TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 06:00

 /    /    /  Wimbledon, troppo Rafa Nadal per Lorenzo Sonego
Wimbledon, troppo Rafa Nadal per Lorenzo Sonego

Rafa Nadal e Lorenzo Sonego mentre discutono a rete- Credit: John Walton / Ipa-Agency.net / Fotogramma

TENNIS03 luglio 2022

Wimbledon, troppo Rafa Nadal per Lorenzo Sonego

di Tommaso Passera

Il campione spagnolo durante il terzo set ha rimproverato l'azzurro: ecco perché

Troppo Rafa Nadal per Lorenzo Sonego. Il tennista azzurro è stato sconfitto al terzo turno di Wimbledon dal campione spagnolo. 6-1 6-2 6-4 il risultato di una partita durata due ore e quattro minuti. Un successo che permette quindi a Nadal di continuare a cullare il sogno di migliorare il record di Slam vinti e anche di realizzare il Grande Slam. Ora agli ottavi Nadal giocherà contro l'olandese Botic Van de Zandschulp, n.25 ATP e testa di serie n.2). 


La partita tra Sonego e Nadal verrà ricordata anche per il rimprovero del campione spagnolo all'azzurro: tutta colpa di un tono della voce troppo alta. Nadal, infatti, durante il terzo set, dopo la chiusura del tetto e un controbreak di Sonego che ha portato al 4-4, ha fatto cenno all'azzurro di avvicinarsi alla rete per ricordargli con toni anche piuttosto decisi la necessità di rispettare un certo galateo nel tennis. Un episodio che non è andato giù a Sonego che a fine partita ha detto:

'Non esiste che un giocatore chiami a rete un altro, si fa in terza categoria non a Wimbledon. Chiami l’arbitro, non chiami un giocatore a rete. In quel momento mi ha condizionato. Mi ha detto che era condizionato dal mio verso. A fine partita si è scusato, è stato educatissimo. Io gli ho detto che però in quel momento mi aveva condizionato. Lui ha giocato un gran match e c’era poco da fare oggi, peccato che nel mio momento migliore non sono riuscito a tenere il servizio sul 4 pari, peccato'.

Anche Nadal è tornato su quell'episodio a fine partita e, a caldo, ha detto:

'No, non è vero che la situazione è diventata incandescente. Ho cercato di dire a Lorenzo nel modo più gentile possibile se poteva fare meno rumore. Ora mi sento in colpa, perché forse l’ho disturbato. Non era questa la mia intenzione. Non l’ho fatto apposta, davvero. Ora cercherò di spiegarmi con lui anche negli spogliatoi, mi sento malissimo per quello che ho fatto'.


Sempre Nadal, poi, in conferenza stampa tornando sull'episodio ha detto:

'Ho sbagliato a intervenire e a chiamarlo a rete in quel modo, non si fa. 'C'era una cosa che mi dava fastidio che lui facesse in quel momento. Ci sono i cosiddetti codici tra giocatori. Abbiamo avuto qualche problema, ma questo è tutto. Ho parlato con Sonego negli spogliatoi e la questione finisce lì'.