Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 ottobre 2021 - Aggiornato alle 22:44
News
  • 00:01 | Basket, Serie A: risultati, tabellini e classifica dopo la 5ª giornata
  • 22:10 | Mondiali ciclismo su pista, Elia Viviani vince l’oro
  • 21:55 | Come vedere in tv tutte le partite della Serie A TIM, della Champions e molto altro
  • 20:27 | La vittoria di Jannik Sinner ad Anversa: quarto titolo in un anno
  • 20:07 | Roma-Napoli 0-0, i giallorossi frenano la capolista
  • 18:34 | L’Atalanta pareggia con l’Udinese e Gasperini attacca gli arbitri
  • 18:22 | MotoGP 2021, Quartararo incredulo: “Il mio mondiale è un sogno”
  • 17:25 | Verona e Fiorentina a valanga. Poker di Simeone al Bentegodi
  • 17:01 | MotoGP: Fabio Quartararo è campione del mondo
  • 17:00 | Covid, i dati del 24 ottobre: tasso di positività allo 0,9%
  • 16:47 | La denuncia del Papa sui "lager" in Libia
  • 15:48 | L’Austria valuta nuovi lockdown ma solo per i non vaccinati
  • 14:56 | Beffa Atalanta nel finale, Beto regala l'1-1 all'Udinese
  • 14:43 | Basket, Serie A: Napoli piega la Virtus 92-89, primo ko per Bologna
  • 14:12 | Per Ilaria Capua "abbiamo messo la pandemia in un recinto"
  • 14:00 | Iss: i contagi stanno aumentando soprattutto fra i sanitari
  • 11:13 | Chi è Otoniel, il re del narcotraffico mondiale, ora in prigione
  • 11:09 | Le ultime in vista di Inter-Juventus
  • 11:00 | Verstappen in pole position ad Austin
  • 10:59 | Il Milan batte 4-2 il Bologna in nove, Pioli: 'Mentalità decisiva'
SBK, Chaz Davies si ritirerà a fine 2021: “Pronto a voltare pagina” Chaz Davies (2021) - Credit: Otto Moretti / IPA / Fotogramma
SUPERBIKE 2021 23 settembre 2021

SBK, Chaz Davies si ritirerà a fine 2021: “Pronto a voltare pagina”

di Federico Bandirali

Il gallese lo ha annunciato alla vigilia del GP di Spagna. La speranza è rivederlo in pista prima di fine stagione

onvocata una conferenza straordinaria alla vigilia del Round di Jerez, il gallese Chaz Davies davanti a tutti i piloti e gli altri protagonisti della Superbike accorsi per l’occasione assolutamente straordinaria - che lo ha reso quasi obbligatorio - ha annunciato la decisione di ritirarsi a fine 2021, ovvero dopo le 12 manche restanti che partiranno col GP di Spagna fino al termine della stagione.

Davies, presentatosi in sala stampa emozionato e con voce palesemente emozionata, ha subito chiarito quello che tutti davano per scontato: “Sfortunatamente sarà la mia ultima stagione in Superbike. Non è stata una decisione facile, ci ho pensato molto ma quando è fatta è fatta. Credo che sia il momento giusto, anche se non è semplice credo sia la decisione corretta. Sono pronto a voltare pagina e aprire un nuovo capitolo”.

 

Il centauro britannico ha poi proseguito, con un mezzo sorriso, affermando davanti ai tanti presenti: “Non posso che essere grato a questo paddock e ricordare per sempre le gare italiane: i ducatisti mi hanno fatto sentire qualcosa di speciale”.

 

Come spiegato da Davies, la decisione non è stata per nulla improvvisa: “Ci ho pensato anche l’anno scorso, ma sentivo ancora il giusto feeling. Mi sono divertito anche quest’anno e ho conosciuto tante belle persone, ma ora sono certo che fermarsi sia la scelta giusta”

 

Campione del mondo Supersport nel 2011, Davies è approdato nelle derivate di serie l’anno seguente. Al debutto in Superbike, oltre a centrare subito una vittoria in Germania in sella alla BMW ParkinGO e diversi podi, nel 2013 si è ripetuto salendo sul gradino più alto del podio in diverse occasioni correndo per la Casa tedesca.

 

Nel 2014 la svolta con il passaggio in Ducati, senza più spostarsi se non tra i team interni di Borgo Panigale fino alla fine della carriera al termine del 2021.

 

In sella alla Rossa, Davies per tre volte è stato vicecampione iridato (2015, 2017 e 2018) chiudendo al terzo posto in altre due occasioni (2016 e 2020) con 32 vittorie complessive, 99 podi e sette Superpole.  Numeri eloquenti, con il gallese che nonostante infortuni e annate complesse ha sempre resistito provando a spingersi oltre il limite fino a diventare un beniamino dei tifosi Ducati nonché uno dei piloti più graditi ai tifosi, anche altrui.

 

A Jerez, però, il centauro del team satellite Go Eleven di Borgo Panigale dovrà rinunciare a scendere in pista, e l’auspicio dopo la rottura di due costole causa caduta nel GP di Catalunya è che possa tornare in sella prima che si completino gli ultimi quattro Round del 2021.

 

 “Non voglio concludere la mia carriera in ospedale – ha infatti esclamato il gallese in conclusione -. Spero di esserci in Argentina e mi piacerebbe tornare lì, è il mio obiettivo. La mia avventura in Superbike non può finire in questo modo e farò di tutto per esserci”. E sarebbe giusto così, per un pilota veloce e bravo nel mettere a punto la moto, rimasto però spiazzato e mai col giusto feeling da quando Ducati ha messo in pista la Panigale V4 R, ovvero nel 2019.

I più visti

Leggi tutto su Sport