TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 15:01

 /    /    /  Icardi fuori rosa al Psg, il Monza ora ci crede davvero
Icardi fuori rosa al PSG, il Monza ora ci crede davvero

Mauro Icardi con la maglia del Psg- Credit: Credit: Fotogramma/IPA

CALCIO12 agosto 2022

Icardi fuori rosa al PSG, il Monza ora ci crede davvero

di Tommaso Passera

Negli prossimi giorni di mercato si potrebbe concludere la clamorosa operazione

Non è un momento facile per la carriera di Mauro Icardi. L'attaccante argentino è sempre più ai margini del progetto Paris Saint Germain e il nuovo tecnico dei transalpini Christophe Galtier ha deciso da poco di metterlo fuori rosa per aggregare alla prima squadra il 20enne Ekitike. Dovesse rimanere a Parigi l'ex capitano dell'Inter correrebbe quindi il serio rischio di venire aggregato alla seconda squadra del PSG, i dilettanti che militano nella quinta divisione del campionato francese.


>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Nelle scorse ore si è vociferato di una candidatura dello stesso Icardi per la Juventus, ma il club bianconero pur cercando disperatamente un vice Vlahovic è intenzionata a prendere un attaccante con altre caratteristiche. L'unica squadra al momento che sembra pronta a fare follie (fondamentale sarà comunque un aiuto dei parigini visto l'alto ingaggio, 10 milioni di euro all'anno) resta il neopromosso Monza di Silvio Berlusconi. L'amministratore delegato dei brianzoli Adriano Galliani non ha mai fatto mistero del desiderio di avere in squadra un giocatore come Icardi e la situazione venutasi a creare al PSG sembra essere quella ideale per un trasferimento in biancorosso dell'argentino negli ultimi giorni di mercato. 


Un assist importante per il trasferimento di Icardi al Monza arriva, almeno a parole, dallo stesso PSG e dal suo tecnico Christophe Galtier (tra l'altro giocatore proprio del Monza nella stagione 1997-1998). Ecco cosa ha detto il tecnico francese a proposito di Icardi:

'Ho visto Mauro all’inizio della settimana. La sua assenza lo scorso week-end è stata legata ad una scelta sportiva, l’ho visto ad inizio settimana per dirgli che voglio restringere il gruppo e non lavorare con 25 giocatori fuori dai piani. Il club sta lavorando a stretto contatto con Mauro per trovare la migliore soluzione possibile. Ha avuto pochissimo tempo per giocare e penso che sia meglio che si rianimi. Non ha perso tutto il talento così, ma è vero che da due anni è stato tutto difficile. Il fatto di cambiare squadra, di trovare una squadra più favorevole ti può permettere di rilanciarti in una carriera'.

 

    SERIE A

    Un'altra vittoria per l'Udinese

    Non vuole smettere di sognare l'Udinese di Sottil, che nel posticipo dell'ottava giornata ha messo in fila la sesta vittoria consecutiva, vincendo 2-1 a Verona in rimonta nei minuti di recupero.

     

    Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

     

    Un inizio di campionato storico, il migliore di sempre del club, che la proietta al terzo posto in solitaria a un punto dalle capoliste Napoli e Atalanta, davanti a Milan, Juventus e Inter: la prossima giornata, alla Dacia Arena, arriva proprio l'Atalanta, in una sfida di altissima classifica.

     

    A Verona i ragazzi di Sottil sono andati sotto nel primo tempo con il bel gol di Doig, ma nella ripresa prima Beto, dopo un'azione bellissima rifinita da Deulofeu, e poi Bijol di testa nei minuti di recupero hanno completato la rimonta. Il difensore sloveno ha segnato il secondo gol consecutivo dopo quello all'Inter. I friulani si confermano una squadra tosta, intensa, capace di lottare ma anche di giocare bene a calcio e che, a questo punto, non vuole dare un limite ai sogni.