TimGate
header.weather.state

Oggi 14 maggio 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  milan sassuolo 1-3
Il Milan crolla ancora: ora l’Inter è a -1

- Credit: Fotogramma/IPA

calcio28 novembre 2021

Il Milan crolla ancora: ora l’Inter è a -1

di Franco Porto

I rossoneri perdono 3-1 in casa contro il Sassuolo

Due sconfitte in una settimana con in mezzo la meravigliosa parentesi di Madrid e la qualificazione agli ottavi di Champions riaperta. È un Milan dalle due facce quello che vede l’Inter riavvicinarsi pericolosamente (ora i nerazzurri sono a -1) e la vetta della classifica scricchiolare.

 

I rossoneri perdono 3-1 in casa contro il Sassuolo, nel giorno del ritorno tra i pali di Maignan e allo stadio dell’amministratore delegato Gazidis. Una sconfitta pesante, soprattutto per come si stava mettendo la partita, che apre una riflessione sulla gestione del doppio impegno.

 

Contro i neroverdi, il Milan era andato in vantaggio con Romagnoli (che intanto sta discutendo l’eventuale rinnovo del contratto in scadenza), prima di lasciarsi rimontare da Scamacca e Berardi, con in mezzo l’autorete di Kjaer.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

E Pioli la analizza così: “Ci è mancata lucidità, abbiamo sbagliato troppe situazioni – spiega l’allenatore rossonero –, specialmente nell’area avversaria, dove siamo entrati diverse volte. Il gol era un vantaggio da gestire decisamente meglio. Abbiamo giocato con sufficienza? È un termine che non mi piace. Ripeto, mentalmente non siamo stati lucidi nelle scelte e quando è così poi è più facile sbagliare”.

 

“Abbiamo perso diversi palloni che erano da gestire meglio. Serviva maggiore attenzione in particolare nell’evitare il terzo gol. Se ci fossimo riusciti, saremmo rimasti in partita. Nello spogliatoio, comunque, ho visto le facce giuste, diciamo così. Ci ricordavamo perfettamente che arrivavamo dal pari nel derby e dalla sconfitta di Firenze. Oggi, peraltro, l’approccio non è stato sbagliato, ma gli sviluppi della partita senz’altro sì. Siamo consapevoli delle nostre qualità e dei nostri difetti. Siamo partiti fortissimo e ora abbiamo fatto un po’ tutti qualcosa in meno tecnicamente, tatticamente e in termini di attenzione. Se abbiamo pagato l’impegno in coppa? Siamo stati costruiti per affrontare questi doppi impegni. Vorrei solo fare un applauso ai tifosi, loro sono stati in partita fino alla fine”.