Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per migliorare l’esperienza di navigazione e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • News
    • Tutto
    • Italia
    • Esteri
    • Gossip e Celebrità
    • Tecnologia
  • Intrattenimento
    • Tutto
    • Cinema
    • Musica
    • TV
    • Videogames
  • Donna
    • Tutto
    • Moda
    • Mamme e Bambini
    • Salute
  • Sport
    • Tutto
    • Calcio
    • Classifica Serie A TIM
    • Classifica Marcatori Serie A TIM
    • Risultati Serie A TIM
    • Altri Sport
  • Lifestyle
    • Tutto
    • Costume e Società
    • Arredamento
    • Ricette
    • Green
  • Tempo Libero
    • Tutto
    • Viaggi
    • Libri
    • Hobby
    • Come fare
    • Motori
  • Video
    • Tutto
    • Per Conoscere
    • Risorgimento Digitale
    • Divertenti
    • Sport
    • Top Video
  • Servizi
    • Tutto
    • Oroscopo
    • Meteo
    • Mobile Ticketing
  • Personalizza il tuo TIMgate>> Personalizza il tuo TIMgate >>
menu
Oggi 06 maggio 2021 - Aggiornato alle 23:00
Live
  • 07:22 | Microsoft elaborerà ed archivierà i dati europei nei Paesi Ue
  • 05:59 | Perché Twitter ha deciso di comprare Scroll
  • 00:01 | SBK 2021, nei test di Aragon Rea abbatte il record della pista
  • 19:53 | Amy Winehouse, esce la raccolta speciale delle sue esibizioni più belle
  • 19:25 | Torna il "Power Hits Estate", tanti artisti live all'Arena di Verona
  • 18:00 | Patate hasselback vegan
  • 17:50 | Le date del tour estivo di Willie Peyote
  • 17:45 | Covid, in Italia altri 258 morti
  • 17:28 | I 60 anni di George Clooney
  • 17:24 | Il 5G come leva per il potenziamento e l’evoluzione del business
  • 17:07 | Serie tv sulla lotta ad Al Capone nella Chicago degli anni 20
  • 17:03 | Cosa preparo per cena? Insalata con cetrioli, pomodori e feta
  • 16:46 | Gli Uffizi vietano la condivisione di foto sui social
  • 16:41 | Nick Kamen, il toccante ricordo di Madonna e dei Duran Duran
  • 16:38 | Su Netflix una nuova commedia su tre figli viziati e superficiali
  • 16:21 | Il vaccino Moderna è efficace contro le varianti più aggressive
  • 16:18 | In asta da Sotheby's nuove opere di Modigliani e di Mirò
  • 16:17 | Conseguenze Brexit: sfida in mare intorno all'isola di Jersey
  • 16:00 | Scozia, perché sono così importanti queste elezioni
  • 16:00 | Observer: System Redux sarà disponibile dal 16 luglio
Scudetto Inter, il commento di Giuseppe Marotta Giuseppe Marotta - Credit: Jonathan Moscrop / IPA / Fotogramma
CALCIO 3 maggio 2021

Scudetto Inter, il commento di Giuseppe Marotta

di Giovanni Teolis

L’amministratore delegato è stato uno dei grandi artefici del successo nerazzurri

Nel day after del diciannovesimo scudetto dell’Inter si segnalano anche le parole dell'amministratore delegato dei nerazzurri, Giuseppe Marotta.

Il dirigente, uno dei grandi artefici del successo dell'Inter, nel corso di un’intervista concessa ai microfoni di Sky Sport ha toccato diversi temi. Questi alcuni dei più importanti.

La grande cavalcata

“All'inizio della stagione precedente c'era un gap notevole con la Juventus, ma noi siamo arrivati a un solo punto in classifica e siamo riusciti a fare una finale di Europa League. Riuscire quest'anno a vincere con quattro giornate d'anticipo non è tanto per demerito delle avversarie, ma per merito nostro”. 

La seconda stella

“Abbiamo un sogno [per l’anno prossimo]: sarebbe bello vincere lo scudetto della seconda stella. Sarebbe straordinario".

Antonio Conte

"C'è un grandissimo merito di Conte in quella che lui stesso ha definito come un'opera d'arte. E' stato un vincente sia da calciatore che da allenatore ed è riuscito a portare quei valori a un gruppo di giocatori che non era mai riuscito a vincere. Ho una filosofia tutta mia, penso che un allenatore vincente può avere anche un costo straordinario, ma è sempre meglio prendere un giocatore in meno e un allenatore bravo. (...) Ho proposto Conte alla società perchè lo ritenevo l'allenatore giusto nel posto giusto. Pensavo potesse trasmettere quelle caratteristiche che avevo avuto modo di conoscere a Torino, dove abbiamo condiviso altri tre scudetti".

Il suo arrivo all’Inter

"Non sono andato via dalla Juventus, c'è stata una risoluzione consensuale. Ho lasciato la Juventus al sabato e alla domenica mattina ho ricevuto subito un messaggio da Steven Zhang e a me piacciono le sfide".

I più visti

Leggi tutto su Sport