TimGate
header.weather.state

Oggi 30 settembre 2022 - Aggiornato alle 12:35

 /    /    /  Pioli: 'Ho rivisto spirito scorso anno. Milan forte e in crescita'
Pioli: 'Ho rivisto spirito scorso anno. Milan forte e in crescita'

CALCIO12 agosto 2022

Pioli: 'Ho rivisto spirito scorso anno. Milan forte e in crescita'

Domani esordio in campionato a San Siro contro l'Udinese

Roma, 12 ago. (askanews) - Spetterà ai campioni d'Italia del Milan aprire domani alle 18.30 un campionato tanto anticipato quanto anomalo considerata la lunga pausa del mondiale invernale. Avversaria l'Udinese a San Siro che si affronta con lo scudetto sul petto. L'entusiasmo è alle stelle. 'E' un grande risultato avere San Siro pieno - dice - c'è entusiasmo che dobbiamo coltivare e dal quale dobbiamo trarre molta energia. Azzeriamo la classifica, ma partiamo con la consapevolezza di quello che siamo. Partiamo dal nostro modo di stare in campo, dall'energia e dalla voglia di cominciare bene'. Il suo 'E' un Milan forte, poi sarà il campo a dire se siamo meglio dell'anno scorso. Ho rivisto nei giocatori gli stessi occhi e lo stesso spirito dello scorso anno; questo mi fa sempre pensare in positivo. Nessuno di noi ha raggiunto il massimo livello, è un Milan ancora in crescita'. Ecco la radiografia dei nuovi: 'I nuovi arrivati, Divock, Charles e Yacine, mi stanno dando delle sensazioni positive. Hanno belle caratteristiche, sicuramente abbiamo potenziato il reparto offensivo. Ante sta bene, ha fatto un buon precampionato. Sono tutti disponibili per domani tranne Sandro che ha questo affaticamento ma sta recuperando in modo positivo. Ho tante soluzioni e tante possibilità di scelta. Origi mi sembra un centravanti completo, sa darci profondità e sa dialogare con i compagni. Ci darà soddisfazione, è molto intelligente come Adli e De Ketelaere. Dovremo dargli tempo per abituarsi ma sono molto contento di quello che stanno facendo vedere'. Le sensazioni in vista del debutto con l'Udinese sono buone. 'Dovremo muoverci molto bene senza palla, sono una squadra fisica. Se non togliamo loro dei riferimenti è chiaro che troveremo difficoltà. Dovremo fare una gran partita senza palla. Non dico non facendo giocare gli avversari per 90 minuti ma avere compattezza'. Capitolo trequartista: 'Se dovesse giocare Brahim giocherà perché lo ritengo meglio degli altri in questa partita. Probabilmente ha più ritmo rispetto agli altri due. In quel ruolo lì c'è molta competizione, dovranno dimostrare in ogni singola seduta di allenamento di poter giocare. Possono giocare anche in altre posizioni'. In questo precampionato 'Messias, Rebic e Bennacer sono stati i più continui. Ho visto voglia di lavorare e competere in tutti loro per dimostrare di poter essere scelti dall'allenatore. Ora contano anche le amichevoli e soprattutto la prima partita di campionato. L'Udinese è una squadra difficile, organizzata, fisica. È l'unica squadra che l'anno scorso, insieme alla Juventus, non siamo riusciti a battere: per questo ci siamo preparati bene'. Infine la stagione: 'Sarà una stagione anomala, il Mondiale in quel periodo lì crea difficoltà. Sono curioso di affrontare questo campionato, credo che per i giocatori che non andranno al Mondiale potrebbe essere anche una buona situazione. Per chi andrà in Qatar e competerà per vincerlo sarà una stagione più complicata da gestire'