Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 03:00
Live
  • 07:07 | Da Amazon nuovi investimenti per l'energia rinnovabile
  • 05:29 | Eurolega: Milano soffre poi ribalta il Bayern 79-78 in gara 1
  • 00:52 | MotoGP, la Suzuki correrà nella classe regina fino al 2026
  • 00:32 | Barcelona Open, Sinner e Musetti vittorie convincenti
  • 18:02 | Michael Keaton sarà di nuovo Batman
  • 18:01 | Reinfettare i guariti dal Covid: lo studio nel Regno Unito
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 390 morti
  • 17:54 | Netflix e il biopic su Joey Ramone
  • 17:43 | Draghi: "I vaccini sono la chance per fermare la pandemia"
  • 17:37 | Il difficile momento di Brad Pitt
  • 17:31 | I tamponi fai da te in vendita al supermercato
  • 16:14 | Il Musée d'Orsay presto cambierà nome
  • 16:01 | Sangiovanni, tre curiosità sul cantante di Amici 20
  • 15:42 | Cos’è un biocarburante?
  • 15:40 | La retrospettiva di Maurizio Cattelan a Milano
  • 15:37 | Emily Ratajkowski in forma perfetta dopo il parto
  • 15:36 | È possibile chiedere ad Alexa di preparare il proprio espresso!
  • 15:31 | Super League, il governo italiano per la mediazione fra le parti
  • 15:31 | Giochi multiplayer, quali i migliori
  • 14:30 | La playlist di TIMMUSIC dedicata a "Il Trono di Spade"
pubblico-stadi-europeo-malago - Credit: pubblico europeo calcio malagò
calcio 9 aprile 2021

Ci sarà il pubblico negli stadi all’Europeo di calcio?

di Pierfrancesco Catucci

Anche il presidente del Coni Malagò interviene sulla questione

Se da un lato il governo ha detto alla Figc che sarebbe stato disponibile ad aprire gli stadi dell’Europeo al pubblico, qualora il Cts avesse dato il proprio consenso, lo stesso Cts ha fatto sapere che è troppo presto per esprimersi sulla questione.

Questa la comunicazione che la Figc ha inviato alla Uefa che, entro il 7 aprile, chiedeva chiarimenti sulla possibilità di aprire l’Olimpico di Roma ai tifosi per le tre partite del girone dell’Italia con gli Azzurri in campo e le successive gare che saranno giocate nella capitale.

 

Sulla questione si è espresso anche il presidente del Coni Giovanni Malagò, intervenuto a “Non è un Paese per giovani” su Rai Radio2: “Io penso che si potrà, per non dire si dovrà, consentire: il problema è dirlo oggi, questa è la tematica”.

 

Malagò è poi entrato più nel merito della questione: “Alcuni eventi sono dati a prescindere dalla presenza di pubblico, ma in questo caso c’è un diktat più o meno elegante ma molto chiaro dell’Uefa (che voleva una risposta entro il 7 aprile, ndr). A prescindere dai ruoli, se già nella nostra testa ci mettono un chip e ci dicono che il 20 giugno siamo nella situazione in cui non è praticamente cambiato nulla, e quindi neanche una persona può assistere a un evento sportivo outdoor, onestamente la cosa è preoccupante. Già lo è moltissimo, lo sarebbe ancora di più”.

 

Il presidente del Coni spiega che “l’obiettivo è chiarissimo, ricominciare al meglio e il prima possibile. Tante cose sono ricominciate, stiamo parlando di sport agonistico e campionati professionistici, attività di vertice. Tante cose, troppe, sono ovviamente ferme: tutta l’attività di base, palestre, piscine, è una situazione onestamente drammatica e stiamo cercando il più possibile di sensibilizzare chi di competenza – governo, ministero della Salute, Cts – per raccontare quelli che sono non soltanto dei desideri, ma anche delle esigenze che vanno dalla parte economica a quella prettamente sportiva e sociale. Tutta gente che ha investito dei soldi, tutta gente che ha fatto tutte le cose fatte bene, che ha rispettato regole e parametri e poi ci sono logicamente delle dinamiche sopra la nostra testa. Noi non possiamo, siamo un ente pubblico, il Comitato Olimpico, che recepire quelle che sono le indicazioni di Cts e governo. Fatta questa premessa, è chiaro poi che c’è tutto un mondo che ha bisogno di programmare e pianificare”.

 

I più visti

Leggi tutto su Sport