Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 20 ottobre 2020 - Aggiornato alle 18:39
Live
  • 18:28 | Oms: "Impennata di casi in Europa? Per errori in quarantena"
  • 17:46 | Le Deva tornano con un nuovo brano: ecco "Brillare da sola"
  • 17:34 | Conte spinge l’Inter in Champions: “Siamo più forti”
  • 17:20 | Ralf Rangnick esclude un prossimo futuro alla Roma
  • 17:18 | Mafia, è ora disponibile la Definitive Edition
  • 17:08 | Conte: 'Favoriti del gruppo? Arbitri del nostro destino'
  • 17:08 | Fiorentina, Commisso ribadisce fiducia a Iachini
  • 17:08 | Spadafora: 'Campionato? La Lega prepari un piano B e C'
  • 17:00 | Il principe Filippo non voleva sposare Elisabetta
  • 16:44 | Spadafora e la Serie A: “Non so se finirà”
  • 16:44 | La playlist di TIMMUSIC che celebra i 40 anni di "Boy" degli U2
  • 15:46 | L’infortunio per Hakan Calhanoglu
  • 15:15 | Riso alla cantonese, video-ricetta
  • 15:00 | Mara Venier compie 70 anni
  • 14:26 | Nunzia De Girolamo positiva al Covid
  • 14:20 | Chi era José Padilla, dj e padre della chill out morto a 64 anni
  • 14:16 | Come sarà il nuovo assegno familiare 2021
  • 13:49 | Harry rifiuta l’invito della regina Elisabetta
  • 13:19 | Perché non ci sarà mai un “Ritorno al futuro 4”
  • 13:06 | Dominic West bacia la collega Lily James
È subito pazza Inter, rimontata 4-3 la Fiorentina - Credit: UEFA Handout/SIPA / IPA / Fotogramma
CALCIO 27 settembre 2020

È subito pazza Inter, rimontata 4-3 la Fiorentina

di Giovanni Teolis

Lukaku e D’Ambrosio nei minuti finali consegnano i tre punti ai nerazzurri

È pazza Inter all’esordio in campionato: la squadra nerazzurra infatti ha battuto in casa 4-3 in rimonta la Fiorentina.

A rendere ancora più pesante ed esaltante la vittoria i due gol realizzati nei minuti finali di gara quando tutto lasciava intendere che sarebbe stata sconfitta.


Pronti, via è la Fiorentina a passare subito in vantaggio: dalla sinistra cross dell’ex Biraghi, difesa dell’Inter posizionata male, e la coppia Bonaventura-Kouame pressoché indisturbata confeziona il gol del vantaggio. L’Inter non trova la risposta immediata, anzi il gioco dei nerazzurri sembra essere ingolfato e poco fluido, con un Eriksen tutt’altro che ispirato. Handanovic ci mette del suo per evitare il raddoppio della Fiorentina risultando decisivo su Kouame. L’Inter esulta per un rigore concesso per un fallo di Caceres su Lautaro Martinez, ma il Var cancella la decisione dell’arbitro Calvarese. La Fiorentina sembra in controllo, ma qualche secondo prima dell’intervallo ecco il pareggio dell’Inter: Barella si distende palla al piede e serve Lautaro Martinez che scocca da fuori area un destro vincente che vale un pareggio insperato.


Il secondo tempo si apre ancora nel segno di Lautaro Martinez che prima approfitta di una sbavatura di Amrabat e poi con un suo tiro propizia lo sfortunato autogol di Ceccherini. Fiorentina demorallizata? Macchè. Ribery sale in cattedra e comincia a disegnare calcio e passaggi illuminanti capaci di spaccare in due la difesa dell’Inter: Castrovilli e Chiesa ne approfittano e ribaltano in sei minuti la gara tra la sorpresa generale. Inter-Fiorentina 2-3. Ribery avrebbe potuto anche festeggiare un terzo assist vincente peccato però che Vlahovic abbia sparato da ottima posizione la palla del 4-2.


Conte decide di sparigliare le carte e ridisegna di fatto tutto il centrocampo. Potere della panchina lunga e della regola che ancora permette i cinque cambi: dentro Hakimi, Sensi, Vidal, Nainggolan e Sanchez. L’Inter cambia marcia. La porta però sembra sempre stregata (vedere le due occasioni di Lukaku, con palla fuori di poco). Poi quando tutto sembra perduto ecco prima l’assist al bacio di Hakimi per Lukaku (grande giocata anche di Sanchez) e poi il colpo di testa di D'Ambrosio (Vlahovic perde il duello aereo) su assist vincente di Sanchez che fanno esultare di gioia l’Inter e tutti i suoi tifosi. 

 

Leggi tutto su Sport