TimGate
header.weather.state

Oggi 18 agosto 2022 - Aggiornato alle 12:26

 /    /    /  Gravina: 'Calcio malato grave, serve rivoluzione culturale'
Gravina: 'Calcio malato grave, serve rivoluzione culturale'

CALCIO27 giugno 2022

Gravina: 'Calcio malato grave, serve rivoluzione culturale'

Il presidente Figc alla Gazzetta: 'Giovani Coverciano, scuola'

Roma, 27 giu. (askanews) - 'Le cose da fare sono tante, ma il minimo comun denominatore deve essere un progetto che implichi una vera rivoluzione culturale'. Così il presidente della Figc Gabriele Gravina in un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport. Il calcio italiano ha bisogno di interventi: 'Dobbiamo rendere il Sistema calcio sostenibile, moderno, attrattivo e competitivo. Il punto di partenza è prendere coscienza del forte indebitamento e intervenire senzatrovare le solite scorciatoie, ma in modo sistemico e strutturale. Il malato è grave e non si cura con l'aspirina'. Ecco il programma di rifondazione: 'Riorganizzeremo il settore giovanile a livello nazionale con un organismo tecnico che abbia al proprio interno come consulenti anche 4-5 direttori sportivi legati alle società di A per avere un confronto. Ci sarà un coordinamento nazionale per potenziare le accademie indotte. Rafforzeremo Coverciano. Presenteremo il progetto sulle scuole con il MIUR. Chiariremo gli indici di controllo per i prossimi 3-5 anni per migliorare l'organizzazione delle società e mettere sotto controllo i costi. Siamo pronti a raccogliere qualsiasi proposta e a dare il nostro contributo per migliorare i ricavi. Stiamo lavorando con il governo alla candidatura dell'Italia per l'Europeo 2032 che avvierebbe il processo sulla ristrutturazione degli impianti o realizzazione di nuovi'.