Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
    • Ricette
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 giugno 2021 - Aggiornato alle 07:32
Live
  • 07:08 | Facebook Messenger: in arrivo tre novità, ma non tutte subito
  • 06:12 | SBK 2021, le pagelle del GP dell’Emilia Romagna a Misano
  • 06:00 | Il G7, la variante indiana e le altre notizie sulle prime pagine
  • 00:01 | Basket, si avvicina il preolimpico e Sacchetti ritrova Melli
  • 23:28 | Djokovic vince il Roland Garros e ora “vede” Federer e Nadal
  • 20:54 | Microsoft, altri indizi sull'arrivo di Windows 11
  • 19:01 | Google collegherà con un cavo sottomarino Usa e Sud America
  • 18:48 | Vaccini: a che punto siamo in Europa
  • 18:15 | Biden e Draghi, piena sintonia all’incontro al G7
  • 17:30 | Covid, i dati del 13 giugno in Italia
  • 17:16 | L’Inghilterra ha sconfitto la Croazia all’esordio (1-0)
  • 17:11 | In arrivo un prequel (animato) de I”Il Signore degli Anelli”
  • 16:03 | 5 cose che non possono mancare se amate lo stile country
  • 15:52 | Covid, il Regno Unito potrebbe rinviare le riaperture
  • 15:49 | Le parole di Speranza sul vaccino AstraZeneca
  • 15:35 | SBK 2021, Misano: Razgatlioglu ha vinto Gara 2 su Rinaldi e Rea
  • 15:30 | Il Milan punta Junior Firpo come vice Theo Hernandez
  • 15:13 | Niente pellegrinaggio alla Mecca per gli stranieri
  • 15:00 | Cicloturismo, la nuova tendenza del 2021
  • 13:05 | SBK 2021, Misano: Rinaldi conquista anche la Superpole Race
conte-lautaro-inter-roma - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 13 maggio 2021

Conte tiene sul pezzo l’Inter e litiga con Lautaro

di Redazione

Battibecco con l’argentino, entrato e sostituito dopo un tempo

Nessun calo di tensione, neanche dopo la matematica certezza dello scudetto e 3-1 rifilato anche alla Roma.

L’Inter è come il suo allenatore: vincente. E non molla di una virgola perché la vittoria è un concetto che deve entrare bene nella testa dei giocatori di Antonio Conte.

 

Ne sa qualcosa Lautaro Martinez, entrato alla mezz’ora del primo tempo per un infortunio a Sanchez e sostituito dal tecnico a metà della ripresa perché non stava giocando con l’intensità e l’attenzione che Conte chiedeva. Lautaro è uscito arrabbiatissimo, Conte lo ha ripreso e i due hanno battibeccato in panchina, ma il messaggio è chiaro per tutti.

 

A fine gara Conte non si presenta davanti ai microfoni e manda Stellini: “Una cosa del genere è successa anche a me 14 anni fa. Sono cose che nel calcio accadono e sono sinonimo della continua ricerca della mentalità vincente. Anche in un momento particolare come questo, vogliamo il massimo. Ora, però, è già acqua passata, si pensa alla Juventus”.

 

Sì, alla Juventus, perché sabato alle 18 l’Inter di Conte, in caso di vittoria, potrebbe decretare la mancata qualificazione alla Champions League dei bianconeri (in caso di successo del Napoli a Firenze).

 

La partita contro la Juve, per l’Inter e Conte non è mai una partita come le altre, a maggior ragione dopo gli strascichi nervosi della semifinale di Coppa Italia quando tra il tecnico nerazzurro e Agnelli volarono parole pesanti.

 

All’Inter, però, guardano solo nella propria direzione, senza farsi distrarre dal resto. L’obiettivo è chiudere la stagione con altre due vittorie per raggiungere quota 94 punti, un traguardo che rappresenterebbe il secondo punteggio più alto dei nerazzurri in Serie A (il record è 97 punti raggiunto dall’Inter di Mancini scudettata nella stagione 2006-2007).

 

Contro la Roma si è vista una squadra compatta e che, nonostante diversi cambi, ha dominato la partita nel primo tempo, dove è andata in doppio vantaggio con Brozovic e Vecino, prima di lasciarsi segnare la rete del 2-1 da Mkhitaryan.

 

Nella ripresa ha concesso qualcosa in più, ma si è difesa complessivamente con ordine, segnando in ripartenza a campo aperto con Lukaku la rete che ha chiuso definitivamente la partita.

I più visti

Leggi tutto su Sport