Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:00
Live
  • 16:00 | A chi andrà il patrimonio del principe Filippo
  • 15:35 | Covid-19 seconda causa di morti dopo i tumori a marzo-aprile 2020
  • 15:32 | Chi è Luca Ravenna: età, fidanzata e carriera
  • 14:30 | Facebook: ecco le Live Audio Room per sfidare Clubhouse
  • 14:00 | Come vincere bici, monopattini e giardini idroponici con TIM Party
  • 14:00 | Le grandi mostre che riaprono il 26 aprile
  • 13:45 | “E dentro sono blu” è il nuovo singolo di Francesco Arpino, l’intervista
  • 13:44 | Covid, quali paesi hanno applicato il coprifuoco
  • 13:15 | Quali sono gli stili di arredo più amati
  • 12:48 | Deddy, inediti e testi del cantante di Amici 20
  • 12:38 | Coltivazione della soia e impatto ambientale, cosa dobbiamo sapere
  • 12:25 | Quali sono gli uccelli più rari?
  • 12:15 | La Cappella degli Scrovegni su Haltadefinizione
  • 12:14 | Setter irlandese: info e carattere di questa razza
  • 12:10 | Tutto su "Anna", la serie tv di Niccolò Ammaniti
  • 12:04 | 5 curiosità su Napoleone Bonaparte
  • 11:34 | Catherine Zeta-Jones e Michael Douglas festeggiano la figlia
  • 11:29 | Usa, condannato l'agente che uccise George Floyd
  • 11:18 | Il Borussia Dortmund vuole André Silva
  • 11:15 | Barbabietola al forno per un contorno light
atalanta-real-madrid-espulsione-freuler - Credit: CHINE NOUVELLE/SIPA / IPA / Fotogramma
champions league 25 febbraio 2021

Atalanta matura, in 10 resiste e perde solo 1-0 col Real Madrid

di Pierfrancesco Catucci

Gasperini su tutte le furie per il rosso troppo severo a Freuler dopo 17 minuti

In dieci contro undici per quasi un’ora (per l’espulsione più che discutibile di Freuler) l’Atalanta resiste contro il Real Madrid e perde 1-0 in casa per il gol di Mendy a 4 minuti dalla fine.

Una prestazione maiuscola della formazione di Gasperini che tiene aperta una porta sulla qualificazione ai quarti di finale di Champions.

 

Non è stata la solita Atalanta sfacciata e pronta ad abbattersi come un ciclone sulle avversarie. Quella che ha sfidato il Real Madrid era una Dea accorta, rispettosa dell’avversario ma non intimorita dalle 13 Champions League in bacheca dei Blancos. Una squadra molto più matura, insomma, che ha saputo difendersi e anche provare a segnare.

 

Tutto, però, chiaramente ruota attorno al cartellino rosso esibito a Freuler al quarto d’ora per un fallo considerato da ultimo uomo. Un cartellino estremamente severo, soprattutto alla luce del metro di valutazione adottato dall’arbitro anche nel prosieguo della partita.

 

Ragione per cui a fine gara Gasperini era arrabbiatissimo: “Non so in 11 contro 11 cosa sarebbe successo, sarebbe stata un'altra partita, più giocata, più bella. Il contrasto è un gesto tecnico che non si può togliere, c'è la tentazione di togliere ogni forma di contrasto e questo è un suicidio del calcio. Non dico niente sennò la Uefa mi tiene fuori per due mesi... Ma non possiamo avere arbitri che non hanno mai giocato a calcio e non sanno distinguere tra un fallo e un contrasto. Se non capiscono questo, cambino mestiere. Non bisogna essere ingegneri alla Nasa per capire queste cose. Quella di stasera è clamorosa. Poi hanno i mezzi televisivi che non si sa quando entrano in gioco, ma neppure di fronte alle immagini riescono a capire. Vale anche per il nostro campionato, eh, almeno stasera si è giocato di più...”.

 

Nonostante tutto, però, il tecnico si tiene stretto la prestazione dei suoi: “Rimane l'amarezza di non aver potuto giocare la partita attesa. Al di là del risultato, la nostra soddisfazione era poter giocare contro il Real Madrid in Champions. La gara è stata rovinata, poi non so quale sarebbe stato il risultato, però poi è uscita una partita diversa. La qualificazione non è chiusa, basta andare a vincere a Madrid. Siamo in una botte di ferro perché abbiamo un solo risultato, se riusciremo a fare l'impresa passeremo. È chiaro che questa partita pesa”.

I più visti

Leggi tutto su Sport