TimGate
header.weather.state

Oggi 10 agosto 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  Wimbledon, solo impresa sfiorata per Jannik Sinner
Wimbledon, Jannik Sinner ha solo sfiorato l'impresa

Jannik Sinner- Credit: Marc Aspland/The Times / Ipa-Agency.net / Fotogramma

TENNIS06 luglio 2022

Wimbledon, Jannik Sinner ha solo sfiorato l'impresa

di Tommaso Passera

L'azzurro contro Nole Djokovic ha giocato un tennis scintillante nei primi due set, poi è crollato

Jannik Sinner gioca e vince due straordinari set contro Nole Djokovic, ma non sono stati sufficienti per fare sua la partita che gli avrebbe permesso di passare il turno e accedere alle semifinali di Wimbledon. Per fare sua la vittoria più importante della sua carriera. Djokovic, una volta messo alle strette, da vero campione, è stato capace di reagire e fare sua la partita. 5-7 2-6 6-3 6-2 6-2 il risultato finale a favore del serbo vincitore già sei volte dello Slam londinese, arrivato alla sua 43esima semifinale in uno Slam.


Al termine della partita le parole di Djokovic hanno voluto dare giustamente merito a Sinner. Ecco cosa ha detto il serbo a commento di prestazione e vittoria:

'Per due set lui è stato il migliore in campo. Poi sono andato in bagno, mi sono rinfrescato, guardato allo specchio e mi sono spronato. Ho cercato di ri-assemblare le idee per offrire al mio avversario il meglio che avevo. L’esperienza mi ha aiutato a gestire la pressione'.


Sinner, invece, ha iniziato così la sua conferenza stampa:

'È stato un match molto duro, ma lo sapevo già prima di scendere in campo. Stavo giocando bene, ma lui ha alzato il suo livello di gioco nel quarto set. Penso di aver giocato bene nel quinto, ho soltanto sbagliato alcuni colpi alla fine, ma penso di poter essere orgoglioso di quanto ho fatto'.


Sempre Sinner ha poi aggiunto:

'Penso di aver giocato sull’erba ogni partita meglio rispetto alla precedente, anche se gli avversari erano sempre diversi. Penso anche al futuro, tornare qui l’anno prossimo può aiutare molto. Ho imparato molte cose sull’erba e questo è stato il motivo per cui abbiamo scelto di giocare su questa superficie. Ho dimostrato di saper giocare un buon tennis, chissà che un giorno non riuscirò ad esprimermi ancora meglio. Cercherò di continuare a lavorare sodo, perché questa alla fine è la cosa più importante. Ora magari avremo qualche giorno libero, ma subito dopo torneremo a spingere di nuovo. Poi vediamo come andranno i prossimi mesi'.