Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 31 luglio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 18:10 | L’Italvolley femminile cede alla Cina
  • 18:05 | Hamilton torna in pole position in Ungheria
  • 18:00 | Covid, i dati del 31 luglio: il tasso di positività è al 2,5%
  • 17:40 | G20 della Cultura al Colosseo, che cos'è la "Dichiarazione di Roma"
  • 15:30 | L'Italia è in fiamme da nord a Sud, roghi in tutto il Paese
  • 15:26 | Vaccino, la terza dose "a 12 mesi dalla seconda"
  • 15:13 | I possibili tamponi a prezzo calmierato
  • 13:08 | Basket, Olimpiadi: l’Italia piega la Nigeria 80-71 e centra i quarti
  • 10:09 | L’argento di Mauro Nespoli nel tiro con l’arco
  • 10:00 | Economia, così cresce la fiducia del paese
  • 09:29 | Ufficiale Matteo Lovato all’Atalanta
  • 09:15 | Covid, Brusaferro: ecco perché dobbiamo muoverci ancora con prudenza
  • 09:03 | I bronzi di Simona Quadarella e Irma Testa
  • 00:15 | Basket, NBA draft: la prima scelta assoluta è Cunningham (Detroit)
  • 20:26 | Per Rea il futuro è in SBK, ma “mai dire mai alla MotoGP”
  • 19:00 | Covid, monitoraggio Iss: l'Rt è salito a 1,57
  • 18:03 | L’Italvolley maschile vola ai quarti del torneo olimpico
  • 16:39 | La variante Delta si diffonde come la varicella
  • 16:09 | Covid, perché la Cina ha accusato gli Usa di terrorismo
  • 16:08 | L'aumento dei contagi a Tokyo: stato d'emergenza fino al 31 agosto
SBK 2021, le pagelle del GP dell’Emilia Romagna a Misano Michael Ruben Rinaldi - Credit: LiveMedia/Otto Moretti / IPA / Fotogramma
superbike 2021 14 giugno 2021

SBK 2021, le pagelle del GP dell’Emilia Romagna a Misano

di Federico Bandirali

A Rinaldi manca poco per la lode. Rea e Razgatlioglu bene, sorprende Axel Bassani. Redding rimandato, ancora

Michael Ruben Rinaldi: 10

Due vittorie e un secondo posto in Gara 2 nella gara di casa per il riminese della Ducati, che dimostra di essere competitivo ai massimi livelli ma, complice il caldo, chiude senza calare il tris restando comunque sempre in lizza per la vittoria.

In crescendo, come i successi in carriera tutti ottenuti a Misano (3, di cui 2 nel 2021). L’età è dalla sua, ma resta da valutare su piste meno favorevoli per lui.

Toprak Razgatlioglu: 9,5

In Gara 1 è bravo a sfruttare l’errore di Rea per cogliere la seconda posizione, poi si conferma a podio nella Superpole Race e in Gara 2 dimostra che la Yamaha è migliorata molto con temperature alte, vincendo d’autorità.

Jonathan Rea: 8,5

Si salva da caduta certa in Gara 1, poi su un tracciato non favorevole alla nuova Ninja depotenziata il “cannibale” decide di accontentarsi, chiudendo il weekend italiano con 3 podi. L’errore è brutto per un fuoriclasse, il salvataggio “alla Marquez” e, tutto sommato, il nordirlandese esce bene da un fine settimana complicato per Kawasaki.

Axel Bassani: 7,5

Al primo anno nel mondiale, inanella piazzamenti su piazzamenti subito alle spalle dei migliori. LA Ducati è moto competitiva, lui ci mette del suo e i risultati arrivano. Se son rose, fioriranno. E salvo sorprese sarà così. Si toglie lo sfizio di regolare il presuntuoso Bautista in Gara 2, e merita mezzo voto in più solo per questo.

Garrett Gerloff: 6,5

Dopo aver fatto disastri all’Estoril, si ritrova sul groppone la penalizzazione e parte in Gara 1 dalla corsia box. Piano piano risale, fino al quinto posto in Gara 2 che è ennesima conferma del talento cristallino del texano. Senza sregolatezza, il “genio” è tale da far pensare ad un futuro in MotoGP e non nelle derivate di serie, ma deve trovare costanza e sbagliare di meno.

Scott Redding: 6

Sempre ai piedi del podio, mai in lotta per salirci. Questa in estrema sintesi la prestazione del britannico della Ducati nel Round in riva all’Adriatico, con l’aggravante di pagare dazio anche al compagno di team Rinaldi. La stazza fisica non lo aiuta, il caldo nemmeno, ma se vuole provare ad insidiare Rea deve fare di più.

Alex Lowes: 5

Il voto è anche la posizione occupata al traguardo, eccezion fatta per la sesta piazza in Gara 2 dopo aver subito la veemente rimonta di Gerloff. Fido scudiero di Rea, dimostra che la Ninja è veloce ma a fare la differenza è il manico.

Chaz Davies: 4

Due cadute, poi il ritiro in Gara 2 causa problemi alla spalla che ha picchiato per due volte violentemente sull’asfalto nelle due manche d’apertura. La Ducati gli affida una Panigale V4 R ufficiale, ma i risultati restano sospetti. Da tempo.

I più visti

Leggi tutto su Sport