TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  tennis djokovic vince internazionali roma 2022
Djokovic torna a vincere, trionfo agli Internazionali d’Italia

Nole Djokovic con il trofeo vinto a Roma contro Stefanos Tsitsipas- Credit: Marco Iacobucci / Ipa-Agency.net / Fotogramma

TENNIS15 maggio 2022

Djokovic torna a vincere, trionfo agli Internazionali d’Italia

di tennis-djokovic-vince-internazionali-roma-2022

Il campione serbo ha battuto in finale il greco Stefanos Tsitsipas: è il sesto trionfo a Roma

Nole Djokovic torna a vincere dopo sei mesi dall’ultima volta: il primo torneo nel 2022 è il Masters 1000 degli Internazionali d’Italia di Roma. Il campione serbo, numero 1 al mondo, ha battuto in due set il greco Stefanos Tsitsipas: 6-0 7-6(5) il risultato finale. L’ultimo successo in un torneo per Djokovic è stato lo scorso novembre al Masters 1000 di Parigi. 


Djokovic è arrivato a giocarsi la finale sulla terra rossa del Foro Italico senza mai perdere un set lungo tutto il torneo, festeggiando tra l’altro anche la vittoria numero 1000 in carriera quando ha superato in semifinale il norvegese Casper Ruud. Nell’era Open solo altri quattro giocatori sono stati in grado di tagliare il traguardo delle 100 vittorie: Jimmy Connors, Roger Federer, Ivan Lendl e Rafa Nadal.


Djokovic con quello di Roma ha vinto il 38° titolo Masters 1000 in carriera, un record. È anche il suo sesto trionfo nella Capitale.


Al termine della partita, questo il commento di Djokovic:

"Posso dire di aver sorpreso me stesso. Avevo un piano di gioco chiaro e sapevo cosa aspettarmi, quindi sapevo cosa dovevo fare, ma ho giocato un primo set perfetto. Dopo è stato un po' più combattuto. A questo livello, uno o due punti possono trasformare un incontro e lui è tornato in partita sul 4-1. La partita sarebbe potuta andare facilmente al terzo set, ma sono riuscito a trovare i colpi giusti al momento giusto per rientrare in partita. Nelle ultime due settimane ho lavorato sulla mia forma fisica e sapevo che la mia forma migliore sulla terra battuta arriva di solito nel periodo di Roma, quindi non poteva essere meglio andare al Roland Garros con un titolo. Vado a Parigi con molta fiducia".