Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 gennaio 2021 - Aggiornato alle 05:00
Live
  • 00:20 | L’Inter non cambia nome, ma brand e logo
  • 23:48 | Governo, il voto decisivo al Senato
  • 23:29 | “Peaky Blinders” finirà con la sesta stagione ma…
  • 23:09 | Cagliari-Milan 0-2, torna Ibra ed è doppietta
  • 23:00 | Il Milan vicino al titolo d’inverno
  • 22:27 | Ufficiale l'esonero di Giampaolo, pronto Davide Nicola
  • 22:24 | Recovery Plan, le aree dove può essere migliorato
  • 20:52 | Amazon aprirà due nuovi centri in Italia: 1.100 assunzioni in 3 anni
  • 19:58 | Usa: Trump ha revocato le licenze di vendita a Huawei
  • 19:32 | Croquembouche
  • 19:29 | Microsoft: su Windows 10X scomparirà il Pannello di controllo
  • 19:27 | Barella momento d'oro, gol a San Siro e nasce la terza figlia
  • 19:27 | L'economia nel 2020 è cresciuta solo in Cina
  • 18:57 | Biscotti alla paprika
  • 18:27 | IL TRE e le canzoni del suo nuovo album "Ali"
  • 18:15 | William è orgoglioso dei nonni Elisabetta e Filippo
  • 18:09 | Fonseca: 'Mai più come nel derby'
  • 17:59 | Il Psg allo scoperto per Messi: 'Sempre nella nostra lista'
  • 17:54 | Le "Cattive Stelle" di Francesca Michielin e Vasco Brondi
  • 17:39 | "Aquì" è la nuova canzone di Ozuna con Aribeatz e Soolking
inter-real-madrid-conte-finale - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 24 novembre 2020

L’Inter attende il Real Madrid. Per Conte è una finale

di Pierfrancesco Catucci

La sfida è uno spartiacque per la qualificazione agli ottavi

Contro il Real Madrid, mercoledì 25 novembre a San Siro, l’Inter si giocherà una grossa fetta della qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

Vincere, a maggio ragione dopo la sconfitta per 2-1 in Spagna, significherebbe riaprire completamente il girone e creare le condizioni per la qualificazione.

 

E proprio per questo, come aveva fatto Zidane alla vigilia della gara d’andata, anche Conte la definisce una finale: “Per noi rappresenta sì una finale anche perché la sconfitta a Madrid e i due pareggi non ci sono tante soluzioni. Sappiamo che ci aspetta una gara difficile, conosciamo la squadra, dobbiamo fare un grande partita e c’è un risultato importante da raggiungere. Sappiamo che se vogliamo possiamo, lo abbiamo dimostrato nella gara d’andata, migliorando alcune situazioni, abbiamo dimostrato di potercela giocare, con grande determinazione”

 

La cosa che balza agli occhi in questo avvio di stagione, però, è che molte volte l’Inter non aggredisce la partita con la stessa furia agonistica dello scorso anno: “Spesso – sottolinea il tecnico – lo scorso anno partivano con la giusta cattiveria. Abbiamo aumentato tanto il possesso palla quest’anno rispetto allo scorso. Al tempo stesso stiamo concedendo qualcosa di troppo. Se vogliamo essere competitivi dobbiamo alzare l’asticella e su tutta la linea”.

 

Il Real dovrà fare a meno di Sergio Ramos e Benzema, ma Conte non vuole sentir parlare delle assenze in casa Blancos: “Non so se il Real possa recriminare sulle assenze, hanno una rosa completa con tanti giocatori da Real Madrid. Il fatto che la stampa parli delle assenze mi fa sorridere”.

 

Dal punto di vista di Conte non esistono altre strade che la vittoria: “Dobbiamo vincere la gara, fare un ottimo risultato, non ci sono altre vie. Rimangono tre gare e per qualificarci dovremo fare almeno 7 punti, se non vincerle tutte. Siamo capitati probabilmente nel girone più difficile della Champions, ma abbiamo dimostrato di meritare qualcosa in più rispetto ai risultati ottenuti e se non sono arrivati dobbiamo guardarci dentro per capire dove migliorare”.

 

I più visti

Leggi tutto su Sport