Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 29 novembre 2020 - Aggiornato alle 14:40
Live
  • 14:31 | Quali sono i paesi che non festeggiano il Natale
  • 14:04 | Isabelle Huppert è la miglior attrice del secolo
  • 12:30 | Lonza Tonnata
  • 12:00 | Chrissy Teigen dalla parte di Meghan Markle
  • 11:56 | Alberi di natale 2020 le ultime tendenze
  • 11:19 | Napoli, contro la Roma maglia stile Argentina per onorare Diego
  • 11:15 | De Magistris annuncia fermata della metro dedicata a Maradona
  • 10:33 | YouTube e i nuovi termini di servizio: cosa cambierà per le pubblicità
  • 10:29 | L'interesse del Milan per Thauvin
  • 10:14 | Le ultime sul piano-vaccini in Italia
  • 10:00 | Chi è Guido Longo, il commissario alla sanità della Calabria
  • 10:00 | Chi è Lashana Lynch, la prima 007 donna
  • 09:55 | Lo scheletro di balena (di 3000 anni fa) scoperto in Thalandia
  • 09:53 | La vittoria del Verona a Bergamo (0-2)
  • 09:35 | Confindustria: Covid shock violento, in lockdown produzione -40%
  • 07:32 | Michael Jordan ha donato 2 milioni di dollari al Banco Alimentare Usa
  • 07:05 | Atalanta-Verona 0-2, decidono Veloso e Zaccagni
  • 06:12 | AstraZeneca: il vaccino anti Covid nel mirino degli hacker
  • 00:02 | Belinelli alla Virtus Bologna: “Mi manca l’EuroLega, voglio tornarci”
  • 23:42 | Inter, anche Marotta apre all’addio di Eriksen
La presentazione di Hauge e Dalot al Milan Jens Petter Hauge, attaccante norvegese classe '99 - Credit: Jonathan Moscrop / IPA / Fotogramma
NUOVI ACQUISTI 21 ottobre 2020

La presentazione di Hauge e Dalot al Milan

di Gianluca Cedolin

Entrambi classe ‘99, vogliono ritagliarsi uno spazio in rossonero

In attesa della sfida di Europa League sul campo del Celtic Glasgow, il Milan ha presentato i suoi ultimi due acquisti, arrivati ormai due settimane fa ma che ancora non erano stati introdotti alla stampa.

Si tratta di Diogo Dalot, terzino destro molto tecnico classe ‘99 esploso al Porto tre anni fa e reduce da due stagioni in ombra al Manchester United, e di Jens Petter Hauge, giocatore offensivo norvegese anche lui del ‘99, acquistato dai rossoneri dopo la sfida di Europa League contro il Bodo-Glimt, con cui Hauge stava dominando il campionato norvegese. I due hanno mostrato grande entusiasmo e voglia di migliorarsi.

 

Jens Petter Hauge

Hauge, acquistato a titolo definitivo per circa 4 milioni, ha detto di essere “molto ambizioso e anche per questo sono venuto qui. Ci sono tanti grandi giocatori in rossonero e devo essere al meglio per migliorare. La concorrenza di Rebic e Leao - ha aggiunto il 21enne - non mi spaventa, devo migliorarmi ogni giorno in tutti gli allenamenti. Questa situazione mi motiva“. L’ex Bodo-Glimt ha rivelato di aver sentito l’amico Haaland prima di trasferirsi al Milan, e di poter giocare in tutte le posizioni dell’attacco. Ha definito il derby “una grande esperienza”, anche se vissuta dalla panchina, e ha detto che i rossoneri possono raggiungere “alti livelli” quest’anno.

 

Diogo Dalot

Dalot, arrivato in prestito dal Manchester, ha definito Milanello “il posto migliore in cui potrei essere”, nel quale spera di “diventare un giocatore completo”. Il portoghese vuole far tesoro dei due anni allo United, visto che “quando si gioca in club importanti, si portano sempre le esperienze nelle squadre successive, anche a livelli alti”. Sulla scelta di vestire il rossonero, non ha avuto dubbi: “Appena ho sentito che il Milan era interessato, negli ultimi giorni di mercato, sono stato felice”. Dalot ha detto di ispirarsi a Dani Alves e di voler ancora migliorare tanto in rossonero.
 

I più visti

Leggi tutto su Sport