TimGate
header.weather.state

Oggi 12 agosto 2022 - Aggiornato alle 11:30

 /    /    /  Mondiale a dicembre, Klopp si ribella
Mondiale a dicembre, Klopp si ribella

- Credit: Fotogramma/IPA

calcio06 agosto 2022

Mondiale a dicembre, Klopp si ribella

di Franco Porto

La sospensione della stagione non piace a molti protagonisti

La stagione spaccata in due dal Mondiale in Qatar è una novità nei calendari calcistici internazionali. In oltre un secolo di calcio in Europa, mai c'era stata una stagione come quella che sta per iniziare.

 

Di conseguenza, l'insolita stagione europea 2022-23 inizia prima del solito, costringerà i giocatori a più partite infrasettimanali e si concluderà con la finale di Champions League il 10 giugno 2023.

 

A testimoniare l'eccezionalità della cosa, solo una volta si è andati oltre, con la finale inaugurale della Coppa dei Campioni giocata il 13 giugno 1956. L'intermezzo del Mondiale costringerà i campionati nazionali a fare lunghe pause, dalle sei settimane nella Premier League inglese alle 8 della Serie A, fino ai tre mesi di stop in Austria dove la Coppa del Mondo si aggiunge alla consueta pausa invernale.

 

Lo stop nelle settimane di punta dal punto di vista commerciale è stato accettato con riluttanza dai campionati e dai club europei nel 2015, quando la Fifa ha deciso di spostare il suo evento principale fuori dal consueto periodo di giugno-luglio che fa parte del normale calendario del calcio.

 

>>> Scopri l’offerta TIMVISION con DAZN, la SERIE A TIM e INFINITY+ con la UEFA CHAMPIONS LEAGUE

 

L'allenatore del Liverpool Jurgen Klopp è tornato a tuonare contro questa situazione. 'Tutti sanno che non è giusto, ma nessuno ne parla abbastanza. Qualcosa deve cambiare. Dovremmo parlarne correttamente e dire a Fifa, Uefa, Premier League, Fa, basta: iniziamo a parlarci. La parte più importante del calcio sono i giocatori. Ognuno ha i propri interessi e questo non rende le cose più facili e questo Mondiale arriva nel momento sbagliato per il motivo sbagliato'.

 

'L'aumento della congestione delle partite causato dalla mancata collaborazione dei vari organizzatori non è utile per salvaguardare la salute e le prestazioni dei giocatori', ha aggiunto la FifPro (in sindacato dei giocatori) in una dichiarazione all'Associated Press.

 

Inoltre, il calcio europeo, ancora in fase di ripresa dalla pandemia, perderà settimane di alto valore commerciale tra novembre e dicembre a causa della riprogrammazione, con più partite giocate durante i meno redditizi mesi estivi.

 

'Le tariffe di vendita per gli abbonamenti alla pay-tv sono più basse in estate', ha detto all'Ap Jacco Swart, amministratore delegato delle European Leagues. Ha anche notato che agosto è il periodo delle vacanze in gran parte dell'Europa meridionale, quindi la presenza allo stadio potrebbe essere inferiore.

 

Il presidente della Serie A Lorenzo Casini nelle scorse settimane ha avvertito che un iniziare il campionato il 13 agosto sarà complicato a causa del caldo opprimente. In Italia e Spagna, le partite di massima serie non inizieranno prima delle 17 fino a settembre. Ciò vuol dire che non ci saranno partite all'ora di pranzo, orario adatto alle tv in Asia.

 

L'Italia purtroppo avrà un problema in più, come Austria e Turchia, vale a dire la mancata presenza della nazionale ai Mondiali che potrebbe significare minor seguito e minori introiti commerciali legati al calcio.