Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 30 novembre 2020 - Aggiornato alle 08:00
Live
  • 06:08 | Il Napoli vince nel nome di Maradona: 4-0 alla Roma
  • 23:54 | Ecco la task force che gestirà il Recovery Fund in italia
  • 23:31 | La classifica delle città in cui si vive meglio nel 2020
  • 21:45 | David Lynch lavora a una nuova serie tv (per Netflix)
  • 21:20 | L'omaggio del San Paolo prima di Napoli-Roma
  • 21:13 | Chi è Arianna Gianfelici e perchè è stata sospesa da Amici
  • 20:00 | Cagliari-Spezia 2-2, Nzola riaggiuanta i sardi al 96'
  • 19:48 | F1 in Bahrein: Grosjean è salvo, ma che paura!
  • 19:31 | Il commosso omaggio di Lionel Messi a Maradona
  • 19:24 | Cesare Cremonini e la schizofrenia: "Così mi sono salvato"
  • 19:10 | Operazione Risorgimento Digitale: "Verso l’eccellenza digitale"
  • 18:49 | Ancora un rapper ucciso negli Usa, chi era Lil Yase
  • 18:30 | Dove trascorrerà il Natale la regina Elisabetta?
  • 18:14 | Com'è "Love Not War", il nuovo singolo di Jason Derulo
  • 17:35 | Federica Laviosa: chi è e che lavoro fa l'ex di Piero Chiambretti
  • 17:30 | Covid-19, calo dei decessi in Italia: 541 in 24 ore
  • 17:25 | Come si fa il riso soffiato in casa: la ricetta
  • 17:07 | Sotto inchiesta il medico personale di Maradona
  • 17:05 | “Star Wars”, è morto l’attore che impersonava Darth Vader
  • 17:03 | Il Milan batte la Fiorentina e allunga in testa
champions-inter-moenchengladbach Il gol del momentaneo 1-0 di Lukaku - Credit: Cesar Luis De Luca / IPA / Fotogramma
calcio 22 ottobre 2020

Due pari e una sconfitta nelle ultime 3: Inter, che succede?

di Pierfrancesco Catucci

All’esordio in Champions, due errori regalano il 2-2 al Borussia Moenchengladbach

Due pareggi e una sconfitta nelle ultime tre partite disputate.

C’è un po’ di amaro in bocca in casa Inter per il 2-2 all’esordio in Champions League contro il Borussia Moenchengladbach. Amaro in bocca perché i nerazzurri hanno costruito più dei tedeschi che sono stati bravi a capitalizzare al massimo due errori di Vidal, fino a quel momento probabilmente il migliore in campo. Di buono, però, c’è il solito Lukaku (autore di una doppietta) e l’ennesima reazione e il pareggio riacciuffato nei minuti finali quando l’Inter, con una punizione di Kolarov a tempo scaduto, avrebbe potuto anche vincerla.

 

Recuperati Bastoni e Nainggolan (ma in panchina perché con pochissimi allenamenti nelle gambe) dopo il Covid, Conte ha perso qualche ora prima della gara Hakimi (anche lui positivo al coronavirus): “Non è stato semplice oggi ricevere la notizia che Hakimi non avrebbe giocato, fino a stamattina si era allenato con noi e avrebbe anche giocato. Avevamo preparato situazioni di gioco. Non era semplice, loro sono stati bravi”.

 

Resta, invece, la delusione per aver concesso due reti su altrettante disattenzioni: “Abbiamo giocato contro una squadra di grande potenziale, con giocatori forti fisicamente, tecnici e veloci. Non ricordo parate di Handanovic, noi abbiamo creato molto e avuto occasioni. Non ho niente da rimproverare ai miei, si può migliorare e ci sono degli errori ma dobbiamo essere bravi a non farli”.

 

Infine un pensiero su Eriksen, apparso più coinvolto delle altre precedenti apparizioni: “Ha fatto bene come tutta la squadra, grande impegno e grande applicazione. Gli abbiamo chiesto di essere più decisivo in fase di possesso e ha fatto una buona partita, così come tutti gli altri”.

I più visti

Leggi tutto su Sport