• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 gennaio 2022 - Aggiornato alle 00:00
News
  • 06:22 | Eurolega, l’Alba Berlino tramonta a Milano, l’Olimpia vince 84-76
  • 22:37 | Eurocup, Bourg en Bresse espugna Venezia allo scadere 78-81
  • 22:31 | Eurocup: la Joventut Badalona passeggia, Trento annientata 82-65
  • 17:50 | Covid, i dati del 18 gennaio: tasso di positività al 15,4%
  • 17:41 | Perché l'Indonesia cambierà la capitale
  • 17:00 | A Fabriano la mostra sulla pittura del Trecento marchigiano
  • 16:50 | Conferenza annuale Esa, Aschbacher: in autunno i nuovi astronauti
  • 16:21 | Haiti a 12 anni dal terremoto
  • 14:58 | Inter, in due salutano: Sensi alla Samp e Vecino alla Lazio
  • 13:51 | L'addio di D'Aversa: 'Derby e media salvezza non sono bastati'
  • 13:34 | Chi è la nuova presidente del Parlamento europeo
  • 12:11 | Australian Open, Sinner non sbaglia e vola al secondo turno
  • 12:09 | In quali negozi NON servirà il Green Pass
  • 11:53 | Le “Creature Fantastiche” popolano gli Uffizi di Firenze
  • 11:49 | La cerimonia in ricordo di Sassoli, a Strasburgo
  • 11:15 | Scuola e Covid, i presidi lamentano "enormi difficoltà gestionali"
  • 10:40 | Il nuovo record di dosi settimanali
  • 10:31 | La Juve vuole subito un nuovo centrocampista
  • 10:22 | Il terremoto in Afghanistan
  • 09:58 | La gran vittoria della Fiorentina sul Genoa (6-0)
SBK 2021, Indonesia: Rea brucia Redding in volata e vince Gara 2 Jonathan Rea - Credit: Andrea Bruno Diodato / IPA / Fotogramma
SUPERBIKE 2021 21 novembre 2021

SBK 2021, Indonesia: Rea brucia Redding in volata e vince Gara 2

di Federico Bandirali

Dopo un’altra tempesta il Cannibale nell’epilogo stagionale rilancia subito la sfida a Razgatlioglu per il 2022

Con Razgatlioglu già iridato e un altro diluvio torrenziale ad abbattersi sul circuito di Mandalika costringendo gli organizzatori a ritardare la partenza alle 9:30 italiane accorciando la durata della manche finale della stagione del Mondiale Superbike a soli 12 giri, Jonathan Rea bissa l’inutile successo di Gara 1 chiudendo con l’ennesima vittoria un 2021 amaro, causa perdita del numero 1 dopo sei anni di successi nel binomio perfetto con Kawasaki.

Il nordirlandese, su pista comunque bagnata e non poco, ha tirato fuori gli artigli al termine di una gara spettacolare nel duello per il successo con Scott Redding, autore di un piccolo ma costoso errore nel finale dopo una serie di sorpassi tra il futuro pilota della BMW e il “Cannibale”.

 

Terza piazza per la BMW dell’olandese van der Mark, mentre Razgatlioglu nonostante la voglia di dimostrare progressi anche su asfalto bagnato si è accomodato ai piedi del podio restando comunque il centauro che festeggerà di più sia in Indonesia che al rientro in Turchia per un 2021 eccezionale.

 

Quinto Tom Sykes, ai saluti con BMW, davanti alla Yamaha dello statunitense Gerloff, miglior pilota indipendente dell’anno. Settima piazza per Nozane, mentre Locatelli con la seconda R1 ufficiale ha centrato sia il quarto posto in classifica che il titolo di miglior esordiente del 2021 tra le derivate di serie. A chiudere la top ten Vinales e Alvaro Bautista, che nel 2022 tornerà in Ducati al posto di Redding per provare l’assalto a un titolo da troppi anni lontano da Borgo Panigale.

 

Sfortuna e non solo per l’altro esordiente azzurro Axel Bassani, letteralmente “spedito” per terra da una manovra avventata di van der Mark, mentre Chaz Davies chiude ancora relativamente giovane una carriera “particolare” con un mesto 12° posto a 50” dal vincitore, pur disponendo di una Panigale V4 R identica a quelle ufficiali ma affidata al team GoEleven.

 

Poteva esserci epilogo migliore, ma archiviata la stagione è già tempo di guardare avanti e vedere se la voglia di rivalsa di Rea basterà per piegare Toprak dopo che il turco è riuscito nell’impresa di detronizzarlo mettendo fine alla striscia di sei mondiali Superbike consecutivi vinti dal Cannibale.

I più visti

Leggi tutto su Sport