Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 05 dicembre 2020 - Aggiornato alle 09:10
Live
  • 14:45 | Addio al penultimo cane della regina Elisabetta
  • 09:10 | Le 8 regioni che cambiano colore dal 6 dicembre
  • 06:00 | I titoli dei giornali di sabato 5 dicembre
  • 23:59 | Marc Marquez operato per la terza volta, 2021 a rischio
  • 21:04 | Prandelli, tre test negativi, può tornare ad allenare
  • 20:35 | Australian Open, nuovo inizio fissato per l’8 febbraio
  • 19:56 | Leclerc scommette su Russel in Bahrein
  • 19:27 | Biden e "i primi 100 giorni di mandato con la mascherina"
  • 18:48 | “Penguin Bloom”, l’atteso nuovo film targato Netflix
  • 18:30 | La regina Elisabetta e i furti dell’assistente
  • 18:15 | Sale e streaming: la nuova strategia della Warner Bros
  • 18:10 | Mariah Carey "salva" il Natale e canta "Oh Santa!" con Ariana Grande
  • 18:05 | Milan, tegola Kjaer: lesione al muscolo retto femorale
  • 18:03 | Giampaolo: 'Nel derby serve cuore e organizzazione'
  • 17:36 | I sacerdoti di Napoli: no allo stadio dedicato a Maradona
  • 17:35 | Torta salata con radici
  • 17:30 | Covid-19, Italia: 814 decessi in 24 ore
  • 16:50 | Le migliori app del 2020 secondo Apple
  • 16:47 | "AHIA!", il nuovo disco dei Pinguini Tattici Nucleari è su TIMMUSIC
  • 16:45 | L’anello di fidanzamento di Gwen Stefani
conte-lukaku-lautaro - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 26 ottobre 2020

Conte spinge i suoi: “Ora Lukaku e Lautaro devono vincere”

di Pierfrancesco Catucci

Il tecnico nerazzurro alla vigilia della sfida di Champions contro lo Shakhtar Donetsk

Sono passati tre mesi dal 5-0 con cui l’Inter demolì lo Shakhtar Donetsk nei quarti di finale dell’Europa League.

Martedì 27 ottobre le due formazioni si ritroveranno di fronte a Kiev nella seconda giornata dei gironi di Champions League e sarà tutta un’altra storia.

 

Lo sa bene Antonio Conte che allontana qualsiasi similitudine con quella sfida: “Non si possono fare paragoni perché in quella partita abbiamo sfiorato la perfezione in fase di possesso e non possesso. Sarà importante ripetere una gara molto attenta sotto tutti i punti di vista perché per me lo Shakhtar è forte, con molti brasiliani bravi tatticamente e nel palleggio, molto veloci e bravi nelle ripartenze. Non si fanno per caso tre gol al Real Madrid… Questo ha cambiato un po' la classifica. Prevedo un girone equilibrato dall'inizio alla fine. Dovremo essere bravi a starci dentro e provare a superare il turno”.

 

Conte si affiderà ancora davanti a Lukaku e Lautaro Martinez, una coppia di attaccanti fortemente cresciuta nell’anno di gestione del tecnico salentino: “Sia Lautaro che Lukaku sono cresciuti in maniera esponenziale: hanno margini per diventare ancora più importanti per la squadra, ma per fare raffronti con i big a livello europeo, bisogna vincere qualcosa”.

 

Per farlo, sarà importante conquistare i tre punti contro lo Shakhtar che, grazie alla vittoria di Madrid, ha mescolato le carte del girone: “Penso che l'Inter si stia piano piano riconquistando una sua dimensione a livello europeo – spiega il tecnico e aver fatto un percorso bello come l’anno scorso ci ha portato più esperienza. Bisogna continuare sulla mentalità, la voglia di fare la partita, di difendere in avanti: questa è la strada giusta. Non voglio mai vedere passività nelle due fasi. Voglio una squadra pronta ad aggredire il portatore di palla e creare”.

I più visti

Leggi tutto su Sport