TimGate
header.weather.state

Oggi 06 ottobre 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  Berrettini incassa la rimonta di Ruud e cede in tre set a Gstaad
Berrettini incassa la rimonta di Ruud e cede in tre set a Gstaad

Matteo Berrettini- Credit: Steven Paston / IPA / Fotogramma

TENNIS24 luglio 2022

Berrettini incassa la rimonta di Ruud e cede in tre set a Gstaad

di Samuele Ghidini

Al rientro dal Covid il romano parte bene ma cala fisicamente e, perso il 2° set al tie break, si arrende al novergese

Matteo Berrettini non riesce a centrare il tris e - dopo aver trionfato sull'erba a Stoccarda e Queen's - dopo  l'operazione alla mano destra che gli è costata tre mesi d'assenza dai tornei cede in finale nell'Atp 250 di Gstaad perdendo in tre set contro il norvegese Casper Ruud, decisamente più fresco e bravo a rimontare dopo aver lasciato al romano il primo set (4-6), sfruttando anche la stanchezza nel primo appuntamento dopo il Covid dell'azzurro per trionfare sulla terra battuta in Svizzera (4-6, 7-6, 6-2).

 

Prima sconfitta dopo 12 vittorie consecutive per Berrettini, al primo confronto con un avversario nella top 10 a distanza di quasi sette mesi dalla semifinale dell'Australian Open persa contro Rafa Nadal, con il rivale norvegese che dopo aver centrato senza entusiasmare la finale del Roland Garros a vantaggio dello spagnolo, ha vinto grazie e soprattutto grazie al servizio e al crollo fisico di Berrettini a cavallo tra secondo e terzo set complice il recupero lampo dal Covid e la conseguente fatica. Per il romano resta la consolazione di tornare al numero 14 nel ranking mondiale dalla 15esima.

 

La partita

 

Berrettini e Ruud partono senza strappi, con l'azzurro a piazzare il break nel 6° game del primo set portandosi sul 3-2. Con il romano al servizio Ruud replica però subito provando a piazzare il controbreak, con Matteo a reggere più volte per poi tenere il servizio e vincere il primo set 6-4.

 

Il secondo set vede i due rivali tenere sempre il servizio, con Berrettini che non sfrutta due palle break nel 3° game sbagliando per due volte consecutive il rovescio fino al decisivo tie break. Matteo ci prova, guadagna un mini-break di vantaggio ma Ruud sale in cattedra e piazza 5 punti consecutivi (5-1). Berrettini non demorde e piazza un altro mini break, ma Ruud prima piazza un ace guadagnandosi tre set point, poi chiude sul 7-4 facendo suo il secondo set 7-6.

 

Nel terzo e decisivo set il romano non ne ha più, perde il servizio nel terzo game e, a corto di energie, non riesce più ad opporre resistenza, con il norvegese che ha vita abbastanza facile e chiude i conti con un perentorio 6-2 che vale vittoria nel set e nel torneo svizzero.