09:01 | Il pazzo pareggio tra Lazio e Udinese (4-4)
  • 07:00 | I vaccini e i lockdown in Europa e le altre notizie sulle prime pagine
  • 02:04 | Lazio-Udinese 4-4: Acerbi illude i capitolini, Arslan pari al 99'
  • 23:52 | Rafa Nadal rassegnato: “Sarà Djokovic il primatista di Slam vinti”
  • 21:03 | Torino-Empoli 2-2: Romagnoli e La Mantia rimontano i granata
  • 17:48 | Economia, la ripresa forte dell'Italia
  • 17:30 | La classifica delle città più vivibili
  • 17:11 | Kjaer, coinvolti i legamenti: necessario l'intervento
  • 17:00 | Covid, i dati del 2 dicembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:48 | Lesione al legamento per Kjaer
  • 16:05 | Calcio: due giornate a Spalletti, salta Atalanta ed Empoli
  • 15:45 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 13:17 | Vaccini, per Pfizer dovremo fare richiami per diversi anni
  • 13:15 | Ecumenismo alla Casa Bianca di Joe Biden, si celebra Hanukkah
  • 13:07 | Le otto nuove sale di Palazzo Maffei a Verona
SBK 2021, Portogallo: Rea vince Gara 2 a Portimao e riapre il Mondiale Jonathan Rea - Credit: Andrea Bruno Diodato / IPA / Fotogramma
SUPERBIKE 2021 3 ottobre 2021

SBK 2021, Portogallo: Rea vince Gara 2 a Portimao e riapre il Mondiale

di Simone Colombo

Il Cannibale non molla e, complice una rovinosa caduta di Razgatlioglu torna in corsa per il titolo

Dopo le due cadute che sembravano essergli definitivamente costate il settimo titolo iridato consecutivo, Jonathan Rea chiude in bellezza il weekend a Portimao vincendo in solitaria Gara 2 del GP del Portogallo e, stante la rovinosa caduta del leader della classifica Toprak Razgatlioglu a dieci giri dal termine, si riporta a 24 punti dal turco della Yamaha riaprendo il discorso per il Mondiale Superbike 2021.

Vittoria numero 110 in carriera con le derivate di serie per il nordirlandese della Kawasaki, non senza polemiche con il rivale turco. Sul podio, insieme al Cannibale, salgono le due Ducati di Scott Redding e Loris Baz, con il francese per tre volte terzo alla seconda uscita in sella alla Panigale V4 R del team GoEleven al posto dell’infortunato Chaz Davies.

 

Quarta piazza per Andrea Locatelli, a precedere lo statunitense Garrett Gerloff e il vincitore della Superpole Race Michael van der Mark. Settimo Michael Ruben Rinaldi, mentre chiudono la top ten, nell’ordine, Leon Haslam, Axel Bassani ed Eugene Laverty.

 

La gara

Alla partenza, il semaforo del circuito portoghese va in tilt e di conseguenza lo start viene ritardato di una decina di minuti con gara 2 accorciata a 19 giri rispetto ai 20 originariamente previsti. Scatta bene dalla seconda casella all’accendersi del semaforo verde Scott Redding, che prende la testa della corsa davanti alle Yamaha di Locatelli e Razgatlioglu, con Rea che dalla decima posizione in griglia si porta subito in quarta posizione alle spalle del rivale per il titolo.

 

Il Cannibale macina sorpassi, si sbarazza di Locatelli prima, poi di Redding ma alla fine del secondo giro il britannico rimette la sua Ducati davanti a tutti seguito da Razgatlioglu e Rea con Locatelli quarto a precedere Rinaldi e Bassani in nona posizione.

 

Il duello a tre per la prima posizione si infiamma, Rea stuzzica più volte il turco della Yamaha e fa tutto il possibile (e non) per restare in testa e mettere pressione sul rivale. Razgatlioglu non molla, Rea prova ad andare in fuga ma la battaglia diventa entusiasmante e ricca di sorpassi e controsorpassi.

 

L’irlandese spinge al limite la Kawasaki, Toprak ci prova ma, apparentemente per via di un pezzo di parafango della R1 finito sotto un pneumatico perde il controllo della moto e in curva 15 cade senza fortunatamente patire conseguenze fisiche.

 

Rea amministra, Redding si accontenta mentre dietro Baz, Bautista e Locatelli danno spettacolo nella lotta per il terzo posto. Lo spagnolo della Honda cade a due giri dalla fine dopo un contatto con Baz, che si prende la terza posizione e non la molla più tagliando il traguardo dopo Rea e Redding centrando ancora il terzo posto a Portimao.

 

Locatelli paga dazio e chiude quarto, ma il Mondiale è decisamente riaperto dopo che le due cadute di Rea nelle manche precedenti sembravano aver chiuso i conti. E il duello tra il turco della Yamaha e il nordirlandese della Kawasaki per il titolo si riapre a sorpresa, con polemiche e provocazioni tra i due incluse.

I più visti

Leggi tutto su Sport