TimGate
header.weather.state

Oggi 06 luglio 2022 - Aggiornato alle 02:00

 /    /    /  inzaghi sensi inter empoli
Inzaghi si gode la rimonta e prova a trattenere Sensi

- Credit: Fotogramma/IPA

calcio20 gennaio 2022

Inzaghi si gode la rimonta e prova a trattenere Sensi

di Franco Porto

L’Inter ribalta ai supplementari l’Empoli con la rete decisiva del centrocampista

Dopo i 120 minuti contro la Juventus, necessari per portare a casa la Supercoppa Italiana, l’Inter ha bisogno ancora dei tempi supplementari per aver ragione dell’Empoli agli ottavi di finale di Coppa Italia. I nerazzurri, che passano in vantaggio dopo un quarto d’ora con Sanchez, poi non chiudono il match e subiscono la rimonta toscana con Bajrami e la sfortunata autorete di Radu, prima di acciuffare il pareggio nel finale con un gran gol in acrobazia di Ranocchia e vincere con la rete di Sensi nel primo supplementare.

 

Con una formazione largamente rimescolata per dare minuti a chi ne ha giocati meno e far riposare chi ha giocato di più, Inzaghi perde subito Correa per un infortunio muscolare dopo due minuti di gioco. L’Inter va avanti ma è troppo imprecisa sotto porta e nell’ultimo passaggio.

 

Nella ripresa, Andreazzoli manda in campo un Empoli più determinato e, il gran gioco dei toscani, mette in difficoltà un’Inter quasi svogliata che subisce le due reti che la costringono a inseguire. E solo quando i nerazzurri ritrovano la solita fame, riescono a ribaltare il risultato e conquistare l’accesso ai quarti contro la vincente di Roma-Lecce.

 

“Tutti questi ottavi – commenta Inzaghi a fine partita – sono stati tirati, sapevamo che affrontavamo una squadra di qualità, nel primo tempo dovevamo segnare più di un gol, ma il loro portiere è stato molto bravo. Nella ripresa abbiamo perso distanze e lucidità. Dopo aver subito il pari abbiamo sofferto, ma i ragazzi sono stati bravissimi perché volevamo questo quarto di finale. Il campo ci ha penalizzato, negli ultimi mesi il manto erboso di San Siro ha qualche problema, speriamo che possa migliorare durante la sosta”.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Ma l’analisi non può che soffermarsi su Stefano Sensi, con le valigie in mano in direzione Sampdoria: “Stefano si meritava una serata così, non ha avuto tanto spazio ma si è sempre allenato alla grande. Finché avrà questa maglia lo considererò sempre perché ha grande qualità, quindi è normale che abbia tante richieste. Ma se vuole rimanere qui io lo tengo volentieri, poi lui deve fare scelte e valutazioni da ragazzo intelligente quale è. Me lo tengo stretto finché ha la maglia dell'Inter”.

 

E su Sanchez: “È un valore aggiunto, ha giocato 4 delle ultime sei partite da titolare e si sta guadagnando il grandissimo minutaggio che ha. L'unica nota negativa è l'infortunio a Correa, che non ci voleva perché era rientrato da poco e stava bene. Speriamo di riaverlo subito dopo la pausa”.