• News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Tecnologia
    • Gossip e Celebrità
    • Spazio Solidale
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • People
    • Tutto
    • Gossip e Celebrità
    • Social e Influencer
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Hobby
    • Come fare
  • Video
    • Tutto
    • Arredamento
    • Come fare
    • Costume e società
    • Divertenti
    • Green
    • Hobby
    • Moda
    • Ricette
    • Sport
    • Tecnologia
    • Top Video
    • Viaggi
    • Risorgimento Digitale
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 25 gennaio 2022 - Aggiornato alle 20:00
News
  • 18:16 | Tennis, Malagò: Berrettini orgoglio azzurro, Goggia ci proverà
  • 18:11 | Udinese, ricorso respinto: resta il ko con l'Atalanta
  • 18:07 | Crisi ucraina, torna la “politica di potenza”
  • 16:43 | Feste a Downing Street, indaga la polizia: bufera su Johnson
  • 15:31 | Australian Open, Berrettini sfiderà Nadal in semifinale
  • 15:02 | Drammatico sbarco a Lampedusa
  • 13:18 | Juventus-Vlahovic accordo in chiusura. Per Sky a 75 milioni
  • 13:15 | Vlahovic verso la Juventus, striscioni di insulti a Firenze
  • 11:26 | Con Vlahovic alla Juve, la Fiorentina si butta su Cabral del Basilea
  • 11:22 | L’Inter ci prova per Gosens
  • 10:53 | In arrivo una modifica della quarantena alle elementari
  • 10:42 | La classifica delle città più care d'Italia
  • 10:29 | Il Milan ha preso il giovane attaccante Marko Lazetic
  • 10:07 | I 35 convocati per lo stage azzurro
  • 10:00 | Fascia d'età 5-11 anni: come vanno le vaccinazioni
  • 09:52 | Per la prima volta in 3 mesi sono calati i positivi totali
  • 09:38 | Omicron, potremmo aver raggiunto il plateau della curva
  • 09:15 | Tragedia fuori dallo stadio in Coppa d’Africa
  • 08:55 | La Fiorentina apre alla cessione di Vlahovic: c’è la Juve
  • 08:45 | Coppa d'Africa, Comore con 3 portieri positivi, difensore in porta
inter-supercoppa-italiana-2022 - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 13 gennaio 2022

L’Inter vince la Supercoppa italiana contro la Juventus

di Franco Porto

Un gol di Sanchez allo scadere del supplementare vale il primo trofeo interista di Inzaghi

Un gol di Alexis Sanchez allo scadere del secondo tempo supplementare regala all’Inter la sesta Supercoppa della propria storia.

I nerazzurri superano 2-1 all’extra time la Juventus a San Siro, dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sull’1-1.

 

La formazione di Inzaghi parte forte con due colpi di testa nei primi minuti di Dzeko e De Vrij, entrambi fuori dallo specchio. È la Juventus a passare per prima, con Morata che crossa al centro e trova la deviazione sotto porta di McKennie, libero di girare in rete alle spalle di Handanovic.

 

La reazione nerazzurra non tarda ad arrivare: al 34' De Sciglio frana su Dzeko in area e dal dischetto Lautaro Martinez pareggia. A inizio ripresa ci prova Bernardeschi dal limite, col pallone fuori di poco. Subito dopo tocca a Dumfries di testa chiamare in causa Perin. L'Inter manovra e chiama ancora alla parata in tuffo l'estremo bianconero, non impensierito dal colpo di testa di Lautaro Martinez al 69' e dalla girata di Perisic al 72'.

 

Non succede null'altro e si va ai supplementari, giocati con grande attenzione da parte delle due difese. Al 120', quando ci si stava preparando alla lotteria dei calci di rigore, arriva la zampata di Sanchez che consegna il trofeo ai suoi. Doveri non fa neanche riprendere il gioco dopo la rete dell'attaccante nerazzurro e parte la festa dell'Inter per la conquista della Supercoppa Frecciarossa.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

E ai microfoni di Mediaset, Simone Inzaghi racconta tutta la sua soddisfazione: “Abbiamo incontrato una squadra forte, ho visto i numeri, non ci ha creato tanti pericoli ma batterli non è mai semplice. È stata una vittoria meritata. L'Inter non conquistava questo trofeo dal 2010. E farlo davanti ai nostri tifosi poi, è una gioia. Sono davvero soddisfatto”.

 

E quando gli dicono che Sanchez vorrebbe giocare di più: “Io di volta in volta in volta devo scegliere. Ora gli attaccanti sono tutti in forma. Sanchez, ma anche Correa che è entrato bene in partita. Il presidente Zhang era molto contento, ha riunito la squadra e ci ha fatto i complimenti. I ragazzi hanno detto che vorrebbero un premio e secondo me ce lo farà”.

 

I più visti

Leggi tutto su Sport