TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 00:00

 /    /    /  ancelotti champions tifosi milan
Ancelotti vuole vincere la Champions anche per i tifosi del Milan

- Credit: Fotogramma/IPA

la finale25 maggio 2022

Ancelotti vuole vincere la Champions anche per i tifosi del Milan

di Franco Porto

Perché, in caso di vittoria, il Liverpool eguaglierebbe le 7 coppe dei rossoneri

Il 24 maggio il Real Madrid vinse la decima Champions League a Lisbona contro l'Atletico Madrid. Otto anni dopo, il Real si prepara a una nuova finale di Champions (la quinta negli ultimi otto anni). "Sono vigilie un po' diverse - afferma il tecnico italiano che nel media day ha presentato la sfida contro il Liverpool - c'è meno ossessione rispetto alla finale del 2014 ma è bello ricordarlo perché sono passati otto anni. Si tratta della quinta finale in questo periodo, questo è motivo di grande orgoglio per il Real Madrid".

 

Sabato alle ore 21 allo Stade de France di Parigi la sfida ai Reds di Jurgen Klopp al termine di un percorso pieno di ostacoli: "È stata per noi una Champions particolare - racconta Ancelotti - Siamo arrivati in finale perché siamo stati più determinati di altri. Forse eravamo meno favoriti di altri, ma questo ci ha aiutato a tirar fuori il carattere che questa squadra ha. In finale tutto può succedere, fino alla fine. Deve essere una vigilia positiva e serena.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Abbiamo raggiunto l'obiettivo della finale, poi può succedere di tutto. Pensiamo a divertirci, poi la preoccupazione arriverà prima della partita". Il Liverpool in caso di vittoria aggancerebbe i rossoneri a 7 Champions vinte: "I miei amici milanisti mi hanno chiesto di fare di tutto affinché il Liverpool non raggiunga il Milan - ha ammesso Ancelotti - È una piccola motivazione in più. Nella mia storia individuale il Liverpool è per me un avversario speciale sin dal 1984 con la prima finale di Coppa dei Campioni da giocatore. Mi piace ricordare l'ambiente di Anfield che spinge molto".

 

Complimenti al Milan per lo scudetto vinto, soffermandosi sul lavoro svolto da Maldini: "Da tifoso provo una sensazione speciale per questa vittoria, il ritorno al successo dopo 11 anni di astinenza - racconta Ancelotti - Il primo messaggio l'ho mandato a Maldini che ha fatto un grandissimo lavoro grazie alle sue qualità. Al di là delle qualità dei giocatori e dell'allenatore, la società è stata presente. Conosco bene Paolo, mi aspettavo di vederlo a questi livelli perché so quanto prenda sul serio le cose che fa".

 

Argomento anche la scelta di Kylian Mbappé che ha preferito rinnovare con il Paris Saint Germain piuttosto che approdare a Madrid: "Noi dobbiamo pensare solo a cosa fare - ha aggiunto Ancelotti - non parliamo mai di giocatori di altre squadre o club. Dobbiamo rispettare e fare il nostro lavoro. Non ci resta che pensare a prepararci bene per la finale".