TimGate
header.weather.state

Oggi 23 maggio 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  milan errore arbitrale spezia
Un errore arbitrale e il Milan perde con lo Spezia

- Credit: Fotogramma/IPA

calcio18 gennaio 2022

Un errore arbitrale e il Milan perde con lo Spezia

di Franco Porto

L’arbitro fischia un fallo e non concede il vantaggio (e il gol vittoria) ai rossoneri

Un clamoroso errore dell’arbitro Marco Serra condiziona pesantemente il risultato di Milan-Spezia, con il gol del 2-1 non convalidato ai rossoneri che, di lì a un minuto, subiscono la rete dell’1-2 che manda in estasi i liguri. L’arbitro fischia un fallo al limite dell’area su Rebic e non concede il vantaggio al Milan che, sugli sviluppi dell’azione, segna con Messias.

 

Resosi conto dell’errore, il giovane fischietto chiede immediatamente scusa ai giocatori e (nel post partita) al club, ma ormai la frittata è fatta. Il Milan era passato in vantaggio con Leao nel recupero del primo tempo e aveva subito il pari dello Spezia a metà della ripresa con Agudelo, prima di subire il gol della beffa di Gyasi al 96’.

 

Dopo la partita anche l’Aia ha chiesto scusa al Milan che, come ha spiegato Pioli nella conferenza stampa post incontro, ha accettato le scuse non ravvedendo dolo nella decisione del direttore di gara che, con ogni probabilità, sarà fermato per un paio di turni.

 

“Dopo quell’episodio – commenta Pioli ai microfoni di Dazn – ho cercato di tranquillizzare i miei giocatori ma non sono riuscito a calmarli. Sapevamo di aver subito un torto e abbiamo perso lucidità. Ha fischiato quel mezzo fallo su Rebic che forse non c’era nemmeno quando la palla era già a Messias. E in tutta la partita giustamente non li aveva mai fischiati quei contatti”.

 

“Abbiamo anche noi le nostre colpe – prosegue – perché non doveva finire 1-0 il primo tempo. Poi c’è stata qualche difficoltà ma potevamo vincere comunque. Abbiamo creato 7-8 palle gol ma non siamo stati molto efficaci sotto porta al di là del rigore sbagliato da Theo Hernandez. Dopo l’1-1 potevamo vincere e abbiamo perso, è una sconfitta pesante. Potevamo fare meglio anche sul loro gol del pari”.

 

E ora i rossoneri dovranno vedersela contro Juventus e Inter in campionato: “Questa battuta a vuoto – conclude il tecnico rossonero – non ci voleva perché avevamo un’occasione. Essere in vantaggio doveva anche darci più forza, ora dobbiamo reagire subito perché lo abbiamo sempre fatto e il campionato è ancora lungo. Dopo una sconfitta del genere è un bene che arrivino subito partite così importanti”.