Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 giugno 2021 - Aggiornato alle 00:00
Live
  • 20:30 | Eriksen vigile e stabile dopo il malore in campo
  • 19:51 | “Ted” diventerà una serie tv in live action
  • 18:54 | Microsoft, altri indizi sull'arrivo di Windows 11
  • 18:30 | Kim Kardashian e la divina indifferenza
  • 18:10 | Perché sorprende la vittoria della Krejcikova al Roland Garros
  • 17:32 | Euro 2020, Svizzera e Galles pareggiano. Italia prima da sola
  • 17:30 | Covid, i dati del 12 giugno in Italia
  • 17:03 | Sarà Rui Patricio a difendere i pali della Roma
  • 16:45 | SBK 2021, Rinaldi ha vinto Gara 1 a Misano su Razgatlioglu e Rea
  • 16:14 | Twitter, a breve l'integrazione delle newsletter di Revue
  • 14:30 | La piccola Lilibet è la bimba della pace
  • 12:30 | Vellutata di ceci, l'avete mai provata fredda?
  • 12:30 | Matrimonio estivi: i piatti al TOP e quelli FLOP
  • 12:25 | Fiorella Mannoia tra folk e denuncia: "La gente parla"
  • 12:00 | La grande mostra a Londra per celebrare Bob Dylan
  • 11:55 | Esiste un basso costruito con migliaia di mattoncini Lego (e funziona)
  • 11:37 | Da Verona a Taormina, ecco il "Coraggio Live Tour" di Carl Brave
  • 11:31 | Sanitari sospesi: come montarli e fissarli
  • 11:11 | Il primo giorno di Draghi al G7
  • 11:00 | Alimentazione sostenibile: che cos’è e come applicarla
chelsea-raggiunge-city-finale-champions-league La rete del 2-0 di Mason Mount - Credit: Adam Davy / IPA / Fotogramma
calcio 6 maggio 2021

Il Chelsea raggiunge il City in finale di Champions League

di Pierfrancesco Catucci

È la seconda finale tutta inglese negli ultimi tre anni

Per la seconda volta negli ultimi tre anni la finale di Champions League parlerà solo inglese.

E la vera notizia è che a raggiungere l’ultimo atto della più prestigiosa competizione europea per club nelle ultime tre stagioni sono state quattro squadre diverse della Premier League.

 

Nella seconda semifinale il Chelsea di Tuchel ha battuto 2-0 il Real Madrid di Zidane e ha raggiunto in finale il Manchester City che, il giorno precedente, aveva eliminato il Paris Saint Germain.

 

E sabato 8 maggio, alle 18.30, in Premier è in programma proprio la sfida tra il City e il Chelsea, con la formazione di Guardiola che, vincendo, conquisterebbe aritmeticamente il campionato.

 

Dopo il pareggio di Madrid, il Chelsea, autore di una prestazione di altissimo livello, ha aggredito il Real in casa e ha sbloccato la partita con il tedesco Werner. Poi ha sprecato una serie di occasioni del raddoppio fino a quando, nel finale, Mason Mount ha chiuso la sfida con un tap-in su cross di Pulisic (che aveva segnato all’andata).

 

Tuchel, dunque, torna in finale dopo quella persa lo scorso anno alla guida del Psg contro il Bayern Monaco. “Ma non è una rivincita personale – commenta il tecnico – e sono molto grato di tutte le cose che sto ricevendo dal calcio, pur non essendo stato giocatore di alto livello. Stasera abbiamo sofferto il loro possesso nel primo tempo, ma non abbiamo mai perso convinzione, difendendoci sempre bene. Poi nel secondo tempo abbiamo avuto più intensità e più corsa di loro, creando tantissimo. Potevamo segnare di più, abbiamo avuto una grande mentalità”.

 

Complimenti agli avversari, invece, da parte di Zidane: “Ha meritato il Chelsea, che è stato meglio di noi nei 180’. Abbiamo anche avuto le nostre occasioni ma non le abbiamo concretizzate. Io non sono contento di come abbiamo giocato, ma devo riconoscere che loro hanno fatto molto bene. Ci è mancato qualcosa, ma non dobbiamo cercare scuse. E alla fine sono contento di quello che hanno fatto i miei tra mille difficoltà. Ora cerchiamo di vincere la Liga”.

I più visti

Leggi tutto su Sport