Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 02 dicembre 2020 - Aggiornato alle 04:00
Live
  • 07:02 | EuroLega: l’Olimpia Milano domina l’Alba Berlino e vince 75-55
  • 00:03 | L’Atalanta sogna il bis, basterà un pari con l’Ajax
  • 23:52 | L’Inter è ancora viva, si qualifica se…
  • 23:27 | Il coronavirus può entrare nel cervello passando dal naso
  • 23:07 | Champions, Atalanta, pari con il Midtjylland, ottavi vicini
  • 23:04 | 5 concerti in streaming da non perdere a dicembre
  • 23:00 | Tom Cruise a Roma per girare Mission Impossible 7
  • 22:30 | Regali di Natale per ragazze a prezzi scontati
  • 21:52 | Danimarca-Italia 0-0, speranza qualificazione diretta a Europeo
  • 21:02 | Champions, Real Madrid sconfitto dallo Shakhtar 2-0 e nei guai
  • 20:29 | Mel C, dallo psicologo alla (nuova) reunion delle Spice Girls
  • 20:00 | Zucchine al forno
  • 19:42 | L’adesione di Amazon alla Colletta 2020 del Banco Alimentare
  • 19:08 | WhatsApp, come impostare uno sfondo personalizzato per ogni chat
  • 19:00 | Inzaghi: 'Udinese un episodio, con il Dortmund ce la giochiamo'
  • 19:00 | Cavolo o broccolo romano: ricette light
  • 18:54 | Covid, il nuovo Dpcm "sarà valido fino al 15 gennaio"
  • 18:25 | MotoGP 2020: 15 cadute per Zarco, ma quella dell’anno è di Marquez
  • 17:30 | Covid-19, decessi in aumento in Italia: 785 in 24 ore
  • 17:30 | Hugh Grant e il mockumentary sul 2020
L’Inter senza Lukaku, l’imprescindibile Romelu Lukaku, 27 anni, 41 gol in nerazzurro - Credit: Jonathan Moscrop / IPA / Fotogramma
INFORTUNATO 30 ottobre 2020

L’Inter senza Lukaku, l’imprescindibile

di Gianluca Cedolin

Il centravanti, 7 gol in 7 partite, salterà le prossime due partite

Che Romelu Lukaku sia imprescindibile per l’Inter lo dicono i 7 gol in 7 partite di questa stagione (sono 41 in 58 partite con la maglia nerazzurra), ma anche la sua leadership tecnica, tattica e spirituale sul gruppo.

La sua influenza sul gioco di Conte è tale che, in questo periodo non particolarmente brillante per i nerazzurri, spesso il tecnico è stato accusato di appoggiarsi troppo sul belga per organizzare la manovra offensiva. Se l’Inter è effettivamente Lukaku-dipendente, comunque, lo scopriremo nei prossimi giorni, perché di rientro dalla trasferta in Ucraina (prima partita europea a secco per l’attaccante dopo nove consecutive a segno), il belga ha riportato un risentimento muscolare agli adduttori della coscia sinistra.

 

Sicuramente salterà la partita contro il Parma di sabato, ma anche martedì contro il Real non dovrebbe esserci: l’obiettivo è, senza forzare, recuperarlo per la sfida di Bergamo dell’8 novembre, quando i nerazzurri affronteranno l’Atalanta, ultima uscita prima della nuova sosta nazionali. Contro il Parma, insieme a Lautaro Martinez, con Sanchez ancora non al top, Conte dovrebbe lanciare Pinamonti dal primo minuto, soluzione naturale per non snaturare il 3-4-1-2 (o 3-5-2) con cui stanno giocando i nerazzurri. Le alternative, scrive La Gazzetta dello sport, sono due: affiancare Perisic a Lautaro, o passare al 3-4-2-1 con Nainggolan ed Eriksen dietro il Toro.

 

Contro il Real Madrid, invece, dovrebbe esserci Sanchez insieme a Lautaro Martinez. Dall’inizio della sua avventura all’Inter, Lukaku ha saltato solo tre partite, ed è stato il giocatore nerazzurro nettamente più impiegato. Insomma, è davvero difficile immaginare un’Inter senza il belga: anche per questo, Lautaro Martinez dovrà ritrovare presto la via del gol, per riuscire nella difficile impresa di non far rimpiangere Lukaku.

I più visti

Leggi tutto su Sport