TimGate
header.weather.state

Oggi 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 04:00

 /    /    /  Pioli: 'Vicini a Kjaer, se serve interverremo sul mercato'
Pioli: 'Vicini a Kjaer, se serve interverremo sul mercato'

CALCIO03 dicembre 2021

Pioli: 'Vicini a Kjaer, se serve interverremo sul mercato'

Domani il Milan affronterà la Salernitana a San Siro

Roma, 3 dic. (askanews) - Torna il campionato per il Milan. Non c'è tempo di riposare in una sfida testa-coda visto che domani a San Siro arriva la Salernitana ultima in classifica. Il turno potrebbe aiutare perché il Napoli è impegnato anch'esso in casa ma nella difficilissima sfida con l'Atalanta. 'Ormai abbiamo fatto l'abitudine, abbiamo le nostre tempistiche. I tempi sono sempre corti, ma abbiamo studiato bene i nostri avversari, recuperato energie e preparato bene la partita' afferma il tecnico rossonero in conferenza stampa. L'infortunio di Kjaer 'l'abbiamo vissuto con grande sconforto, conosciamo le qualità del giocatore e lo spessore della persona. La sua presenza in squadra è molto importante per carisma, personalità e il saper dire le cose al momento giusto. Siamo tutti molto vicini a Simon, siamo preoccupati per lui ma anche consapevoli che tutto andrà bene e che superarà queste difficoltà perché è un giocatore e una persona forte. Se verrà confermato che quello di Kjaer sarà uno stop lungo ci potrebbe essere bisogno di un intervento, ma se così sarà lo faremo solo per migliorare la squadra Se ci sarà la possibilità il club si farà trovare pronto. Speriamo che non ci sia però questa necessità'. Complimenti a Leao: 'Quello di Leao è un percorso di crescita giusto, di un ragazzo disponibile che ha voglia di fare e migliorare. Deve insistere per avere più presenza e cattiveria in area avversaria, deve avere più convinzione e forza quando attacca la porta'. Pellegri 'è a disposizione e sta bene, così come Ibrahimovic. Poi vedremo chi partirà dall'inizio e chi entrerà a gara in corso'. Pioli non guarda a Napoli-Atalanta e Roma-Inter. 'Domani sarà una gara importante per noi, ma perché dobbiamo avere continuità, a prescindere dalle partite delle altre. La Salernitana è un avversario difficile, molto fastidioso in fase di non possesso palla. Ma vogliamo fare bene'. Anche la Champions va in secondo piano: 'Al Liverpool ci penseremo da domani sera. Mancano 20 giorni alla sosta di Natale, abbiamo quattro partite importanti. Sarà una gara difficile con la Salernitana e nessuno di noi sta pensando alla Champions, né io con le scelte che farò né i giocatori. Dobbiamo tornare a vincere con continuità per restare in alto in classifica e migliorare quanto fatto lo scorso anno, almeno in termini di punti totali'. Dopo il Genoa ha detto che il Milan non può permettersi di fare il compitino: 'Significa che ci sono squadre che possono aspettare e gestire la partita, mentre ci sono squadre come la nostra che devono andare a mille all'ora. Ci piace il nostro modo di giocare, ma serve andare forte sempre e questo richiede energie e intensità mentale così da andare oltre le difficoltà della partita e oltre i nostri limiti'. Cosa andrebbe cambiato in Serie A per ridurre il numero di infortuni? 'Penso sia difficile organizzare un calendario diverso, ma è evidente che si giochi troppo e la salute dei calciatori è fortemente a rischio. Per me non esiste turnover, ma bisogno sempre far rifiatare i giocatori a livello fisico e mentale per prevenire infortuni, ma ho la fortuna di avere tutti titolari. Qualcosa però andrebbe cambiato. Non so cosa. Se ridurre vacanze estive ed allungare la stagione, ridurre il numero di squadre nei campionati, o altro'