Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 13 maggio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 00:02 | Basket, playoff Serie A: Brindisi annienta Trieste 85-64 in gara 1
  • 00:01 | Basket, playoff Serie A: la Virtus stende Treviso 92-71 in gara 1
  • 20:41 | Basket, Serie A: Daye regala a Venezia gara 1, Sassari ko 92-91
  • 19:56 | Basket, Serie A: l'Olimpia Milano schianta Trento 88-62 in gara 1
  • 19:37 | Palù (Aifa): "Sì al richiamo Pfizer e Moderna a 42 giorni"
  • 19:36 | Giro d’Italia, sesta tappa e nuova Maglia Rosa
  • 19:08 | Israele-Gaza, venti di guerra
  • 18:17 | Un film sui primi giorni del coronavirus (negli USA)
  • 18:09 | “Knives Out 2”, si preannuncia un cast stellare
  • 18:00 | Covid, in Italia altri 201 morti
  • 17:58 | Il museo dedicato a Bob Dylan aprirà nel 2022
  • 17:37 | Due date live per Giordana Angi a fine 2021
  • 17:00 | Buon compleanno al principe Filippo di Svezia
  • 16:24 | J-Ax racconta l'esperienza con il Covid nel brano "Voglio la mamma"
  • 15:55 | Matteo Berrettini perde e saluta gli Internazionali d’Italia
  • 15:50 | Lorella Boccia ospita Alessandra Amoroso nel suo "Venus Club"
  • 15:13 | "N O R D", il disco d'esordio di ALFA spiegato canzone per canzone
  • 15:12 | Supplì al telefono senza carne, forse anche più buoni
  • 15:05 | Uovo in camicia: ricetta e guida per cucinarlo
  • 14:47 | Eurispes 2021, Fara: ragioniamo su 'ricostituzione' post-pandemia
Scudetto Inter, il commento di Giuseppe Marotta Giuseppe Marotta - Credit: Jonathan Moscrop / IPA / Fotogramma
CALCIO 3 maggio 2021

Scudetto Inter, il commento di Giuseppe Marotta

di Giovanni Teolis

L’amministratore delegato è stato uno dei grandi artefici del successo nerazzurri

Nel day after del diciannovesimo scudetto dell’Inter si segnalano anche le parole dell'amministratore delegato dei nerazzurri, Giuseppe Marotta.

Il dirigente, uno dei grandi artefici del successo dell'Inter, nel corso di un’intervista concessa ai microfoni di Sky Sport ha toccato diversi temi. Questi alcuni dei più importanti.

La grande cavalcata

“All'inizio della stagione precedente c'era un gap notevole con la Juventus, ma noi siamo arrivati a un solo punto in classifica e siamo riusciti a fare una finale di Europa League. Riuscire quest'anno a vincere con quattro giornate d'anticipo non è tanto per demerito delle avversarie, ma per merito nostro”. 

La seconda stella

“Abbiamo un sogno [per l’anno prossimo]: sarebbe bello vincere lo scudetto della seconda stella. Sarebbe straordinario".

Antonio Conte

"C'è un grandissimo merito di Conte in quella che lui stesso ha definito come un'opera d'arte. E' stato un vincente sia da calciatore che da allenatore ed è riuscito a portare quei valori a un gruppo di giocatori che non era mai riuscito a vincere. Ho una filosofia tutta mia, penso che un allenatore vincente può avere anche un costo straordinario, ma è sempre meglio prendere un giocatore in meno e un allenatore bravo. (...) Ho proposto Conte alla società perchè lo ritenevo l'allenatore giusto nel posto giusto. Pensavo potesse trasmettere quelle caratteristiche che avevo avuto modo di conoscere a Torino, dove abbiamo condiviso altri tre scudetti".

Il suo arrivo all’Inter

"Non sono andato via dalla Juventus, c'è stata una risoluzione consensuale. Ho lasciato la Juventus al sabato e alla domenica mattina ho ricevuto subito un messaggio da Steven Zhang e a me piacciono le sfide".

I più visti

Leggi tutto su Sport