TimGate
header.weather.state

Oggi 04 ottobre 2022 - Aggiornato alle 12:30

 /    /    /  juve emergenza centrocampo roma
La Juve e l’emergenza in mezzo al campo

Adrien Rabiot, 26 anni, positivo al Covid-19- Credit: Jonathan Moscrop / IPA / Fotogramma

SERIE A12 ottobre 2021

La Juve e l’emergenza in mezzo al campo

di Gianluca Cedolin

Contro la Roma senza Rabiot, Arthur e forse McKennie

La Juventus si prepara alla ripresa, dove la attende un trittico da brividi: Roma, Zenit e Inter in sette giorni, tre partite in cui i bianconeri, soprattutto nelle sfide di campionato, non possono perdere ulteriore terreno, se vogliono mantenere il ritmo delle prime in classifica.

 

>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Per la partita contro la Roma, Allegri dovrà fare i conti con una probabile emergenza in mezzo al campo. Arthur non è ancora pronto, Rabiot è risultato positivo al Covid-19 durante il ritiro con la Francia e non ci sarà, mentre McKennie, che finora non ha particolarmente convinto, ha saltato la sfida tra Stati Uniti e Panama per un affaticamento, e sarà monitorato al rientro. È probabile quindi, scrive Sportmediaset, che saranno chiesti gli straordinari a Bentancur, sempre in campo quest’anno. L’uruguaiano rientrerà solamente venerdì dal Sudamerica, e avrà a disposizione quindi solamente sabato per allenarsi in gruppo, prima della sfida di domenica sera contro la Roma.

 

L’unica certezza, per il momento, si chiama Locatelli, già perno del centrocampo bianconero e giocatore imprescindibile nelle varie fasi di costruzione, inserimento e rottura. Ramsey ha giocato e segnato con il Galles, ma in bianconero continua a non convincere. Allegri sarà probabilmente costretto a schierare un centrocampo a 2, in un 4-4-2 che però ha dei rebus anche davanti. Morata infatti non ci sarà, mentre Dybala sta meglio e dovrebbe partire dal primo minuto, con al suo fianco o Kean o un falso centravanti (Chiesa, Bernardeschi, Kulusevski?). Probabile l’impiego a partita in corso di Kaio Jorge.

SERIE A

Un'altra vittoria per l'Udinese

Non vuole smettere di sognare l'Udinese di Sottil, che nel posticipo dell'ottava giornata ha messo in fila la sesta vittoria consecutiva, vincendo 2-1 a Verona in rimonta nei minuti di recupero.

 

Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

Un inizio di campionato storico, il migliore di sempre del club, che la proietta al terzo posto in solitaria a un punto dalle capoliste Napoli e Atalanta, davanti a Milan, Juventus e Inter: la prossima giornata, alla Dacia Arena, arriva proprio l'Atalanta, in una sfida di altissima classifica.

 

A Verona i ragazzi di Sottil sono andati sotto nel primo tempo con il bel gol di Doig, ma nella ripresa prima Beto, dopo un'azione bellissima rifinita da Deulofeu, e poi Bijol di testa nei minuti di recupero hanno completato la rimonta. Il difensore sloveno ha segnato il secondo gol consecutivo dopo quello all'Inter. I friulani si confermano una squadra tosta, intensa, capace di lottare ma anche di giocare bene a calcio e che, a questo punto, non vuole dare un limite ai sogni.