Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Ricette
    • Arredamento
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Codici Sconto
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 22:50 | Usa 2020, stretta di YouTube contro le fake news sul voto via posta
  • 19:52 | MotoGP, Rossi passerà al team Petronas: “Contratto di 1 anno, per ora”
  • 19:41 | La playlist di TIMMUSIC con il meglio del grunge
  • 19:35 | Campania e Genova: mascherine obbligatorie all'aperto
  • 19:19 | Instagram Reels, raddoppia la durata massima dei video
  • 18:49 | Ibra: 'Il Covid ha avuto il coraggio di sfidarmi, brutta idea'
  • 17:35 | Calcio, Ibrahimovic ha il coronavirus
  • 17:02 | Cosa prevede il "Patto sui migranti" della Ue
  • 16:44 | Ron Howard racconterà la storia del pianista Lang Lang
  • 16:35 | Coronavirus: Google mostrerà i focolai nelle Mappe
  • 16:30 | La quinta stagione di “Gomorra” sarà anche l’ultima
  • 16:12 | Le squadre tedesche non vogliono dare giocatori alla Nazionale
  • 15:56 | Milano e Torino candidate ad ospitare finali UEFA Nations League
  • 15:56 | “La volta buona”, una storia di riscatto (e calcio) su TIMVISION
  • 15:54 | Harry e Meghan in tv contro Trump: la Regina è furibonda
  • 15:45 | Playoff NBA, Herro guida Miami alla vittoria su Boston: serie sul 3-1
  • 15:34 | Crostata senza cottura alla frutta
  • 15:30 | Polenta fritta
  • 15:00 | Come avere giga illimitati gratis con TIM UNICA
  • 14:05 | Lampade da tavolo, praticità e atmosfera
rivoluzione-calcio-fifa-playoff Il presidente della Fifa Gianni Infantino - Credit: Ding Ting Via Www.Imago-Images.De / IPA / Fotogramma
calcio 15 settembre 2020

La rivoluzione del calcio secondo la Fifa parte dai playoff

di Pierfrancesco Catucci

L’idea di Infantino per ridurre il numero di partite e aumentare l’imprevedibilità

In primavera, quando ancora non si sapeva se e come il calcio sarebbe ripartito dopo l’emergenza sanitaria, il termine che veniva più spesso accostato al calcio era “playoff”.

Una novità epocale, mal digerita da quasi tutti i protagonisti dell’industria del pallone, che però è realtà in molti altri sport, a cominciare da basket e volley. È chiaro che i playoff con la stagione a metà erano un’ipotesi difficilmente praticabile, ma il seme era stato piantato e non è escluso che abbia cominciato a germogliare nella testa del presidente della Fifa Gianni Infantino.

 

Secondo La Repubblica, infatti, il numero uno del calcio mondiale starebbe valutando una rivoluzione del calcio dopo il Mondiale 2022. L’obiettivo è quello di ridurre il numero di partite, a patto, però, di aumentarne la qualità e l’importanza del risultato. Evitare, insomma, che i campionati siano decisi già a marzo come spesso accade in Francia e come è successo diverse volte in Italia.

 

In tre dei principali campionati europei, infatti, Juventus, Bayern Monaco e Paris Saint Germain, hanno monopolizzato il calcio nazionale. L’obiettivo di Infantino, dunque, è quello di spezzare questo monopolio e rendere più imprevedibili i campionati e quindi più appetibili le partite.

 

Con l’introduzione dei playoff, però, andrebbe ridisegnato completamente il calendario del calcio internazionale. Il presidente della Fifa, sulla scorta dell’esperienza di quest’anno, vorrebbe contingentare i vari tornei in specifici periodi dell’anno e quindi dedicare 5 mesi ai campionati nazionali (con partite di sola andata), i successivi 3 ai playoff e alle coppe europee. Poi una finestra di un mese e mezzo per le qualificazioni delle nazionali, un altro mese e mezzo per Mondiali, Europei e altri eventi internazionali e un mese per le vacanze dei calciatori.

 

Sembrerebbe che la Fifa abbia già commissionato uno studio per l’analisi economica di questo progetto che avrebbe dato esiti positivi. Come tutte le innovazioni profonde, però, questa idea sarà oggetto di dure critiche e confronti e non è detto che vada in porto.

 

Da discutere, infatti, è anche l’apporto dei milioni dei diritti televisivi. Al momento le tv lavorano sulla quantità degli eventi e, di riflesso, il numero di spazi pubblicitari vendibili. Ma partite da dentro fuori potrebbero generare introiti maggiori e quindi compensare la riduzione del numero delle gare. Da qui al 2022 ci sarà tanto su cui discutere.

Leggi tutto su Sport