Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 15:20
Live
  • 14:25 | Gli italiani e la Smart Home, la casa intelligente e sostenibile
  • 15:41 | Parlar d'Arte: il museo di Lucca va online
  • 15:31 | Nel mondo vengono consumate 129 miliardi di mascherine ogni mese
  • 15:26 | "Raya e l’ultimo drago": "Scegli" è la canzone più amata del film Disney
  • 15:20 | Clima, Gurria (Ocse): Ci serve una tassa grande e grossa sul CO2
  • 15:20 | Volpino nano: caratteristiche e dimensioni
  • 15:06 | Europa-Turchia, cosa c’è dietro il sofagate
  • 15:06 | Perché i cani scodinzolano?
  • 15:00 | Anguilla ricette e idee per cucinarla
  • 14:55 | Universitiamo, la piattaforma di crowdfunding di Pavia
  • 14:00 | Meghan Markle è rimasta a casa per amore di Harry
  • 14:00 | Ramadan: come funziona in tempo di pandemia
  • 14:00 | Così l'Italia si prepara a riaprire
  • 12:30 | Leonardo Maini Barbieri, chi è l'influencer più eleganti di tutti
  • 12:30 | libreria in metallo dal design unico
  • 12:29 | Regno Unito, via ai vaccini per gli under 50
  • 12:07 | I migliori monopattini elettrici: guida alla scelta
  • 12:02 | La Juventus vuole riportare Kean a Torino
  • 12:00 | William e Kate ai figli: il bisnonno è diventato un angelo
  • 11:48 | Magrini: “Lo stop a J&J non cambia nulla”
ibrahimovic-sanremo-milan-fazio - Credit: SPOT/Fotogramma
calcio 8 marzo 2021

Ibrahimovic si racconta… tra Sanremo e Milan

di Pierfrancesco Catucci

L’attaccante rossonero intervistato a Che tempo che fa

Dopo le cinque serate con Amadeus e Fiorello alla conduzione del Festival di Sanremo, Zlatan Ibrahimovic racconta le intense emozioni di quelle cinque giornate a Fabio Fazio a Che tempo che fa, in onda domenica 7 marzo su Rai3.

E non perde occasione per scherzare sul suo super-ego e rappresentare tutto il suo amore per l’Italia che lo ha accolto e di cui è innamorato.

 

Uno dei primi temi non poteva che essere l’imprevisto arrivo in moto di giovedì sera, accompagnato da un motociclista incontrato per caso in autostrada dove era bloccato per via di un incidente stradale. “Ci si può fare un film – dice lo svedese –. Ero preoccupato che nessuno mi credesse, così ho fatto dei filmati col cellulare ma pesavo molto più del conducente e la moto sbandava a seconda di dove mi spostavo, quindi ho pensato fosse meglio restare in mezzo. Ma almeno così c’erano le prove”.

 

Tornando a Sanremo e alla battuta di Fazio che gli diceva che dovrebbe fare l’attore, Ibra racconta le emozioni sanremesi: “È stata una grande esperienza, non sapevo cosa aspettarmi, tutti mi dicevano ‘sii solo te stesso, tutto andrà bene’”. E il conduttore lo incalza ironicamente: “Mi dicono che come rito d’iniziazione ti hanno fatto cantare Fra Martino in spogliatoio. Confermi?”. “Sì è vero, ma ho detto ai compagni di non perdere rispetto nei miei confronti, anche dopo avermi sentito cantare”. E la canta in svedese.

 

Ma è quando si parla di calcio che Ibrahimovic sembra più a suo agio: “Per i miei compagni cosa sono? Mi sento un leader, è l’unica squadra dove mi sono emozionato con loro. Voglio dare tanto, insegnargli tanto, fare da guida, quando mi guardano aspettano che gli dica cosa fare. Oggi volevo esserci, mi sento troppo dentro, mi è mancata tanto la squadra anche durante il Festival. Quando passo un giorno senza di loro, è come un giorno senza i miei figli”. E quando Fazio gli chiede se sarà rossonero anche il prossimo anno, la risposta è in perfetto stile Zlatan: “Vediamo, dipende da Paolo (Maldini, ndr), se lui vuole ci siamo”.

 

Fazio poi scherza sul suo rapporto con Gattuso e Galliani, due persone a cui Ibra è molto legato. “Siamo ancora amici – dice parlando di Gattuso –, l’ho chiamato ieri, e gli ho detto ‘Devi mandare un messaggio a mio figlio dato che è il suo compleanno, se no vengo a Napoli…’. C’è solo un Rino. Se l’ho messo a testa in giù in spogliatoio? Sì, lui è un duro, ma quando Tyson, Ali e Bruce Lee insieme ti vanno contro... Aveva i piedi che andavano avanti e indietro”.

 

E su Galliani: “Gli voglio troppo bene, ho un rapporto troppo forte con lui. Nell’ultimo mese al Barcellona non ero contento, lui mi ha portato al Milan e mi ha fatto tornare il sorriso. Prima del terzo anno volevo vedermi con lui, perché poi so come vanno le cose in estate, ti arriva una chiamata... Gli ho detto: ‘Capo, non chiamarmi, se vedo il tuo numero non rispondo’. Mancano due giorni alla fine delle vacanze e mi chiama. Non rispondo. Penso: ‘Quando si chiude il mercato rispondo’. Poi mi dico: ‘Forse mi chiede come sto’. Alla fine mi ha mandato a Parigi ma poi è andato tutto bene, anche se non ci siamo parlati per qualche mese. Poi l’ho chiamato ed è stato come se ci fossimo sentiti giorno prima”.

 

I più visti

Leggi tutto su Sport