Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 gennaio 2021 - Aggiornato alle 07:10
Live
  • 07:10 | Fiorentina-Crotone 2-1, la viola rialza la testa
  • 06:18 | Le previsioni meteo di lunedì 25 gennaio 2021
  • 00:56 | Roma-Dzeko è rottura: il bosniaco pronto a lasciare
  • 00:49 | Recovery Plan, la Commissione europea chiede le riforme
  • 00:17 | Filippo Volandri nuovo capitano dell’Italia in Coppa Davis
  • 00:02 | Basket, Serie A: impresa di Brescia a Bologna, Virtus battuta 89-90
  • 00:01 | Basket, Serie A: Reggio Emilia torna vincere, Trento stesa 83-74
  • 22:35 | YouTube, cosa sono e come funzionano le nuove pagine per gli hashtag
  • 22:12 | Inter, pari e polemiche contro l’Udinese
  • 21:28 | Il Milan crolla contro una grande Atalanta (0-3)
  • 20:24 | Covid, l'epidemia in Italia "resta in fase delicata"
  • 20:00 | Il Milan crolla in casa con l'Atalanta, l'Inter pareggia a Udine
  • 19:56 | L’interactive virtual art al Metropolitan di New York
  • 19:25 | Basket, Serie A 2020/2021: il programma della diciassettesima giornata
  • 19:12 | Netflix e tre nuovi programmi contro il razzismo
  • 18:45 | Fonseca: 'Squadra unita e di Dzeko non parlo'
  • 18:45 | Il nuovo look di Ricky Martin
  • 17:38 | Il campo profughi di Lesbo è pieno di piombo
  • 17:30 | Covid, in Italia ancora 488 morti
  • 17:07 | Roma-Spezia 4-3, Pellegrini regala il successo nel recupero
inter-juve-supplementari L'esultanza di Lukaku dopo il gol vittoria contro la Fiorentina - Credit: LiveMedia/Matteo Papini / IPA / Fotogramma
calcio 14 gennaio 2021

Inter e Juve entrambe ai supplementari prima del derby d’Italia

di Pierfrancesco Catucci

Fatiche extra anche per Lukaku e Ronaldo, “costretti” a giocare

Se avessero potuto scegliere, con ogni probabilità si sarebbero risparmiate entrambe quei 30 minuti di gioco in più.

Negli ottavi di finale di Coppa Italia sia l’Inter che la Juventus hanno dovuto soffrire più del previsto per ottenere la qualificazione. Ed entrambe le partite si sono chiuse ai tempi supplementari. A quattro giorni dalla grande sfida che le vedrà protagoniste domenica 17 gennaio alle 20.45 a San Siro.

 

Contro la Fiorentina è servito un gol di testa di Lukaku (entrato nel finale di secondo tempo) allo scadere dell’extra time per regalare la qualificazione ai quarti dell’Inter. Contro il Genoa è stato necessario l’ingresso di Cristiano Ronaldo nel finale per dare la scossa ai bianconeri che si erano fatti raggiungere sul 2-2 dal Genoa. Poi ci ha pensato il giovane Rafia allo scadere del primo supplementare a consegnare il passaggio del turno ai bianconeri.

 

Lukaku e Cristiano Ronaldo non avrebbero certamente giocato se non fosse stato davvero necessario. Il gigante belga dell’Inter è fondamentale (e quasi sempre risolutore) lì davanti e Conte ne fa a meno solo in caso di stringente necessità. E lo avrebbe preferito più fresco al grande appuntamento di domenica sera.

 

Stesso discorso vale per CR7. In campionato è mancato tre volte e per tre volte sono arrivati pareggi contro Crotone, Verona e Benevento. Una ragione in più per non affaticare ulteriormente il fuoriclasse portoghese e sperare di averlo al meglio contro l’Inter.

 

Certo, entrambe le squadre in Coppa Italia hanno fatto largo ricorso al turnover, ma se vediamo la formazione con cui l’Inter ha chiuso la partita contro la Fiorentina, per nove undicesimi è quasi certamente quella che sfiderà la Juventus domenica.

 

Pirlo, invece, tra infortuni e contingenze varie, ha attinto maggiormente dalla Primavera e ha dato minuti importanti anche a Chiellini, al rientro dall’infortunio.

 

 

I più visti

Leggi tutto su Sport