Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 19 gennaio 2021 - Aggiornato alle 07:00
Live
  • 00:20 | L’Inter non cambia nome, ma brand e logo
  • 23:48 | Governo, il voto decisivo al Senato
  • 23:29 | “Peaky Blinders” finirà con la sesta stagione ma…
  • 23:09 | Cagliari-Milan 0-2, torna Ibra ed è doppietta
  • 23:00 | Il Milan vicino al titolo d’inverno
  • 22:27 | Ufficiale l'esonero di Giampaolo, pronto Davide Nicola
  • 22:24 | Recovery Plan, le aree dove può essere migliorato
  • 20:52 | Amazon aprirà due nuovi centri in Italia: 1.100 assunzioni in 3 anni
  • 19:58 | Usa: Trump ha revocato le licenze di vendita a Huawei
  • 19:32 | Croquembouche
  • 19:29 | Microsoft: su Windows 10X scomparirà il Pannello di controllo
  • 19:27 | Barella momento d'oro, gol a San Siro e nasce la terza figlia
  • 19:27 | L'economia nel 2020 è cresciuta solo in Cina
  • 18:57 | Biscotti alla paprika
  • 18:27 | IL TRE e le canzoni del suo nuovo album "Ali"
  • 18:15 | William è orgoglioso dei nonni Elisabetta e Filippo
  • 18:09 | Fonseca: 'Mai più come nel derby'
  • 17:59 | Il Psg allo scoperto per Messi: 'Sempre nella nostra lista'
  • 17:54 | Le "Cattive Stelle" di Francesca Michielin e Vasco Brondi
  • 17:39 | "Aquì" è la nuova canzone di Ozuna con Aribeatz e Soolking
inter-viva-champions - Credit: Fotogramma/IPA
calcio 2 dicembre 2020

L’Inter è ancora viva, si qualifica se…

di Pierfrancesco Catucci

Dovrà battere lo Shakhtar e sperare che il Real non pareggi

L’Inter è ancora viva: batte 3-2 in Germania il Borussia Moenchengradbach e continua a sperare nella qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

La squadra di Conte sfodera un’altra prestazione convincente che dà seguito quella di Sassuolo che aveva segnato il riscatto dopo il doppio k.o. contro il Real Madrid e tiene accese le speranze di una qualificazione che, comunque, non dipenderà solo dai nerazzurri.

 

L’Inter si qualifica se…

Per qualificarsi, infatti, l’Inter mercoledì prossimo dovrà innanzitutto vincere contro lo Shakhtar Donetzk (che ha battuto 2-0 il Real) e sperare che la sfida di Madrid tra Real e Borussia non finisca pari. Se l’Inter non vincesse, poi, sarebbe addirittura fuori anche dall’Europa League. In caso di successo, invece, con la vittoria del Real i nerazzurri passerebbero da seconda assieme agli spagnoli (col Borussia in Europa League), mentre con la vittoria del Gladbach, sarebbero nerazzurri e tedeschi ad andare avanti (con lo Shakhtar in Europa League e il Real fuori da tutto). In caso di pareggio a Madrid e vittoria dell’Inter, invece, passerebbero Real e Borussia, con nerazzurri in Europa League.

 

Il solito Lukaku

La vittoria con cui l’Inter continua a sperare passa ancora per i piedi di Romelu Lukaku. È lui che tiene palla e detta il passaggio a Gagliardini che poi imbuca Darmian ed è lui a firmare una doppietta dopo che Pléa aveva pareggiato allo scadere del primo tempo. Subito dopo il 3-1 nerazzurro, il Borussia riapre la partita con lo stesso Pléa e “rischia” di pareggiarla, ma il Var annulla il gol del 3-3 per fuorigioco.

 

Conte soddisfatto

È soddisfatto Antonio Conte al termine della partita: "Se non sei squadra sotto tutti i punti di vista, tattico, caratteriale, non vieni qui a vincere contro una squadra che sta attraversando un buon momento. Abbiamo fatto una partita importante, magari con delle sofferenze inutili. Ma siamo vivi e questa è la cosa più importante. Complimenti ai ragazzi perché lo spirito era quello giusto. Quando c'è questo spirito mettiamo in difficoltà tutti. Quello che io chiedo è una crescita di responsabilità da parte di tutti, solo in questo modo possiamo crescere come squadra e puntare a qualcosa di ambizioso. Stiamo facendo un percorso, partite come queste testimoniano che la squadra c'è. C'è unità di intenti".

I più visti

Leggi tutto su Sport