Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 27 novembre 2021 - Aggiornato alle 00:00
News
  • 23:22 | Eurolega: l’Olympiacos passeggia a Milano, Olimpia annientata 72-93
  • 20:40 | MotoGP e Formula 1 al Montmelò per il GP di Catalogna fino al 2026
  • 19:44 | Basket, qualificazioni Mondiali: la Russia piega l’Italia 92-78
  • 17:58 | Qatar 2022, sorteggio shock per l’Italia: rischio Cristiano Ronaldo
  • 17:50 | Variante sudafricana, Oms: "È presto per capirne l'impatto"
  • 17:39 | Playoff, Italia contro Macedonia e poi Portogallo o Turchia
  • 17:30 | Perché la Corea del Nord ha vietato le giacche di pelle
  • 17:00 | Covid, i dati del 26 novembre: tasso di positività al 2,5%
  • 16:30 | I tesori di Pompei: la villa del Menandro
  • 14:10 | Perché l'Italia ha fermato gli arrivi da 7 paesi africani
  • 14:08 | La mostra da record di Maurizio Cattelan a Pechino
  • 12:41 | Calcio, Pioli rinnova con il Milan fino al 2023
  • 12:12 | Ecco come cambierà l'Irpef
  • 12:11 | La "ragazza afghana" in salvo a Roma
  • 11:37 | Il programma della 14esima di campionato
  • 11:28 | Draghi: il Trattato Quirinale fra Italia e Francia anche per accelerare l'integrazione Ue
  • 11:17 | Giorgio Palù (Cts) rassicura sul vaccino ai bambini
  • 11:16 | Una mega barretta di cioccolato per l’Irlanda del nord
  • 10:58 | La vittoria della Lazio in Russia
  • 10:37 | La Roma blinda la qualificazione in Conference League
inter-ottavi-champions-league - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 25 novembre 2021

L’Inter torna dopo 10 anni agli ottavi di Champions League

di Franco Porto

I nerazzurri battono lo Shakhtar e si giocheranno il primo posto col Real Madrid

Dopo 10 anni l’Inter torna agli ottavi di Champions League.

La vittoria per 2-0 sullo Shakhtar Donetsk, con la vittoria per 3-0 del Real Madrid sullo Sheriff, consegna alla squadra di Inzaghi il pass che non erano riusciti a conquistare Luciano Spalletti prima e Antonio Conte nei successivi due tentativi.

 

Nella sfida di San Siro contro gli ucraini allenati da Roberto De Zerbi, l’Inter ha sfoderato una prestazione di altissimo livello, con oltre nove occasioni nitide da gol create e una vittoria che legittima il passaggio del turno dopo le prime due partite del girone che avevano costretto in salita il cammino nerazzurro.

 

L’ultima volta dell’Inter agli ottavi è datata febbraio 2012, con l’eliminazione per mano del Marsiglia.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Ora la doppietta di Dzeko allo Shakhtar mette ora l’Inter in seconda posizione nel girone, alle spalle del Real Madrid, con la possibilità di giocarsi addirittura le carte per la vittoria del girone nella sfida di martedì 7 dicembre al Bernabeu, in casa degli spagnoli.

 

E la corsa liberatoria di Inzaghi al primo gol dell’attaccante bosniaco (che fa 50 in Europa) rappresenta al meglio l’importanza del risultato: “Avevamo creato tanto nel primo tempo – spiega il tecnico dell’Inter – e si era accumulata un po’ di tensione. Il primo gol di Dzeko è stata una liberazione. Abbiamo vinto una partita importante e andare agli ottavi è un grande traguardo, lo dissi il giorno della presentazione e ne avevo parlato anche con tutta la società il giorno che firmai il contratto. Stasera abbiamo fatto una grande partita e non dimentichiamo che siamo a poco più di 48 ore da un match come quello con il Napoli in cui abbiamo speso tante energie, anche mentali. Siamo in un buon momento, ma le insidie sono sempre dietro l'angolo. Ora dobbiamo continuare così”.

 

 

I più visti

Leggi tutto su Sport