TimGate
header.weather.state

Oggi 02 luglio 2022 - Aggiornato alle 01:00

 /    /    /  L’Italia non ha possibilità di essere ripescata per il Mondiale
L’Italia non ha possibilità di essere ripescata per il Mondiale

- Credit: Fotogramma/IPA

parola del presidente18 maggio 2022

L’Italia non ha possibilità di essere ripescata per il Mondiale

di Franco Porto

Il presidente della Federcalcio Gravina spegne qualsiasi speranza

L'Italia ha zero possibilità di ripescaggio per il Mondiale del 2022. A dirlo è il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina al termine dell’ultimo consiglio federale. Una possibilità di cui si era discusso negli ultimi giorni qualora la Fifa decidesse di squalificare l’Ecuador per un tesseramento irregolare.

 

Ma Gravina non lascia porte aperte: “In percentuale sono zero le possibilità di andare al Mondiale. L'Europa ha 13 posti disponibili e sono tutti occupati. Se si libera un posto in Sud America, andrà una sudamericana. Abbiamo provato a sentire la Fifa per avere un momento di ebbrezza, ma è finita lì”.

 

Gravina ha parlato anche della regola che non permette a chi vince l’Europeo di partecipare di diritto anche ai Mondiali: “Oggi le regole del gioco sono chiare e siamo fuori per demerito perché non abbiamo battuto le nostre concorrenti. Siamo meritatamente fuori”.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Mancini ha poi in programma uno stage tra il 24 ed il 26 maggio riservato ai selezionabili più giovani. “Due giorni con due gruppi di lavoro di 24 ore ciascuno – spiega Gravina – L’auspicio è nel futuro di averli ogni mese o per un tempo congruo, in modo da consentire a Mancini di poter mettere insieme questi ragazzi selezionabili. È un inizio evidente di una sorta di accademia, nel ricercare attraverso una maggiore o migliore attività di scouting per dare più materiale al ct”.

 

Il Ct comunicherà venerdì 20 maggio l'elenco dei convocati per la tre giorni di lavoro, mentre lunedì 23 maggio diramerà le convocazioni in vista degli impegni di giugno, con gli Azzurri che venerdì 27 maggio si raduneranno a Coverciano e cinque giorni più tardi scenderanno in campo a Wembley per la “Finalissima” contro l’Argentina.

 

Il programma tra il 24 e il 26 maggio prevede il raduno dei calciatori del primo gruppo a Coverciano in mattinata e una seduta di allenamento alle ore 17 dello stesso giorno. L'indomani ci sarà una seconda seduta d'allenamento per i calciatori del primo gruppo, che torneranno poi a casa prima di pranzo, quando invece si ritroveranno i calciatori del secondo gruppo. Stesso iter anche per loro, che l'indomani, al termine della seconda seduta d'allenamento, torneranno nelle rispettive sedi.