TimGate
header.weather.state

Oggi 04 luglio 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  Fotogramma/IPA
Verstappen tiene dietro le due Ferrari a Miami

- Credit: verstappen vince gp miami

formula 109 maggio 2022

Verstappen tiene dietro le due Ferrari a Miami

di Franco Porto

L’olandese della Red Bull vince il primo gran premio nella principale città della Florida

Max Verstappen vince anche il Gran Premio di Miami davanti alle Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz e all’altra Red Bull di Sergio Perez. La Ferrari, dunque, resta al comando del Mondiale Piloti (con Leclerc) e di quello Costruttori. Quinto e sesto posto per le Mercedes di Russel ed Hamilton.

 

Questo, in sintesi il Gp di Miami che Verstappen ha dominato sin dai primi giri. Leclerc sfrutta la pole position, parte alla grande e mantiene la prima posizione. Verstappen invece supera Sainz e si mette subito a caccia del leader del Mondiale e, al nono giro, sfruttando la miglior prestazione della Red Bull su gomme medie, passa il monegasco e allunga il vantaggio.

 

L’ingresso della safety car nel finale non cambia molto. Leclerc è sempre più aggressivo, non lascia respirare Verstappe che, però, va a vincere, prendendosi pure il giro veloce. Nel finale è sfortunato Mick Schumacher che perde l’ottavo posto dopo un incidente con l’amico Vettel. In zona punti anche Bottas (settimo), Ocon, Alonso e Albon.

 

“È stata una gara molto difficile a livello fisico – è il commento di Leclerc – abbiamo faticato parecchio nel primo stint con le gomme medie, sono stato superato in quel momento e questo ci ha reso la gara più difficile. Con le dure eravamo più competitivi, e verso la fine pensavo di poter passare Max, ma la Red Bull oggi aveva un vantaggio nel passo. Comunque, è stato divertente, è stato fantastico vedere così tante persone, sarò ripetitivo ma è grandioso vedere così tanti fan della Ferrari sugli spalti, grazie”.

 

“Altri duelli con Max? Io lo spero, dobbiamo continuare a spingere, da qui alla fine sarà importante lo sviluppo, speriamo di crescere sin dalla prossima gara. Anche oggi è stata molto combattuta, proprio come da inizio anno, ed è quello che mi piace”.

 

Molto provato anche Sainz: “Fisicamente sono stato meglio. Dopo venerdì avevo ancora male al collo prima della gara, ho dovuto farci i conti. È stata una bella battaglia con Checo, aveva le medie ed è stato difficile tenerlo dietro, ma abbiamo ottenuto il podio che è un buon risultato. Non è stato affatto semplice, è stata una corsa dura per il caldo, per via delle gomme la macchina scivolava tanto. Alla fine, abbiamo centrato il risultato che meritavamo, un discreto terzo posto. Possiamo crescere da qui, voglio di più ma non è male”.